Giornata pesante pe ril primo cittadino

Vaccino e rischio di processo per mobbing, due prove importanti per il sindaco

Oggi in consiglio comunale e in tribunale

Politica
Manduria giovedì 20 maggio 2021
di La Redazione
Gregorio Pecoraro
Gregorio Pecoraro © La Voce di Manduria

Giornata molto complicata oggi per il sindaco Gregorio Pecoraro che dovrà superare due grossi ostacoli, uno politico e l’altro giudiziario. Il primo riguarda la vicenda della sua presunta vaccinazione avvenuta il 27 febbraio scorso quando i vaccini li potevano ricevere solo i docenti e il personale scolastico in genere. Rimasto in silenzio sinora, Pecoraro sarà costretto oggi a rispondere pubblicamente nel corso del Consiglio comunale odierno, all’interrogazione presentata dal gruppo Progressista. Sarà il capogruppo Domenico Sammarco a fargli la domanda alla quale il primo cittadino non potrà sottrarsi salvo appellarsi al diritto di segretezza di cui ogni cittadino può godere. Una scelta questa che aumenterebbe ancora di più i sospetti e farebbe crollare del tutto la fiducia dei manduriani, perlomeno di quelli che credono ancora nella sua onestà e correttezza.

 L’altra vicenda altrettanto spinosa è quella che si svolgerà nel Tribunale di Taranto dove si saprà se dovrà affrontare o meno un processo che lo vedrebbe alla sbarra con l’accusa di mobbing e violenza psicologica ai danni di una impiegata dell’Ordine dei commercialisti della provincia di Taranto di cui Pecoraro, all’epoca dei fatti, ricopriva l'incarico di segretario. Questa mattina è prevista al Tribunale di Taranto l’appuntamento conclusivo davanti al giudice delle udienze preliminari, Francesco Maccagnano, che si dovrà esprimere sulla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del sindaco commercialista e di altri componenti del governo dei commercialisti che hanno diretto l’Ordine dal 2013 al 2016, periodo in cui una delle impiegate avrebbe subito soprusi, demansionamento e violenza sessuale. Di quest’ultimo reato è accusato solo l'ex tesoriere Riccardo Scialpi che questa mattina sarà interrogato in aula prima che il gup si ritiri in camera di consiglio per la sentenza.

Al sindaco della città Messapica, eletto a settembre dello scorso anno a capo di una coalizione grillina-ambientalista, viene attribuito di aver portato avanti, su istigazione del presidente Latorre, una tale situazione di «demansionamento e inattività privando la donna «di qualsivoglia rapporto con l’esterno (diversamente dai compiti del mansionario) - si legge testualmente nel capo di imputazione –, affidando i suoi lavori ad altre impiegate». Sempre per la procura, alla donna venivano affidati solo «compiti svilenti», attività «meramente materiali come le fotocopie e la sistemazione dei documenti della Tesoreria».
 
Salvo ulteriori slittamenti (la richiesta di rinvio a giudizio risale a gennaio del 2019), il sindaco Pecoraro che è difeso dall’avvocato Raffaele Errico, apprenderà l’esito dell’udienza durante i lavori del consiglio comunale previsto per oggi pomeriggio in modalità telematica. Un suo malaugurato rinvio a giudizio non pregiudicherà la sua carica elettiva che si pregiudicherebbe solo all’esito di una condanna di primo grado. Diverso è l’aspetto politico della questione. 
Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maurizio ha scritto il 21 maggio 2021 alle 07:17 :

    Tale Padre Tale Amministrazione Rispondi a Maurizio

  • Walter ha scritto il 21 maggio 2021 alle 07:15 :

    Urge urgentemente Confessione Con. EMILIO FEDE Rispondi a Walter

  • Giuseppe Buccolieri ha scritto il 20 maggio 2021 alle 09:08 :

    La legge e' uguale per tutti, ma non tutti sono uguali di fronte alla legge. Come finira'? A Catanzaro si dice a tarallucci e vino. Rispondi a Giuseppe Buccolieri

  • Mario Fortunato ha scritto il 20 maggio 2021 alle 07:13 :

    Dovesse saltar fuori che il vaccino o non lo ha fatto a febbraio o che ne aveva diritto, il sig. Sammarco dovrebbe tacere per un bel po' di tempo! E pensare alle cose importanti di Manduria, come la mafia.. Rispondi a Mario Fortunato

    Gregorio ha scritto il 21 maggio 2021 alle 06:21 :

    Buongiorno Sig MARIO, che dice adesso della vigliaccheria verso i più Deboli del PECORARO dopo tante Falsità. Che Primo Cittadino Rispondi a Gregorio

    Antonio ha scritto il 20 maggio 2021 alle 19:45 :

    Salve Mario, chiedo venia, ma vorrei tanto capire cosa ti spinge a dire che il consigliere Domenico Sammarco deve occuparsi della mafia a Manduria? Non mi risulta che il sopracitato sia un magistrato un giudice o facente parte delle forze dell’ordine... magari mi sarò perso qualche passaggio... illuminami... ti ricordo che sui mandati di cattura consegnati ad indagati per mafia,ci sta qualche nome “non indagato” che oggi è consigliere di MAGGIORANZA... giusto x conoscenza magari provieni dalla luna. Rispondi a Antonio

    Mario Fortunato ha scritto il 20 maggio 2021 alle 22:22 :

    Perché si pensa alle cazzate quando il Comune di Manduria è stato commissariato per mafia, prima di questa giunta.. Questo è un dato di fatto! Certo che lui non è un magistrato, ma non fa altro che criticare e puntare il dito su questa maggioranza.. Allora, il vaccino lo ha fatto illegalmente? Siete contenti che vi abbia risposto il sindaco?? Rispondi a Mario Fortunato

    Gregorio ha scritto il 22 maggio 2021 alle 08:08 :

    Le cazzate come lo chiama Lei fanno le cose Grosse, Penza ad oggi! MA MANGIATE NELLO STESSO PIATTO?

