​Se dobbiamo tutelare le Riserve eliminiamo anche le brutture

(A proposito della convenzione tra Capitaneria di Porto e Lega navale di Torre Colimena per la sicurezza delle zone di Riserva naturale).

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - sabato 27 giugno 2020
Antonio C. Nigro
Antonio C. Nigro © La Voce di Manduria

(A proposito della convenzione tra Capitaneria di Porto e Lega navale di Torre Colimena per la sicurezza delle zone di Riserva naturale).

Ecco bravi, però mi chiedo:



1. Quella enorme statua di gesso o cemento bianco, non frutto di artisti, ma orrenda copia riprodotta atta solo ad “abbellire” giardini di persone a cui piace il peggior Kitsch hollywoodiano, è stata autorizzata?
E’ in regola la sua collocazione su terreno della Riserva Naturale Regionale Orientata del litorale Tarantino Orientale?
 Gli enti preposti sono stati informati?



2. Quella serie di pali in legno con cavi e telecamere posti lungo il canale che collega il mare con il bacino di Torre Colimena, e parliamo sempre della Riserva Naturale Regionale Orientata del litorale Tarantino Orientale, denominata Palude del Conte, è stata autorizzata la loro posa dagli enti preposti?



3. Tutto quel cordame posto lungo il predetto canale, dove sostano le barche di pescatori amatoriali, che certamente toglie la visuale alla bellezza del luogo, è stato autorizzato come posa dello stesso e come sosta di imbarcazioni all’interno e nel cuore della Riserva Naturale Regionale Orientata del litorale Tarantino Orientale in particolare denominata Palude del Conte? Gli enti preposti ne sono a conoscenza?



No perchè se vogliamo appunto far rispettare le regole e proteggere la Riserva Naturale Regionale Orientata del litorale Tarantino Orientale nei luoghi denominati Palude del Conte e Salina dei Monaci, occorre far rispettare davvero tutte le regole e la legge ovviamente deve valere per tutti.

Antonio C. Nigro

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti