E Moscogiuri al centrodestra

Candidati, inizia la corsa e Sammarco “conquista” Becci

Ultimo acquisto della coppia Sammarco-Mancino, infatti, è quello del movimento creato da Nicola Becci, “Città che vogliamo”

Politica
Manduria martedì 03 dicembre 2019
di La Redazione
Sindaci
Sindaci © Google

Cominciano a farsi calde le riunioni dei partiti in preparazione delle prossime elezioni amministrative manduriane. Sinora l’unico candidato sindaco certo è Mimmo Breccia, leader del movimento social “Manduria Noscia”. Il fabbro che dal niente ha creato un gruppo Facebook seguitissimo con una struttura organizzata come un partito vero e proprio, ha già da tempo messo il suo simbolo di “movimento-partito” su quella che sarà la prossima scheda elettorale per le amministrative. Gli altri si stanno ancora attrezzando. Secondo nome venuto fuori dal cilindro del centrosinistra (monco, però, dei partiti più rappresentativi come il Pd), è quello dell’avvocato Domenico Sammarco. Il presidente della Proloco, più volte candidato sindaco e consigliere nelle liste civiche, senza essere mai riuscito ad ottenere un posto in Consiglio comunale, sta girando in tutte le segreterie dei partiti e movimenti mendicando una candidatura. Che con l’appoggio del suo sponsor principale, Tullio Mancino, comincia a prendere piede. Ultimo acquisto della coppia Sammarco-Mancino, infatti, è quello del movimento creato da Nicola Becci, “Città che vogliamo”. Dopo un primo rifiuto, pare che l’ex democristiano di Uggiano Montefusco, passato poi a sinistra, abbia aderito alla cordata lanciata dalla Proloco e da Manduria Lab in favore di Sammarco.

Altro nome che comincia a farsi spazio nel centrodestra, è quello di Nicola Moscogiuri. Il neo referente manduriano della Lega Salvini, pare abbia avuto il battesimo dal parlamentare Gianfranco Chiarelli che su Manduria ha già rivendicato la candidatura a sindaco per il centrodestra.

Non si è mai spenta, infine, la volontà di Gregorio Pecoraro, già sindaco per due sindacature con il centrosinistra, di ritentare la sorte. Già forte di un gruppo consolidato e collaudato, l’ex sindaco Pecoraro se la dovrà vedere con l’ambizioso Sammarco che a quanto pare non vuole indietreggiare di un millimetro.

N.Din.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Salvatore Masi ha scritto il 06 dicembre 2019 alle 04:55 :

    Secondo te quando mai un politico ha mantenuto quello che prima aveva promesso, a me non risulta . Rispondi a Salvatore Masi

  • Mirko mangione ha scritto il 04 dicembre 2019 alle 11:49 :

    Sta di fatto che è più importante preoccuparsi delle alleanze anziché interessarsi dei veri problemi di manduria... Voglio sentire cosa propongono i nuovi candidati per risolvere i problemi di manduria specialmente quelli come la puzza che entra anche nei loro polmoni...voterò chi ha davvero la coscienza di tenere a cuore i problemi di manduria invece di pensare alle proprie tasche e i propri incarichi grazie Quindi datevi da fare e fatevi sentire in pubblico metteteci la faccia e siate chiari e trasparenti ormai abbiamo bisogno di fatti e non chiacchiere Rispondi a Mirko mangione

    Salvatore Masi ha scritto il 06 dicembre 2019 alle 04:49 :

    Secondo te Rispondi a Salvatore Masi

  • Alessandro il grande ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 21:22 :

    Apposto stiamo sta tornunu con questo elementi non cambieremo mai le sorti di manduria.. Rispondi a Alessandro il grande

  • M. M. ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 17:38 :

    Bastaaaaaaa sempre i soliti volpono che van girando casa casa... Maggio 2020 il cambiamento si avvicina... Rispondi a M. M.

  • giorgio sardelli ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 16:05 :

    MHAAA!!! va LHA? Nicola Becci da berlusconiano a comunista mhaaa!!! Pensate un po voi!!!! Rispondi a giorgio sardelli

  • Gian jasagj ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 15:03 :

    Basta ancora questi personaggi.... Rispondi a Gian jasagj

  • sergio di sipio ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 07:40 :

    Vorrei si cominciasse a parlare di contenuti. Ad esempio da dove iniziare ad elaborare una strategia per Manduria. Poche proposte ma da portare a buon fine. Acqua, fogna, strade, luce, per cominciare. Una scossa che dovrebbe partire dalle periferie con equa distinzione ma distribuite in tutte le direzioni. Attendo risposte possibilmente raccolte in pochi e comprensibili progetti. Rispondi a sergio di sipio

  • lorenzo il capraro ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 07:37 :

    Parliamoci chiaro, a mio modesto parere, qui più che la politica si sta muovendo l'aria rarefatta stantia. Mi auguro per Manduria e la Marina un sindaco/a sui 30 anni, laureato/a senza lavoro ( cosi non ha interessi), che si dedichi alle tante priorità, circondato/a da una Giunta di persone vere, responsabili e competenti. Basta 'ricotta'. Grazie Rispondi a lorenzo il capraro

    leonardo ricotta askanti ha scritto il 03 dicembre 2019 alle 14:30 :

    laureato??? ad amare il proprio territorio non c’è bisogno di una laurea!!! Rispondi a leonardo ricotta askanti

    Lorenzo papparicotta ha scritto il 04 dicembre 2019 alle 10:29 :

    Vedi, oggi il cuore non basta ci vuole anche un bel po' di istruzione. Un comune non è un chiosco bar, specie dopo un commissariamento. Breccia, brava persona ottimo vice sindaco che controlla tutti a svolgere il proprio lavoro correttamente. Molto onore. Il resto, assessori e funzionari ci vuole professionalità Rispondi a Lorenzo papparicotta