    Walter ha scritto il 21 maggio 2021 alle 09:44 :

    Non siamo contenti, ma siamo soddisfatti che si evince la sua Falsità?

    cittadino ha scritto il 20 maggio 2021 alle 17:51 :

    sogna sogna continua a sognare Manduria paese delle meraviglie Rispondi a cittadino

    Mario Fortunato ha scritto il 20 maggio 2021 alle 19:38 :

    Sogno un paese senza mafia.. Rispondi a Mario Fortunato

    cittadino ha scritto il 21 maggio 2021 alle 12:19 :

    Di solito , come acclarato pacifiìcamente , la mafia conta su gente omertosa come lei, che lancia il sasso e nasconde la mano... se davvero SA , ipotizza , faccia nomi, non qui , ma sporga denuncia... altrimenti lei sig Fortunato resta solo un chiacchierone senza alcuna credibilità come il suo amato sindaco.

  • Walter ha scritto il 20 maggio 2021 alle 06:36 :

    Buongiorno, sono uno dei Cittadini che ha Votato il PECORARO. Amareggiato e Pentito, ora posso dedurre dal suo comportamento che non è persona AFFIDABILE ed ONESTA, altrimenti non avrebbe reagito in questo MODO. .DA Persona Onestà si sarebbe dovuto esporre ai Cittadini di spontanea VOLONTÀ chiarendo l'accaduto Rispondi a Walter

    giorgio sardelli ha scritto il 20 maggio 2021 alle 13:07 :

    giusto Walter, Da Sindaco Avrebbe dovuto subito chiarire con i cittadini ora è troppo tardi qualsiasi cosa dirà il cittadino Manduriano è stato offeso da Sig. Pecoraro e perso la sua fiducia gli ho dato il mio voto mi sono pentito da quale pulpito verranno le varie ordinanze future Rispondi a giorgio sardelli

    f.petri ha scritto il 20 maggio 2021 alle 11:51 :

    E se qualcuno invece lo avesse messo nel mirino per delegittimarlo con le chiacchiere di piazza?? c'ha mai pensato, caro elettore pentito?? è opportuno che un sindaco ribatta ai pettegolezzi, quand'anche siano stati amplificati da un quotidiano on line?? Rispondi a f.petri

    Lorenzo ha scritto il 21 maggio 2021 alle 13:28 :

    Sig. Petri, gentilissimo invece di chiedersi come abbia potuto il sig. Breccia entrare in possesso del documento comprovante la vaccinazione negata ( chissà perché), sembrerebbe dallo stesso Sindaco, si chieda, molto più grave, di come mai l'ordinanza di divieto ad utilizzare l'acqua di falda in area discarica, sia stata emessa da codesta Amministratore, parrebbe, 4 mesi dopo l'accertamento degli inquinanti in acqua. Ecco è qui la valenza capacitiva da valutare del Sig. Sindaco. Attendo difesa a spada tratta, da parte sua Sig. Petri con argomenti e non chiacchiere da bar. Sa' c'è in ballo la salute pubblica di nuclei famigliari e non la sagra 'delli purpetti'. Grazie e scusi la mia invadenza ed ignoranza. Rispondi a Lorenzo

    Mario Fortunato ha scritto il 22 maggio 2021 alle 07:33 :

    C'è e c'era un'indagine dell' antimafia, magari non potevano far trapelare niente per non rischiare di far saltare la copertura e le indagini e l'hanno comunicato dopo.. Forse è per questo motivo, guarda caso dopo l'ordinanza del Sindaco, è saltata fuori l'indagine con i primi indagati!

    cittadino ha scritto il 21 maggio 2021 alle 12:24 :

    Adesso la colpa è di chi ha scoperto la magagna, in perfetto stile mafioso, Distogliere l'attenzione dal fatto e da chi lo ha commesso, e puntare il dito su chi lo ha scoperto....che pena e che vergogna, davvero ripugnante Rispondi a cittadino

    giorgio sardelli ha scritto il 20 maggio 2021 alle 19:22 :

    Sig. petri, con maggior ragione doveva subito chiarire con chi lo ha votato e tutti i cittadini che lui rappresenta questa non è una controversia tra privati dalle prove si conferma che si è vaccinato e non solo lui in un momento che i vaccini erano riservati agli aventi diritto di quel periodo e lui insieme alla compagnia varia non ne avevano diritto Rispondi a giorgio sardelli

    f.petri ha scritto il 20 maggio 2021 alle 23:04 :

    chiarire cosa? chi gli ha chiesto pubblicamente conto di cio?

    matteo smeraldi ha scritto il 20 maggio 2021 alle 16:40 :

    se fosse persona intellettualmente onesta e non avesse nulla da nascondere alle prime avvisaglie di dubbi doveva chiarire la sua posizione, non dimenticate che è stato portato in questura copia del certificato vaccinale ricevuto in anonimato dal consigliere Breccia. E comunque confido sempre nella buona fede e nella non conoscenza, della persona, di chi ha votato Pecoraro che già in passato è stato sindaco ed abbiamo visto tutti come è finita. Rispondi a matteo smeraldi

    Mario Fortunato ha scritto il 21 maggio 2021 alle 07:50 :

    Si è vaccinato legalmente, con i vaccini rifiutati da altri, come farò io! Quindi basta con queste stupidaggini e pensate alle cose serie..

    f.petri ha scritto il 20 maggio 2021 alle 23:02 :

    ecco io mi interrogherei su come Breccia sia entrato in possesso di un certificato vaccinale altruibper esempio ...