La parte di Manduria e dei manduriani che non piace ai turisti

Quando siamo arrivati alla Chiesa Madre, in un orario in cui secondo Google doveva essere aperta, l’abbiamo trovata invece ermeticamente chiusa

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - martedì 27 luglio 2021
Manduria
Manduria © La Voce di Manduria

Abbiamo passato le nostre vacanze a Manduria nella seconda metà del Luglio 2021. Siamo subito rimasti affascinati dalla grazia elegante ed antica del centro storico di questa cittadina, dal fascino di un paesaggio in cui verdi e morbidi vigneti rubano vittoriosamente la vista alla primordiale terra arida e rocciosa, ed infine dalle molteplici opportunità (culturali ed anche culinarie) offerte da questa zona. Infatti, non solo Manduria ma anche ognuno dei più piccoli centri circostanti offrono al visitatore veri e propri tesori d’architettura, oltre che non poche delizie culinarie. Inoltre la fortuna ci aveva riservato un soggiorno presso una meravigliosa villa immersa nel verde, i cui proprietari, Elisabetta Arnò e Paolo Fasoli, sono davvero due persone straordinarie e due squisiti ed impeccabili ospiti. 
Su loro consiglio abbiamo potuto seguire la splendida visita guidata archeo-naturalistica che viene organizzata da Segnavia Ecotrek (Ileana Tedesco) e da Anna Zingarello Pasanisi presso il Parco Archeologico cittadino che ospita il Fonte Pliniano e le mura messapiche. Abbiamo così avuto la preziosa opportunità di scoprire l’affascinante e gloriosa storia remota di questo luogo, cosa che aggiunge al fascino del visibile anche quello di un invisibile ma ancora ben tangibile passato. 

In ogni caso, poiché non amiamo le spiagge affollate di questo periodo, avevamo deciso di passare la maggior parte del nostro tempo nel fresco parco della villa in cui siamo stati ospiti. Eravamo però decisi anche a non perdere l’occasione di visitare le bellezze architettoniche di Manduria e ad ammirare le testimonianze storiche presenti nei suoi musei. Purtroppo però proprio qui è arrivata l’inattesa delusione. 
E così ci siamo sentiti inspiegabilmente traditi da una splendida terra che potrebbe dare ai turisti davvero il massimo, ma (chissà) forse non vuole.
Parlo in particolare di due fallite esperienze culturali. La prima è stata la visita alla Chiesa Madre e la seconda è stata la visita al Museo Archeologico. 
Quando siamo arrivati alla Chiesa Madre, in un orario in cui secondo Google doveva essere aperta, l’abbiamo trovata invece ermeticamente chiusa. Per la verità ci avevamo già provato qualche giorno prima ed avevamo pensato che fosse chiusa solo a causa dell’orario. Ma quale non è stata la nostra sorpresa nell’udire da uno degli operai lì presenti che l’edificio era invece chiuso a causa di lavori alla torre campanaria. Lavori che presumibilmente non rendono del tutto impossibile l’apertura degli spazi principali della chiesa e che comunque appaiono piuttosto inopportuni in un periodo in cui sicuramente vi sono molti turisti intenzionati a visitare questo vero e proprio gioiello architettonico.

Quanto poi al Museo Archeologico, ci siamo trovati lì in orario di piena apertura, ossia alle 11,50 del mattino. Ma un cartello affisso sul portone dell’edificio recava la scritta piuttosto criptica di “temporaneamente chiuso”. Ebbene, aldilà dell’espressione forse volutamente equivoca e poco esplicativa, si tratta anche in questo caso di una cosa ben poco comprensibile ed ammissibile nel pieno delle ferie estive. Intanto però il passeggio lungo il corso XX Settembre viene “allietato” (si fa per dire) da altoparlanti che inondano l’aria di musica rap ad altissimo volume. Cosa evidentemente moderna, eccitante e gradevole nelle intenzioni di chi l’ha organizzata, ma che invece appare solo molesta, beffarda ed assurda alle orecchie di chi non solo si aspettava ben altro da un luogo antico come Manduria, ma inoltre aveva appena vissuto due piuttosto cocenti delusioni come quelle appena descritte.
A questo punto abbiamo rinunciato a qualunque altro tentativo di visite architettoniche, vedendoci così costretti a pensare che forse le autorità di Manduria ritengono tutto sommato irrilevanti le attività turistiche di tipo culturale a fronte di quelle balneari e culinarie che invece impazzano in questo periodo dell’anno.
Peccato davvero. Perché così una terra così benedetta dal destino potrebbe offrire molto di più al suo visitatore.
Dr. Vincenzo Nuzzo, Napoli - Lisbona

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rita Scaramuzza ha scritto il 01 agosto 2021 alle 14:46 :

