Posti riservati agli interni e agli ex militari

Concorso, 3.300 domande per pochi posti

L’amministrazione comunale affiderà le procedure di selezione ad una società specializzata, per la cui ricerca è stata avviata la relativa procedura con una previsione di spesa pari a circa 15mila euro

Locali
Manduria martedì 19 novembre 2019
di La Redazione
Concorso
Concorso © Nikolay Georgiev from Pixabay

Dovrebbero partire a breve le selezioni per la copertura di 14 posti di ruolo al comune di Manduria. Le domande presentate sono tremila e trecento, 1.300 candidati (circa) per l’assunzione di 5 unità di “collaboratore amministrativo” categoria “B/3” e 2.000 per 9 posti di “istruttore amministrativo” di categoria “C”. Per entrambi i profili, è prevista la riserva del 50% per il personale interno oltre al 30%, per la sola categoria B, riservato ai militari volontari in ferma prefissata che hanno completato il servizio senza demerito.

L’amministrazione comunale affiderà le procedure di selezione ad una società specializzata, per la cui ricerca è stata avviata la relativa procedura con una previsione di spesa pari a circa 15mila euro, che avrà il compito di fare una prima scrematura. Tutti i 3.300 pretendenti dovranno superare una prova per passare ad una successiva selezione con colloquio. Solo trenta passeranno alla fase successiva (20 per il ruolo categoria C e 10 per quella B) e saranno coloro i quali avranno raggiunto almeno un punteggio di 21 su 30. I primi trenta sosterranno due prove: l’elaborazione di un testo (tema) e un test con quesiti aperti sulle materie ordinamento enti locali, nozioni di diritto amministrativo, nozioni di diritto costituzionale, nozioni di informatica su programmi di videoscrittura, fogli di calcolo, navigazione web (per istruttore amministrativo); ordinamento enti locali, nozioni d’informatica su programmi di video scrittura e navigazione internet).

Gli idonei delle due prove scritte che otterranno un punteggio di 21 su 30, saranno sottoposti ad un’ultima prova orale che consiste in un colloquio da svolgersi in luogo pubblico sulle seguenti materie: ordinamento enti locali, diritto amministrativo/legislativo pubblico impiego, diritto costituzionale, nozioni di contabilità (per istruttore amministrativo); ordinamento enti locali, nozioni sulla legislazione del pubblico impiego (per collaboratore amministrativo). La commissione esaminatrice sarà composta da tre professionisti esterni che saranno reclutati attraverso un avviso pubblico e dovranno avere una comprovata esperienza nei settori amministrativo, finanziario e in lingue straniere. Uno di loro sarà nominato presidente.

Lascia il tuo commento
commenti