​Sentirsi vecchi

Mimmo Olivieri

La redazione Il miniracconto
Manduria - mercoledì 04 dicembre 2019
Mimmo Olivieri
Mimmo Olivieri © La Voce di Manduria

Aveva appena quaranta anni Nino quando suo figlio terminò gli studi. Cercò di trovare una sistemazione a Manduria ma non ne trovò: non ce n’era. Nino chiese al figlio se gli andava di andare a vivere lontano, avendo un buon posto di lavoro, e il figlio accettò. Ma che brutto vuoto a tavola! Pensò che lo avrebbe superato, ma il secondo figlio volle andare via anche lui. Nino pensò che era brutto, ma se i figli stavano bene… Pensò che gli rimaneva ancora l’ultimo figlio, ma quello, dopo la laurea e il master, fu chiamato in America a lavorare. Ora Nino si sentiva vecchio e gli pesava ogni giorno di più la vecchiaia. Qualcuno gli diceva che aveva ancora tante cartucce da sparare: quali?... a quale scopo? Aveva lottato per dare un futuro ai figli, e proprio quel futuro glieli aveva rubati. Ora si sentiva sempre più vecchio. Pensava ogni giorno alla morte ma quella non veniva. Poi suo figlio lo chiamò perché doveva badare a suo figlio. Aveva un nipote ed aveva bisogno di lui? Non era questo il momento di sentirsi vecchi: era nonno adesso!

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti