Marco Gatti chiusa: noi disposti a collaborare

Presidente e soci dell’Archeoclub di Manduria ringraziano tutte le persone che, venerdì 29 novembre, hanno affollato la sala consiliare...

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - martedì 03 dicembre 2019
La Marco Gatti
La Marco Gatti © La Voce di Manduria

Presidente e soci dell’Archeoclub di Manduria ringraziano tutte le persone che, venerdì 29 novembre, hanno affollato la sala consiliare, in occasione della conferenza del prof. Delille dal titolo “Da Manduria a Langres” ed esprimono soddisfazione per l’interesse suscitato nella cittadinanza dall’argomento. Il confronto tra due documenti simili conservati nelle due cittadine in questione ha consentito al professore di evidenziare l’insostituibilità di tali testimonianze per la ricostruzione storica del nostro passato, non solo a livello locale. Documenti simili si diceva quanto al contenuto, ma in realtà molto diversi, per l’unicità ribadita, a livello quanto meno europeo, del nostro “Librone Magno”.

Una considerazione importante il prof. Delille l’ha riservata al ruolo che le biblioteche pubbliche possono e devono conservare consentendo la più ampia fruibilità dei documenti in esse conservati, rispetto a quelli detenuti in mano privata, come appunto il documento di Langres. Si è soffermato inoltre a riflettere sul ruolo insostituibile del libro e delle biblioteche nella nostra era digitale, nel dare accesso ad un sapere articolato e non settoriale. Insomma una serata densa di spunti di riflessione, che ha avuto come “focus” intenzionale il destino della Marco Gatti e il ruolo che essa dovrebbe svolgere nella nostra comunità. A questo proposito è doveroso ricordare che la Commissione Straordinaria che regge il Comune di Manduria, ne ha per il momento assicurato una fruibilità parziale, assegnandovi una unità part time, in attesa di poter utilizzare altro personale. Si tratta certo di una soluzione provvisoria, in attesa che alla Gattiana si possa dare la dignità e la dimensione che merita. Archeoclub coglie l’occasione per ribadire la disponibilità dei soci a collaborare al suo funzionamento come collaboratori volontari.

Direttivo Archeoclub Manduria

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti