Manduria un paese in vendita, ecco quello che siamo!

Abbiamo venduto tutto quello che potevamo

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - mercoledì 11 novembre 2020
L'ingresso del Giannuzzi
L'ingresso del Giannuzzi © La Voce di Manduria

Crudele è stato ed è il “destino” con Manduria, un paese perennemente all’asta!

Ci siamo venduti la terra e l’aria in cambio di alcune discariche che ammorbano il nostro paese con i loro terribili effluvi ed inquinano le nostre falde; ci siamo venduti il mare in cambio di un depuratore che andrà a deturpare le nostre meravigliose spiagge ed i nostri lidi.

Ed ora ci siamo venduti il nostro nosocomio con il probabile rischio di una sua chiusura dopo questa terribile pandemia.
Coloro che ci devono governare hanno abdicato al loro ruolo di difensori del “bene comune cittadino” a favore di un nefasto profitto che non fa altro che peggiorare la situazione già precaria della città.

Cui prodest?

E noi cittadini che facciamo? Nulla.
Parafrasando una celebre canzone di Fabrizio De André “continueremo a farci scegliere o finalmente sceglieremo?”.

Simone Faiella

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • CLAUS ha scritto il 14 novembre 2020 alle 17:47 :

    Ma io dico abbiamo un sindaco? Non prende mai una posizione non dice mai niente sembra che ci siano ancora i commissari. Non cambia mai niente Rispondi a CLAUS

  • Pasqulale 60 ha scritto il 12 novembre 2020 alle 20:42 :

    Eravamo a conoscenza che questa amministrazione regionale doveva fare questo e l'ho a fatto. Si doveva riflettere prima di andare a votare. Se era il caso di dare fiducia Rispondi a Pasqulale 60

  • Walter ha scritto il 12 novembre 2020 alle 13:31 :

    DNA. Manduriano LI TURNISI Rispondi a Walter

  • Antonio ha scritto il 12 novembre 2020 alle 11:17 :

    Abbiamo ancora l'onore e questo nn lo svenderemo.Allora diamoci una scossa ,l'ennesima.Se siamo circondati da arrivisti senza scrupoli denunciamoli apertamente,isoliamo questa gente soprattutto quando siamo chiamati al voto.Non è difficile ma su trentamila abitanti scovare questi furbi, si fa per dire! Rispondi a Antonio

  • Lorenzo ha scritto il 12 novembre 2020 alle 06:25 :

    Ci siamo venduti in alcuni casi anche noi stessi per i soldi, i soldi e ancora i soldi. Pochi Manduriani amano la loro città, la loro terra e il loro mare. Molti a parole fanno credere di essere orgogliosi ma poi....prima li sordi, anche se picca ma subbutu.... Rispondi a Lorenzo

Altri articoli
Gli articoli più letti