Tempi lunghi per la torre saracena

Dopo la torre, la tempesta danneggia anche la salina di Colimena

Margini crollati. "Potrebbe creare problemi” sostengono i residenzi

Locali
Manduria mercoledì 20 novembre 2019
di La Redazione
Il canale della salina
Il canale della salina © La Voce

Perde pezzi anche il canale che collega il mare alla Salina di Torre Colimena. Gli argini sono crollati a causa della forte tempesta dei giorni scorsi e i tufi sono caduti all’interno, creando una barriera che, alla prima mareggiata, porterà via, con molta probabilità, la terra/sabbia laterale. “Potrebbe creare problemi” dicono i residenti del luogo, “e ci potrebbe essere il rischio, se non viene presto risistemata, che il mare distrugga tutto il lavoro fatto”. Bisognerà capire se il direttore delle Riserve, Alessandro Mariggiò, è stato avvisato del problema e se si sta già attivando per ripristinare le situazioni danneggiate.

Si leccano ancora le ferite subite dal brutto tempo, ma dopo un primo momento di stima dei danni, ora è tempo di capire bene cosa fare e quando, perché non occorre attendere molto, o almeno non si dovrebbe. La torre Saracena di Torre Colimena, ferita in un fianco, attende ancora di essere riparata: la competenza esclusiva della torre è della Soprintendenza alla quale sappiamo che il Comune di Manduria ha già chiesto che vengano effettuati gli interventi necessari. Occorre attendere, come sempre, certo nessuno si aspetta, dopo solo una settimana, che venga già riparata, ma sicuramente nessuno vorrebbe aspettare tanto tempo per rivederla riparata e in forza, come sta aspettando di vedere riparato il timpano della chiesa di Manduria che crollò un anno fa a causa della tromba d’aria. É ancora lì che aspetta di essere ricostruito e l’unico gesto eseguito dalla Soprintendenza è stato quello di mettere l’impalcatura, ma senza eseguire i lavori, almeno fino ad ora. Troppo poco davvero. Si sa che il Comune di Manduria non ha alcuna competenza sulla Torre, anche volendo non potrebbe spostare nemmeno una pietra della torre, ma nessuno griderebbe allo scandalo se almeno si recuperassero i sassi/tufi della torre che il vento ha sparso intorno e che rischiano di essere dispersi. Forse quella o quelle anime buone che hanno voglia di recuperare le pietre per rimetterle vicine alla Torre, in attesa di essere rimesse al loro posto, potrebbero mai rischiare qualcosa per averle solo recuperate? Non lo crede nessuno o almeno si spera che non si verifichi. La buona volontà di fare qualcosa per la propria terra non deve essere ostacolata.

Monica Rossi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • lorenzo ha scritto il 20 novembre 2019 alle 09:45 :

    Che il Comune di Manduria, si decida con un referendum a lasciare definitivamente Torre Colimena al Comune di Avetrana. Quando non ce la fai a star dietro a Manduria stessa ( vedi degrado e barriere architettoniche), come puoi pensare di curare Torre? Ah vero gli introiti annuali IMU valgono molto. Per i residenti di Torre, ottimo preoccuparsi per quello che si vede alla Salina. Cerchiamo di segnalare gli scarichi abusivi dei pozzi neri, gli incendi oramai fissi e d'estate le roulotte e caravan parcheggiate in zone vietate. Non che certe attività "storiche" dentro il demanio o case abusive mai abbattute a fregio della Torre. Grazie Rispondi a lorenzo