Per la competenza

Lo scrittore Omar Di Monopoli tra i sostenitori di Gregorio Pecoraro

La coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Gregorio Pecoraro, dopo il sì del compositore e musicista Ferdinando Arnò, incassa un altro risultato importante

Politica
Manduria domenica 05 luglio 2020
di La Redazione
Omar Di Monopoli e Gregorio Pecoraro
Omar Di Monopoli e Gregorio Pecoraro © La Voce

Lo scrittore di successo Omar Di Monopoli sposa il progetto culturale e politico della coalizione di Gregorio Pecoraro: “Passione, competenza e professionalità gli elementi di forza di un progetto culturale valido e credibile per il rilancio della città”.

La coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Gregorio Pecoraro, dopo il sì del compositore e musicista Ferdinando Arnò, incassa un altro risultato importante. Il noto scrittore manduriano Omar Di Monopoli, autore di romanzi best sellers quali ‘Uomini e Cani”, ‘Ferro e fuoco, “La legge di Fonzi”, “Nella perfida terra di Dio”, ha aderito al progetto di rilancio culturale di Gregorio Pecoraro. Dopo alcuni incontri con il candidato sindaco e i rappresentanti delle forze politiche della coalizione (Città Più, Movimento Democratico con Manduria, Movimento Cinque Stelle), lo scrittore Omar Di Monopoli ha deciso di collaborare alla scrittura di un piano di sviluppo in chiave artistica e culturale per la città di Manduria, dove ha voluto porre la sua residenza benché si muova in lungo e in largo per l’Italia e l’estero.

“Ho apprezzato il grande impegno di Gregorio Pecoraro che ha saputo avvicinare a sé scrittori, artisti, studiosi, ma soprattutto tanti cittadini manduriani accomunati dal medesimo desiderio di rilanciare Manduria partendo dalle sue enormi potenzialità culturali” riporta in una nota Omar Di Monopoli. Lo scrittore approdato di recente alla prestigiosa casa editrice Feltrinelli vanta un profilo artistico e professionale di grande spessore, costruito in anni di grande lavoro ed impegno. “Sono lieto – prosegue lo scrittore – di poter contribuire al progetto culturale della città. La mia partecipazione ad iniziative letterarie, cinematografiche, radiofoniche mi ha permesso di conoscere e di vivere in prima persona eventi che hanno decisamente riqualificato tanti centri d’Italia. Manduria è stata per lungo tempo penalizzata dalla mancanza di una progettazione culturale che sapesse attrarre un interesse turistico su cui costruire concrete politiche di sviluppo economico”.

L’obiettivo della coalizione Pecoraro mira a dare il giusto riconoscimento a talenti manduriani che pur avendo dato lustro alla città sono stati letteralmente dimenticati dalle amministrazioni. Infatti, tanti cittadini hanno spiccato per il loro talento in diversi ambiti (letterario, musicale, artistico, sportivo, imprenditoriale ecc.) senza ottenere l’attenzione loro dovuta da parte delle istituzioni cittadine. Nondimeno, tali cittadini talentuosi hanno continuato a portare il nome della loro città in Italia e all’estero.

A tal proposito, conclude Omar Di Monopoli “occorre pensare ad una nuova stagione politica che ponga al centro della sua agenda il riavvicinamento delle istituzioni alle esigenze dei cittadini, sviluppando la necessaria capacità di ascolto, attraverso cui pervengono non solo richieste di aiuto ma anche proposte concrete, sulla base di una sincera volontà di condividere competenze acquisite con lo studio o il proprio lavoro”.

Qui di seguito, viene fornita una scheda sintetica del curriculum artistico del manduriano Omar Dimonopoli.

Classe 1971, dopo un decennio di esperienza come grafico e redattore all'interno di numerose realtà culturali del Salento, Omar Di Monopoli si è imposto nel panorama nazionale nel 2007 entrando nel catalogo delle edizioni milanesi ISBN con il romanzo «Uomini e cani» (Premio Kilhgren Città di Milano), cui sono seguiti nel 2008 «Ferro e fuoco», nel 2010 «La legge di Fonzi» e nel 2014 la raccolta di racconti «Aspettati l’Inferno».

Nel 2017 è approdato alla prestigiosa casa editrice Adelphi, per la quale ha pubblicato «Nella perfida terra di Dio» (premio Salgari 2018, tradotto in Spagna e adattato in fumetti dalla Sergio Bonelli Editore) e la ristampa di «Uomini e cani». Entrambi i due romanzi sono opzionati per il cinema e attualmente la loro trasposizione in pellicola è in fase di pre-produzione. È stato ospite di eventi, fiere e festival europei legati al mondo del libro. Il suo prossimo romanzo uscirà nel 2021 per le edizioni Feltrinelli.

Ha lavorato come soggettista e sceneggiatore per il cinema (coi registi Edoardo Winspeare, Pippo Mezzapesa, Gianni De Blasi e Fabrizio Cattani) mentre per Radio Rai3 ha scritto il radiodramma «L’Uomo Termoionico».

Suoi articoli e recensioni sono periodicamente pubblicati su riviste, forum e antologie nazionali. La sua sperimentazione linguistica è oggetto di studio di numerose tesi di laurea e riviste di settore. Ha diretto una serie di letture pubbliche per l’Università del Salento.

Collabora con numerose testate giornalistiche italiane tra cui «La Stampa», «La Repubblica» e «il Fatto Quotidiano». Tiene corsi di scrittura per la Scuola Holden di Torino. È stato membro di giuria dell’ultima edizione del Premio Italo Calvino.

La Treccani gli ha dedicato una pagina enciclopedica.

http://www.treccani.it/enciclopedia/omar-di-monopoli/

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Roberto Dostuni ha scritto il 07 luglio 2020 alle 12:51 :

    Bravo Omar, le persone che come te o come Ferdy Arnò possono dare un contributo importante a cambiare Manduria, hanno non solo il diritto ma quasi il dovere di scendere in campo e impegnarsi in prima persona nel sociale.... e chi vi critica o non ha capito un bel niente o è in cattiva fede! Forza e coraggio, chi vuole bene a Manduria è con voi! Rispondi a Roberto Dostuni

  • Mimma ha scritto il 06 luglio 2020 alle 13:36 :

    Mio dio Nooooooo 😨😲😱! Omar cosa ti hanno fatto ? il vero Omar non avrebbe mai fatto una cosa delgenere con queste persone , Omar qualsiasi cosa ti stiano facendo chiedi aiuto alla polizia o ai carabinieri ! Qualcuno lo aiuti vi prego salvatelo 😭😭😭😭😭 Rispondi a Mimma

  • betty ha scritto il 06 luglio 2020 alle 07:03 :

    nooooooo Omar non ti vendere anche tu!!! Rispondi a betty

    pro copio ha scritto il 07 luglio 2020 alle 19:17 :

    perchè no? tutti si vendono, ma a chi? Ma fai il favore va. Non ve ne va bene mai una e allora candidatevi e vediamo quanto valete. Rispondi a pro copio

  • la francy ha scritto il 06 luglio 2020 alle 06:45 :

    Non avrei mai pensato che" l Uomo Termoionico"👷☝ potesse appoggiare il cognato dell altro sindaco della precedente amministrazione sciolta per Mafia !!! Sapevo che il Dimonopoli simpatizzasse per i 5 stelle ma non sapevo che addirittura si prestasse a questo tipo di operazioni politichesi !!! Che delusione !!! Manduria non merita questo tipo di amministratori in giro per il mondo che con tutto il rispetto per le persone .......amministreranno le sorti del territorio via watzzap o via Skipe? Semplicemente Ridicolo oltre che estremamente Diabolico perché così ad amministrare la cosa pubblica saranno sempre in realtà persone della vecchia politica attraverso incarichi e deleghe interne di natura partitica , o vero come da 40 anni è sempre stato 👥👮Vergogna !!!! Rispondi a la francy

    Senza cuore ha scritto il 07 luglio 2020 alle 15:49 :

    Mi domando se la francy ci è o ci fa? Intanto l'amministrazione precedente non è stata sciolta per mafia. Si documenti prima di sputare in cielo che poi il materiale cade. In secondo luogo cosa c'entra che Pecoraro sia cognato dell'ex sindaco? cosa dovrebbe fare divorziare per non avere un cognato? Terzo punto le candidature di persone che hanno maturato esperienze in altre città e all'estero con culture e conoscenze molto vaste è quello che serve per risollevare le sorti di Manduria.Spero che Pecoraro sia imitato da altri candidati in modo da avere una competizione di qualità e persone con uno sguardo al piccolo e al grande.Certe volte mi viene il dubbio: veramente i nostri compaesani lo vogliono questo? In effetti finirebbe il chiacchiericcio pettegolo. Rispondi a Senza cuore

  • Domenico ha scritto il 06 luglio 2020 alle 06:41 :

    Egregio direttore, Manduria annovera tanti illustri cittadini del passato e contemporanei. Alcuni vivono e svolgono ruoli importanti nella Città, organizzando e guidando rilevanti realtà pubbliche e private di impatto economico e amministrativo notevole per la collettività. Molti altri sono sparsi nel Mondo operando silenziosamente, contraddistinti dalla concretezza e da una autorevolezza conquistate con capacità e onestà, sostenute da ambizioni compatibili. Perché non mette in grado gli elettori di valutare gli aspiranti amministratori in base alla loro biografia, curricula e palmares PERSONALI, loro progetti per il futuro di tutti? Io sono un pochino stanco di strategie, scoop, proclami e invettive, scenari di promesse "in contanti o con cambiali". Ulí sapia quantu pisunu unu pi unu! Rispondi a Domenico

  • Roberto Dostuni ha scritto il 05 luglio 2020 alle 12:36 :

    Ecco un modo apprezzabile di proporsi da parte di un candidato sindaco: far capire da subito la qualità e autorevolezza della "squadra" che si metterà a lavoro per cambiare Manduria. Rispondi a Roberto Dostuni

    Origine Magnitudo ha scritto il 05 luglio 2020 alle 20:32 :

    Una buona domanda dovrebbe rendere insufficiente il suo intervento derubricato a leccatina. Il Pecoraro ama i colpi di taglio ed è piacevolmente attratto dalle religioni. Ma tutte insomma proprio per non lasciare nessuno insoddisfatto. Ma parlare di voglia di cose intellettuali in una cittadina senza fogna nelle marine mi lascia un amarone in bocca. Rispondi a Origine Magnitudo

    Domenico ha scritto il 07 luglio 2020 alle 19:12 :

    potresti dire almeno un primitivo. Giusto per amore di patria. Rispondi a Domenico

  • DEMETRIO.SAMMARCO ha scritto il 05 luglio 2020 alle 11:25 :

    Beh il cielo sopra Manduria comincia ad assumere un altro colore! Rispondi a DEMETRIO.SAMMARCO

  • Egidio Pertoso ha scritto il 05 luglio 2020 alle 10:10 :

    Era ora che questa citta' si svegliasse e persone serie e preparate possano dare un onesto contributo a chi vuol svolgere un ruolo attivo alla "ressurrezione" dopo anni di lunga agonia e morte. Rispondi a Egidio Pertoso

    Enzo distratis ha scritto il 05 luglio 2020 alle 17:08 :

    Sono tutti d'accordo.... vedrete come saliranno al potere spariranno tutti i buoni propositi e riconosceranno a sperperare soldi.... Rispondi a Enzo distratis

    Giovanni ha scritto il 07 luglio 2020 alle 19:14 :

    Va bene e allora che fate vi suicidate? Non mi sembra giusto per i vostri figli. Rispondi a Giovanni