Lettera anche al presidente del Consiglio

Info point della giustizia, il consigliere Duggento sollecita il sindaco a partecipare al bando

Gli Enti interessati hanno 90 giorni, dalla data della pubblicazione del bando (15/12/2020), per manifestare il proprio interesse ad attivare sul proprio territorio gli “Uffici di Prossimità della Giustizia

Politica
Manduria venerdì 15 gennaio 2021
di La Redazione
Dario Duggento
Dario Duggento © La Voce di Manduria

Il consigliere comunale Dario Duggento ha invitato il sindaco e il presidente del Consiglio comunale di Manduria a rispondere all’avviso pubblico della Regione Puglia per la selezione dei comuni singoli e delle associazioni di comuni potenzialmente interessati ad attivare gli Uffici di Prossimità della Giustizia. La funzione di tali sportelli sarà quella di garantire un servizio completo e integrato di orientamento e consulenza ai fini della trasmissione degli atti che non richiedono l’assistenza dell’avvocato, come i ricorsi in materia di Codice della Strada, talune istanze, allegati e rendiconti.

In buona sostanza, i cittadini potranno avere a disposizione un punto di riferimento istituzionale più vicino alla propria abitazione, al fine di adempiere alle pratiche per le quali, finora, si rendeva necessario recarsi in tribunale e, nel contempo, per accedere ai servizi collegati, forniti dalle ulteriori Istituzioni coinvolte nel progetto, quali Regioni, Comuni e Uffici giudiziari.

Gli Enti interessati hanno 90 giorni, dalla data della pubblicazione del bando (15/12/2020), per manifestare il proprio interesse ad attivare sul proprio territorio gli “Uffici di Prossimità della Giustizia.

Allegando alla lettera indirizzata al primo cittadino e al presidente del Consiglio la copia del bando in questione, il consigliere Duggento esorta il sindaco «a presentare per il Comune di Manduria, secondo le procedure di rito e nei termini previsti, presso la Regione Puglia, la manifestazione di interesse diretta ad attivare sul nostro Comune l’Ufficio di Prossimità della Giustizia».
Duggento chiede inoltre «al presidente del Consiglio di portare a conoscenza di tale missiva la Giunta e i Consiglieri tutti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti