Si rischia la galera o la multa

«Il Parlamento boccia il decreto contro l’omofobia? E io lo applico sul mio comune»

La coraggiosa iniziativa del sindaco di Maruggio che firma «l’ordinanza Zan»

Politica
Manduria mercoledì 10 novembre 2021
di La Redazione
Alfredo Longo
Alfredo Longo © La Voce Di Manduria

Bocciati dal Parlamento con quell’applauso che ha fatto indignare la parte più sensibile del Paese, i principi fondamentali del decreto Zani contro tutte le forme di omofobia, sono invece applicate su tutto il territorio del Comune di Maruggio. Il sindaco Alfredo Longo ha firmato ieri un’ordinanza che va proprio in quella direzione.  

«La nostra Campomarino – scrive il primo cittadino riferendosi alle marine del suo comune - da decenni ospita con orgoglio diverse persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender-transessuali, queer ed intersessuali». Poi attacca: «Pur non attivo il decreto Zan, qui vige l’ordinanza Longo».

Due articoli chiarissimi che dettano regole e comportamenti a difesa delle diversità e identità di genere.
Il primo articolo. «È fatto assoluto divieto, su tutto il territorio comunale, di avviare azioni di propaganda di idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, istigazione a delinquere e atti discriminatori e violenti per motivi razziali, etnici, religiosi o fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere o sulla disabilità».
Il secondo articolo. «È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l’incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali, religiosi o fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere o sulla disabilità».

Il non rispetto del presente provvedimento, si legge ancora dell’ordinanza del sindaco Longo, costituisce reato e specificamente violazione dell'articolo 650 codice penale: «Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’Autorità per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene, è punito, se il fatto non costituisca un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro».

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • claudio.spedicato ha scritto il 13 novembre 2021 alle 15:54 :

    Carissimo sindaco ammiro il tuo coraggio. E' difficile vivere in un Paese dove la stragrande parte di noi crede di essere ancora nel 1938. Rispondi a claudio.spedicato

  • Enzo ha scritto il 12 novembre 2021 alle 22:04 :

    Carissimo Sindaco, il "suo" decreto Legge E' illegale! Perché; Quando il decreto entra in vigore, esso è pienamente efficace e va applicato; ma se decade, tutto ciò che si è compiuto in forza di esso è come se fosse stato compiuto senza una base legale. Tutti gli effetti prodotti vanno eliminati perché costituiscono, una volta persa la base legale, degli illeciti, e di conseguenza anche le varie multe del decreto stesso, beh, diciamo come un effetto boomerang, il comune dovrà risarcire il cittadino " violento e/o indisciplinato" !! Perciò il "suo" decreto sarà usato come 🧻 Rispondi a Enzo

    Fulvio Magni ha scritto il 16 novembre 2021 alle 14:40 :

    Non credo, in quanto la modifica al regolamento comunale non viola i principi costituzionali, al contrario fa proprie le raccomandazioni delle sentenze dei giudici. Piuttosto credo che i violenti non si lascino intimorire da una multa. Rispondi a Fulvio Magni

  • Stefania Epifani ha scritto il 11 novembre 2021 alle 10:48 :

    Sei una persona speciale e ti stimo tanto. Complimenti hai fatto qualcosa di unico e importante per tanta gente che ha bisogno di essere tutelata. Rispondi a Stefania Epifani

  • Mirko ha scritto il 10 novembre 2021 alle 15:56 :

    Cu pensa allo schifo che stanno facendo con il dragaggio del porto di Campomarino..anziché farsi pubblicità Rispondi a Mirko

  • P 60 ha scritto il 10 novembre 2021 alle 14:17 :

    Carissimo sig sindaco Longo nessuno vuole fare discriminazione. (Se passava la legge zan era giusto farlo passare x le scuole dicendo che i bambini possono essere concepite tra persone dello stesso sesso).🤔 Rispondi a P 60

  • Fabio perrucci ha scritto il 10 novembre 2021 alle 13:33 :

    Oramai siamo talmente abituati a criticare i politici, che critichiamo anche chi fa delle buone azioni. Non so se ci sono interessi dietro la decisione del sindaco Longo ma bisogna apprezzarne il coraggio. Io penserei a criticare quei sindaci fantasma che forse non sono neanche a conoscenza della legge ZAN, ma che su richiesta di chi magari li ha votati asfaltano le strade non curandosi dei bisogni di tutta la cittadinanza. Rispondi a Fabio perrucci

  • Maurizio ha scritto il 10 novembre 2021 alle 12:01 :

    Chapeau!! Rispondi a Maurizio

  • Ohi mamma ha scritto il 10 novembre 2021 alle 11:56 :

    E beh lui si deve sempre distinguere...solo campagna elettorale...cu va fatia piuttosto Rispondi a Ohi mamma

  • Marco ha scritto il 10 novembre 2021 alle 07:46 :

    206€ = 6x36 6x6x6 666 o sbaglio?? 🧟 Rispondi a Marco

    Leonardo malagnino ha scritto il 10 novembre 2021 alle 14:44 :

    Sbagli!!!36x6 forse fa 216! Rispondi a Leonardo malagnino

    Marco ha scritto il 11 novembre 2021 alle 19:25 :

