«Prevenzione e programmazione»

Durante detta l'agenda per la scelta delle strade

Per evitare di andare a rincorrere ogni volta situazioni di emergenza, sostiene Durante, occorrerebbe una «programmazione generale nell’ambito di una politica di prevenzione con periodici interventi di manutenzione stradale»

Politica
Manduria sabato 09 novembre 2019
di La Redazione
Rifacimento strade
Rifacimento strade © La Voce di Manduria

«Rifacimento manto stradale a Manduria, meglio tardi che mai». E’ quanto afferma l’ex consigliere comunale Arcangelo Durante dopo alcuni lavori di ripristino messi in atto dal comune di Manduria. «Decisione – dichiara il politico - scaturita dalle numerose lamentele dei cittadini ma anche delle centinaia di migliaia di euro che ogni anno si pagano per i risarcimenti di danni a persone o mezzi causati dalle buche».

Per evitare di andare a rincorrere ogni volta situazioni di emergenza, sostiene Durante, occorrerebbe una «programmazione generale nell’ambito di una politica di prevenzione con periodici interventi di manutenzione stradale».

Facendo l’elenco delle strade che meriterebbero precedenze nei futuri e auspicabili interventi, l’ex consigliere fa questa analisi dei costi. «Considerato che con la precedente somma di 155mila euro sono state realizzate 7, 8 strade, con la somma triplicata ed una gestione oculata in questa seconda fase di interventi si potrebbero realizzate molte più strade, chiaramente – conclude - assicurando sempre la manutenzione ordinaria delle buche»

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • sergio di sipio ha scritto il 09 novembre 2019 alle 12:06 :

    Caro Durante vorrei ricordare che anche Torre Colimena è parte integrante di Manduria. Quindi mi aspetto l'aiuto che questo territorio si merita. Non solo per le strade ma per tutti i lavori che saranno programmati : acqua potabile ,fogna, luce , rifacimento strade, giardini ,ordine, demolizioni, parcheggi, spiagge ,parchi giochi e quanto servirà . Con democratica suddivisione. Per questo chiedo alla politica di nominare per i territori extra centrali un supervisore che porti quello che manchi al territorio di cui si occuperà perché lo vive tutti i giorni. Senza pregiudizi di sorta. Un abbraccio al caro Signor Durante. Rispondi a sergio di sipio