    Quando capiremo la ricchezza culturale, storica, architettonica, naturalistica, enologica e culinaria che abbiamo la fortuna di aver ereditato, quando impareremo ad apprezzare le nostre ricchezze, quando impareremo a valorizzarle ed offrirle a noi stessi e ai turisti che ci vengono a visitare, nostro malgrado. Impariamo che il turista non il "pollo" di turno da spennare, spaventare e far fuggire via, ma un ospire da accogliere, rispettare e "coccolare" offrendogli strutture e servizi a lui e per noi occasioni di impresa e di lavoro.....insomma crescita!!! Mi duole dirlo ma Manduria è un "paese" (volutamente paese e non città di cui orgogliosamente dovremmo vantarcii) che invece regredisce sempre più in ogni ambito sia esso anagrafico, culturale, sociale, ambientale e lavorativo. Rispondi a Rita Scaramuzza

  • Alessandro Attanasio ha scritto il 29 luglio 2021 alle 12:49 :

    Purtroppo mi rattrista dare pienamente ragione a questa povera gente. Purtroppo non è l unica falla del sistema, ci sono dei PROBLEMI ancora più gravi, come l inquinamento delle falde acquifere dei pozzi artesiani nella zona della discarica, del quale nessuno ne parla. Del problema della puzza che assilla Manduria in una stretta morsa di malattie e morte in quanto reputata dall' arpa con dei valori ben al di sopra di ogni limite. Ad ogni modo tanta gente ad oggi si ritrova costretta a vendere la propria abitazione per non ammalarsi, a chiudere i pozzi, nonostante le zone non siano fornite dai servizi necessari quali acqua e fogna. Sembra che le priorità di questa città siano le celebrazioni religiose in mezzo alla piazza (per pregare qualche santo affinché non ci ammaliamo) o altre stupida Rispondi a Alessandro Attanasio

  • Daniele ha scritto il 29 luglio 2021 alle 06:30 :

    Voi li avete votati e adesso teneteveli. Rispondi a Daniele

  • v.fanuli@alice.it ha scritto il 28 luglio 2021 alle 09:49 :

    Ermeticamente chiusa... Silicone ? Rispondi a v.fanuli@alice.it

    vincenzo nuzzo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 18:01 :

    Il concetto di chiusura ermetica, come lei ben saprà (almeno lo spero), non si riferisce affatto primariamente al silicone. La sua essenza è infatti ben diversa. Ha mai sentito parlare di un certo Ermete Trismegisto? In ogni caso credo ci sia poco da scherzare su questo episodio. Se lei è di Manduria, è lei in prima persona a pagare infamie come questa. Rispondi a vincenzo nuzzo

    Giuseppe Coccioli ha scritto il 28 luglio 2021 alle 13:34 :

    La sua risposta doveva essere più incoraggiante e non spiritosa: abbiamo un immenso patrimonio culturale e una San Pietro abbandonata a se stesso. Poi senti una risposta spiritosa da un manduriano, penso che non abbiamo capito nulla. Stammi bene Rispondi a Giuseppe Coccioli

  • Davide velino ha scritto il 28 luglio 2021 alle 04:44 :

    Anche negozi tipo la lega mette altri orari di apertura non rispettandoli Rispondi a Davide velino

  • Aurora Greco ha scritto il 27 luglio 2021 alle 21:50 :

    Da manduriana che conosce bene la propria città, devo sicuramente dispiacermi del fatto che avete perso una gran bella fetta della di arte cultura e storia della mia Manduria. Come ha detto il signore prima, la chiesa è chiusa per lavori e tutte le funzioni spostate alla Chiesa del Carmine. È anche giusto dire però che in qualsiasi altro posto in Italia, sia per sicurezza, che per scelte logistiche, i luoghi di culto e non, vengono chiusi a meno che non si decida di delimitare gli spazi. Io spero con tutto il cuore di rivedervi nella nostra bella cittadina e farvi ammirare quel tesoro che risale ai Normanni. Amiamo la nostra città e siamo fieri di lei, solo che a volte dobbiamo attendere a decisioni che non sono le nostre. A ritrovarci! Rispondi a Aurora Greco

    vincenzo nuzzo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 18:03 :

    Grazie per il suo commento. Ma non si preoccupi. Ci siamo innamorati della vostra terra e della sua gente e quindi torneremo senz'altro. Episodi come quello che abbiamo raccontato non toccano l'essenza di un luogo. Rispondi a vincenzo nuzzo

  • Antonio Ruggero ha scritto il 27 luglio 2021 alle 14:58 :

    Google, sicuramente non era aggiornato. La chiesa madre è chiusa perché è in atto un restauro totale e non solo la torre campanaria. Infatti, da circa un mese tutte le funzioni religiose sono celebrate nella chiesa del Carmine. Tutti pronti a lamentarsi, informatevi prima. Molti anni fa, in visita a Venezia, la Basilica di S. MARCO, non potetti visitarla perché era chiusa per restauri. Non protestai..... Rispondi a Antonio Ruggero

    Lorenzo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 07:36 :

    Gentile Antonio, in tutte le città di livello ( ecco da 1 a 10 dai tu un giudizio sul livello di Manduria), senza orgoglio ferire, esiste un assessorato alla cultura con un pochino di competenza in Materia. Ora, con scavi Messapi, fonte Pliniana, Chiese di grande interesse culturale, Castello in piazza, centro storico da favola e capitale del primitivo è giusto secondo te, che l' immagine di tanti tesori, in Italia e forse in Europa, la debba dare BRUNO VESPA o gli immigrati sparsi nel mondo? Non rispondermi da orgoglioso messapico e per non infierire non ti metto 15/18 km di Marina. Rispondi a Lorenzo

    Gregorio scorcimistungulu ha scritto il 28 luglio 2021 alle 09:22 :

    ... infierisci pure... Ci sta alla grande 😄 Rispondi a Gregorio scorcimistungulu

  • giorgio sardelli ha scritto il 27 luglio 2021 alle 12:15 :

    sempre a lamentarsi o criticare l'amministrazione ma vi siete dimenticati che oltre al contributo ai bersaglieri la riparazione della statua e dell'orologio hanno realizzato la ZTL a San Pietro in Bevagna anche se piena di munnezza a tutte le parti? Prima fare cassa e poiiii si vede altro Purtroppo giusto per non smentire le altre amministrazioni passate ai politici Manduriani manca la programmazione di approdare ai fondi europei e far fare quel salto in lungo a Manduria che li manca da almeno trnt'anni Rispondi a giorgio sardelli

  • betty ha scritto il 27 luglio 2021 alle 11:46 :

    in tutta Italia le chiese sono chiuse se non c'è una funzione religiosa, chi viaggia dovrebbe saperlo (magari forse tranne a Roma eppure la chiesa di San Pietro la trovai chiusa quando andai io)... per quanto riguarda il Museo, lì la Soprintendenza fa quello che vuole... Rispondi a betty

    epicoco.l@libero.it ha scritto il 28 luglio 2021 alle 08:06 :

    No mi sembra verrò le chiese sono anche un luogo di preghiera e rimangono aperte anche per chi si vuole raccogliere ed avere un momento di pace. E sono numerose le chiese aperte al di fuori delle funzione . Che ne pensate dei lavori dopo il 10 novembre quando no ci sono i turisti Rispondi a epicoco.l@libero.it

    Vincenzo Nuzzo ha scritto il 27 luglio 2021 alle 17:13 :

    Betty, quindi per lei è tutto normale? Una chiesa chiusa nelle ore in cui dovrebbe essere aperta, perchè ci sono intanto lavori che non interessano affatto l'interno? E nel mese di luglio, in cui i turisti desidererebbero visitarla? E lo stesso vale per il museo. Le sembra normale che la Sovraintendenza se ne freghi altamente dei turisti e quindi di Manduria stessa? Rispondi a Vincenzo Nuzzo

    Giuseppe Coccioli ha scritto il 28 luglio 2021 alle 13:39 :

    Sono pienamente d'accordo Vincenzo: in questo paese ce pochezza e mi fa rabbia. Rispondi a Giuseppe Coccioli

    Valentina ha scritto il 28 luglio 2021 alle 05:50 :

    Ma cosa ne sa lei dei lavori. Ha per caso visto tutti i documenti che escludono tassativamente i lavori all'interno? Ma dai!!!! Sono in corso lavori di restauro su tutta la chiesa. Non solo sul campanile. Rispondi a Valentina

    Giuseppe Coccioli ha scritto il 28 luglio 2021 alle 13:46 :

    Cara Valentina, perché non sono stati fatti prima o dopo l'estate i lavori di rifacimento, forse non dai valore alla struttura: molti turisti vengono apposta per questa meravigliosa opera, e poi? Magicamente la trovano chiusa. Vorrei sottolineare che non sono lavori di massima urgenza, che possono arrecare danni a cose e persone. Un abbraccio

    giorgio sardelli ha scritto il 27 luglio 2021 alle 20:34 :

    certo e se non la amministrazione chi deve preoccuparsi di tenere aperti i musei e tutto quello che è di interesse culturale al turismo Rispondi a giorgio sardelli

  • Lorenzo ha scritto il 27 luglio 2021 alle 05:52 :

    La pigrizia e il menefreghismo del sud del sud, unitamente alla non voglia di investire da parte di chi governa, nell'arte e nella storia, danno un' immagine di Manduria sempre più mediocre. Però le pacchiane casette a San Pietro, la riparazione della statua dei caduti e il contributo ai 'gloriosi Bersaglieri', meritano lo sforzo economico. Musei e Chiese di prestigio no! In verità in verità vi dico che è più facile vedere il ciuccio che vola, piuttosto che Manduria civica e acculturata. 🤪 Opinioni Rispondi a Lorenzo

    Walter ha scritto il 27 luglio 2021 alle 10:58 :

    Buongiorno Sig Lorenzo Realtà di Manduria Amministrazione👎👎 Rispondi a Walter

Altri articoli
Gli articoli più letti