    Infatti, ho chiesto alla redazione di cancellare il commento... Rispondi a Marco

    Vincenzo ha scritto il 10 novembre 2021 alle 12:44 :

    6x36=216 mancu li cunti... Rispondi a Vincenzo

    Gregorio ha scritto il 10 novembre 2021 alle 22:44 :

    O 6x6, o 6x36 o 66 :6 o ....... non interessa 🤣🤣🤣 secondo me, per chi conosce l’adolescenza del Sindaco, ... tutto questo per mettersi in buona luce dei suoi amici di vecchia data ....Diventa un buon padre di famiglia !!! E per NON pagare l’ammenda fino a 206 euro !! 🤣🤣🤣 Rispondi a Gregorio

    Giancarlo ha scritto il 10 novembre 2021 alle 11:29 :

    Ma santo Dio, neanche i conti? Tornare a scuola! 6x6x6= 216 E poi... ci mancava pure l'allusione satanica. Voglio sperare che sia uno scherzo e non si tratti di autentico ed invasato fanatismo religioso. Rispondi a Giancarlo

  • Gregorio ha scritto il 10 novembre 2021 alle 07:43 :

    Secondo me, il Sindaco Longo , FACI NÙ JAGGIU E DÓ SIRVEZZI , cioè, mi spiego, non se ne può fregar di meno della legge ZAN, : 1) Multe = soldi . 2) Favorire i transessuali e compagnia bella = voti ASSICURATI per la prossima campagna elettorale !! . ... e noi cittadini che c’è la beviamo !!! I politici tutti uguali !! Rispondi a Gregorio

    Maria Teresa Buccoliero ha scritto il 10 novembre 2021 alle 17:03 :

    Evitare sangue, suicidi, paura.Questo sta evitando il sindaco. 👏👏👏 Rispondi a Maria Teresa Buccoliero

    Giuanni cu la camisa cranni ha scritto il 11 novembre 2021 alle 15:40 :

    No! Lui incorre ad avere più consensi per la POLTRONA (🚽gabinetto del Sindaco) Rispondi a Giuanni cu la camisa cranni

    J B ha scritto il 10 novembre 2021 alle 16:57 :

    Certo, Gregorio, sicuramente i voti dei transessuali di Maruggio faranno una enorme differenza ai seggi… per non parlare delle grandi ricchezze che queste multe porteranno. Rispondi a J B

    Giancarlo ha scritto il 10 novembre 2021 alle 11:25 :

    Visto che la maggioranza dei cittadini italiani (e per proiezione, anche maruggesi), hanno le tue idee, coltivate peraltre su un livello culturale che non ti rende capace di scrivere due righe senza disturbanti errori grammaticali ed abusi ortografici), simili ordinanze sono coraggiose, in quanto sottraggono voti, anzicché protarli. Purtroppo sono anche inutili, perché la questione su cui le destre hanno fatto ostruzionismo, era la definizione di identità di genere. Le definizioni sono obbligatorie in una legge, altrimenti essa è inapplicabile. Ecco perché le destre han fatto "caciara" sulla questione: non possono perdere uno sfogatoio importante di odio da parte dei loro fanatici seguaci. Rispondi a Giancarlo

    Gregorio ha scritto il 11 novembre 2021 alle 06:18 :

    Giancà ! Io almeno faccio errori grammaticali ( ahimè ) ma Tu fai errori di memoria, CHE SONO MOLTO PIÙ GRAVI !!! Rispondi a Gregorio

    Gregorio ha scritto il 11 novembre 2021 alle 06:11 :

    Illustrissimo gentilissimo Signor Giancarlo, ti RINFRESCO LA MEMORIA: chi NON ha fatto passare il DDL ZAN, è stato un certo RENZI (onorevole) ed è di sinistra !! Non ti dice niente?? Usa ogni tanto la memoria ESTERNA ( usb) !! 🤣🤣🤣 Rispondi a Gregorio

    Giancarlo ha scritto il 11 novembre 2021 alle 17:19 :

    Non basta proclamarsi di sinistra per esserlo, se poi si fa tutto il contrario. Non è mai stato di sinistra, renzi. È solo un arrampicatore opportunista, purtroppo dotato di furbizia e carisma, che ha soggiogato per un lungo periodo anche gli iscritti al PD. Di fatto ha dato qualche contentino sociale (gli 80 euro, i tablet ed università gratis), a spese dei contribuenti onesti (per esempio non può essere un contribuente onesto uno che manda i figli all'università, con tutte le spese annesse, e poi dichiara un isee di 9mila euro). Dietro la facciata di simili contentini, ha sempre aiutato il suo mandante, silvio berlusconi. Che è lo stesso che fa il moderato, ma foraggia con soldi e televisioni la propaganda dei suoi due complici (manovra a tenaglia, Annibale Caltagirone).

    f.petri ha scritto il 11 novembre 2021 alle 13:52 :

    le ordinanze sono utili a disciplinare situazioni contingibili urgenti non un fatto come quello della discriminazione che rimane nell'alveo della competenza statuale. l'ordinanza emanata è solo uno strumento di propaganda politica perché dal punto di vista giuridico e illegittima

Le più commentate
Le più lette