"Una cabina di regia per intercettare risorse dall’Ue"

La proposta di Manduria Lab e di Loredana Ingrosso

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - venerdì 19 febbraio 2021
Loredana Ingrosso
Loredana Ingrosso © La Voce di Manduria

Richiamano l’attenzione dell’amministrazione comunale di Manduria sulla necessità di avviare un percorso di programmazione in virtù delle risorse in arrivo da Bruxelles.
Per rispondere a queste nuove sfide e portare sviluppo al territorio, occorrerà intercettare le migliori professionalità e dar spazio ad eventuali esperienze in seno al Consiglio Comunale, promuovendo strategie di rete con le Università, le associazioni di categoria ed ogni altro soggetto pubblico o privato utile allo scopo.


Le risorse del Fondo Speciale per la Ripresa Economica 2021-2023 (Recovery Fund), assegnano 8 miliardi alla componente Cultura e Turismo 4.0 finanziando la riqualificazione di borghi, parchi, giardini storici e periferie che possono rappresentare per Manduria una importante occasione per realizzare importanti iniziative di decoro urbano e valorizzazione del patrimonio storico, artistico, paesaggistico e culturale, anche  favorendo la rinascita delle antiche strutture agricole e dei mestieri tradizionali (ad es. l’artigianato). 
È una occasione unica, che non possiamo assolutamente permetterci di perdere.


Si costituisca allora una commissione speciale mista con figure politiche e tecniche, cui assegnare il compito di gestire questa importante fase di sviluppo mediante il monitoraggio dei fondi europei, l’elaborazione di iniziative da candidare a finanziamento mediante strumenti di partecipazione e concorsi di idee e la loro realizzazione. Anche in questo caso, per il bene della Città, noi ci siamo con la nostra consigliere Loredana Ingrosso!
Manduria Lab, laboratorio politico progressista

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • cittadino ha scritto il 19 febbraio 2021 alle 10:09 :

    E chi dovrebbe intercettare queste risorse?Sopratutto chi programmerà le spese, ammesso che siano capaci di intercettare le risorse. Questi fanno come i carbonari... Tutto alla luce delle tenebre Rispondi a cittadino

  • Lorenzo ha scritto il 19 febbraio 2021 alle 07:29 :

    Prima di fare le cabine di regia, si necessita una mentalità europea in generale e non solo opportunista per i soldi da spendere. C'è la mentalità europea? Girando alla Marina dove si incassano tanti soldi dall'imu oggi e dall'ici a partire dal 1992 ( chi era sindaco negli anni 90?) mi sembra che i 15 km di meravigliosa costa e le riserve Marine ( vedi Chidro) siano in condizioni e servizi ( mancano i locali comunali x il medico di famiglia) da paese sottosviluppati? Quindi le idee possono essere valide, metterle in pratica ci vorrà qualcosa di nuovo e libero nelle menti. Poi i proclami non costano e qualcuno può anche credere. Opinione Rispondi a Lorenzo

    betty ha scritto il 19 febbraio 2021 alle 11:33 :

    San Pietro in Bevagna è un paese sottosviluppato perchè l'abusivismo degli anni 80 ha fatto così tanti danni che il territorio non riesce più a riprendersi! e non lamentatevi sempre di San Pietro che i primi a deturparlo siete stati proprio voi!!!! una domanda: una volta intercettate queste risorse, abbiamo poi risorse umane all'interno del Comune per poterle portare avanti? Rispondi a betty

    Lorenzo ha scritto il 19 febbraio 2021 alle 12:45 :

    Gentilissima sig.ra a prescindere che non si possa distruggere niente di proprietà altrui se, le stesse istituzioni fanno finta di non vedere. E dove erano le Giunte Comunali, Polizia locale ecc negli anni 80 e 90? Tuttavia i soldi dei Condoni unitamente ai versamenti dei costi di urbanizzazione per ottenere le concessioni in sanatoria, versati al Comune, dove sono finiti? A costruire piazze futuristiche per poi rifarle dopo meno di 25 anni? Chi governava Manduria e la Marina nei periodi dei condoni? Per cui si informi e non contesti senza argomenti seri, solo per partito preso. Senza remore. 👍 Rispondi a Lorenzo

Altri articoli
Gli articoli più letti