​La cocciuta

Mimmo Olivieri

La redazione Il miniracconto
Manduria - venerdì 22 novembre 2019
Mimmo Olivieri
Mimmo Olivieri © La Voce di Manduria

Da un poco di tempo il marito era più cauto nelle decisioni e lei, di una stupidità abissale ma cocciuta come pochi, prese il sopravvento. Decise che quell’anno voleva andare in vacanza al mare. Bisognava affittare la casa e soldi non ne avevano? Debito! La madre della cocciuta cominciò a mettere becco tra marito e moglie. Diceva che con quella Panda sembravano una caricatura. Poco importa se due fratelli andavano in giro con gli Ape 50; quelli non facevano mettere becco nella loro famiglia, ma la cocciuta si fissò che dovevano comprare una macchina più grande. Non avevano soldi? Si faceva un finanziamento e vai col tango. Quando i debiti si mangiavano più della metà dello stipendio del marito avrebbe dovuto aiutarlo lei? La madre disse che toccava al marito trarsi d’impiccio. Forse stavano per pignorare loro la casa? Il marito doveva trovare un modo per evitare guai che la cocciuta, col suo caratteraccio, spalleggiata da sua madre, aveva causato. Quando si dice “nella buona e nella cattiva sorte”: che grossa eresia.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti