​Con tutto il cuore

Mimmo Olivieri

La redazione Il miniracconto
Manduria - sabato 11 maggio 2019
Mimmo Olivieri
Mimmo Olivieri © La Voce di Manduria

Dove eravamo rimasti? Uno lo hanno dimesso dall’ospedale per qualche giorno perché facesse le feste a casa, ma ha dovuto tornarci di corsa il ventisei. C’è anche chi non ha potuto lasciare i luoghi di sofferenza. I volontari si occuperebbero solo di bambini, ma hanno voluto intervenire nelle carceri. Lo hanno fatto con tutto il cuore ma, dopo le feste, hanno il lavoro, la famiglia, mille impegni e non si possono allargare troppo. È anche arrivata una richiesta di intervento in un nosocomio, e i volontari non si sono tirati indietro. Inoltre è arrivata una richiesta per una clinica psichiatrica e i volontari non sanno che pesci pigliare. Non hanno avuto mai a che fare con i matti, e non sanno…Ma il loro cuore ordina imperiosamente di non tirarsi indietro, e il contabile dell’associazione è felice. Lui la malattia psichica la conosce fin troppo bene. Poi ci sono quelli che si sentono abbandonati a Natale. Gli hanno offerto lavoro e l’hanno rifiutato, hanno cercato di aiutarli e a loro sembrava poco, andassero al diavolo.

Altri articoli
Gli articoli più letti