La mia esperienze nel “forno” vaccinale

Confermo che la protezione civile è di una disponibilità più unica che rara! Hanno distribuito acqua e latte di mandorla a chi ne voleva (ovviamente il personale lo aveva per sé).

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 10 luglio 2021
Mimmo Fontana
Mimmo Fontana © Facebook

Il 6 luglio sono stato io in quel girone infernale del centro vaccinale di Manduria. Confermo che la protezione civile è di una disponibilità più unica che rara! Hanno distribuito acqua e latte di mandorla a chi ne voleva (ovviamente il personale lo aveva per sé).

Alle 13.45 (avevo l’appuntamento alle 14.50), ci hanno detto che le dosi Pfizer erano state spostate con annunci fatti su Facebook (vorrei sapere cosa è Facebook). Immaginate come ci si sente in quelle situazioni.

Dopo un casino fatto con il responsabile dell’Hub, alle 16 (dopo 2 ore sotto al sole cocente) ci hanno fatti entrare per fare le dosi Pfizer agli unici non avvisati (tra cui io). Inutile dire che dentro quell’Hub ci stavano centinaia di persone ammassate tipo lager, per il caldo asfissiante e per forza di cose, tanta gente levava la mascherina.

Una sola cosa: il presidente Michele Emiliano per questa cosa dovrà dare spiegazioni. Il sindaco di alcuni cittadini di Manduria, non lo considero nemmeno.

Mimmo Fontana

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • giorgio sardelli ha scritto il 10 luglio 2021 alle 20:25 :

    il sindaco di manduria non li sente questi problemi loro hanno le corsie preferenziali loro sono loro noi polli da spennare Rispondi a giorgio sardelli

  • Gregorio ha scritto il 10 luglio 2021 alle 14:00 :

    Per loro siamo Carne da MACELLO purtroppo. Parlano bene e rozzalono male(sui media, dove nessuno può rispondere) Rispondi a Gregorio

Altri articoli
Gli articoli più letti