A Manduria quello che altri comuni non vogliono

"Siamo la pattumiera felice di mezza Puglia"

La coordinatrice provinciale azzurra prende spunto da ciò che si sta verificando da giorni sulla testa dei manduriani e del loro ambiente nel silenzio più totale della politica

Locali
Manduria sabato 20 luglio 2019
di La Redazione
Francesca Franzoso
Francesca Franzoso © Google

«Manduria, orfana di un’amministrazione comunale ordinaria che possa tutelarla, è diventata per la Regione Puglia la terra di nessuno e pattumiera di mezza Puglia». La consigliera regionale di Forza Italia, Francesca Franzoso, descrive così il triste e drammaticamente vero stato in cui versa la cittadina Messapica sempre più bistrattata e dimenticata da tutti.

La coordinatrice provinciale azzurra prende spunto da ciò che si sta verificando da giorni sulla testa dei manduriani e del loro ambiente nel silenzio più totale della politica e dell’ambientalismo militante locale fatta eccezione per qualche articolo di stampa spesso deriso o non preso in considerazione da chi potrebbe fare qualcosa ma preferisce fare altro. «Dopo l’ordinanza dei sindaci di Poggiardo e Cavallino, in provincia di Lecce con cui è stato disposto ai gestori dei rispettivi impianti il divieto di conferimento della frazione organica prodotta nella provincia di Brindisi – denuncia Franzoso - Manduria è rimasto l’unico sito “disponibile». Proprio così: tutta la spazzatura a Manduria, negli impianti sulla via per San Cosimo alla Macchia gestiti da Manduriambiente, la mega discarica già completata e autorizzata con un sopralzo durante la passata amministrazione del sindaco Roberto Massafra.

«Stando a quanto dichiarato dall’assessore all’ambiente Gianni Stea – fa sapere la consigliera di Torricella -, l’ammontare settimanale dei conferimenti aggiuntivi, provenienti dal brindisino e diretto a Manduria, è pari a 900 tonnellate di rifiuti. Che si sommano a quelle già ospitate nelle capienti vasche di Manduriambiente.

Perché a Manduria sì e a Poggiardo e Cavallino no, lo spiega la stessa Franzoso. «Le motivazioni su cui i sindaci, ai quali spetta la salvaguardia e la tutela dell’igiene e della sanità pubblica, puntellano i loro provvedimenti – fa sapere - sono gravi: non conformità dei rifiuti urbani conferiti presso l’impianto, violazione dell’AIA, livello intollerabile di insalubri emissioni odorigene». Insomma tutto il male derivante dai rifiuti che altri comuni rimandano indietro a Manduria che accoglie tutto.

«Dal 17 al 20 luglio 2019, e sicuramente a seguire, considerato che la mancanza di impianti non si risolve nel giro di una settimana – insiste Franzoso - a Manduria conferiranno la frazione organica dei rifiuti i comuni di San Pietro Vernotico, San Donaci, Torchiarolo, Mesagne, Francavilla Fontana, Ceglie Messapica, Oria, Latiano, Torre Santa Susanna, San Pancrazio Salentino, Villa Castelli, Erchie, San Michele Salentino. Ostuni, San Vito dei Normanni e Carovigno». Oltre ai soliti di Avetrana, Carosino, Faggiano, Fragagnano, Grottaglie, Leporano, Lizzano, Maruggio, Monteiasi, Monteparano, Pulsano, Roccaforzata, San Giorgio Ionico, San Marzano, Sava e Torricella. Eccezionalmente anche Trani ed altri grossi comuni del barese. Ne vogliamo di più?

Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio ha scritto il 20 luglio 2019 alle 19:14 :

    Veramente la nostra città raccoglie la spazzatura di tutta la provincia di Brindisi e nn solo. Io abito sulla circumvallazione e vedo transitare giornalmente in tutte le ore i vettori che trasportano rifiuti provenienti da molti paesi. Vedo autotreni pieni che svoltano sulla via per San Cosimo lasciando una scia maleodorante dietro di sè.Come può una piccola discarica accettare tutto questo senza che nessuno ( Commissari dove siete?) si opponga e blocchi questo sopruso.Anche questa sera (domenica 0re 21.00) rientriamo in casa e serriamo porte e finestre perchè il cattivo odore ci aggradisce.Le associazioni ambientaliste tacciono.Concludo affermando che è una grande vergogna condannare una intera popolazione a questa tortura. La magistratura, la guardia di finanza,l'Ufficio igiene?????. Rispondi a Antonio

    C.F. ha scritto il 21 luglio 2019 alle 11:17 :

    Ma scherzi? Questi che tu citi c'hanno tutti famiglia. Specie la magistratura, e s'è visto proprio ultimamente che hanno liberato degli assassini nonostante le prove schiaccianti filmate. E poi se ti ribelli e fai un esposto, oltre a criminalizzare te (che c'hanno famiglia pure loro), gli avvocati (tutti in quota destra+centrodestra) fanno fare le analisi da qualche altra parte, e dichiarano che esce acqua santa, termale e curativa. L'esempio di un paesino del barese, dove hanno denunciato il via-vai di camion a tutte le ore. La discarica lì era nuova, quindi il percolato ci metterà un po' a far danno. Un avvocato di là, onorevole di FI, le analisi le ha chieste nei pozzi giusti, ma è chiaro che *ancora* la falda non era inquinata. E quindi tutto in regola. Rispondi a C.F.

  • Walter ha scritto il 20 luglio 2019 alle 18:30 :

    La situazione è drammatica il nostro sottosuolo è strapieno di inquinanti essendo un terreno del tutto calcareo in un attimo il percolato, un mega cancerogeno diventa un affluente, per le nostre falde con le quali annaffiato gli ortaggi che giornalmente mangiamo... Bisogna bloccare assolutamente Manduriambiente... Rispondi a Walter

  • leo ha scritto il 20 luglio 2019 alle 09:54 :

    noi manduriani dobbiamo RINGRAZIARE la franzoso .l'unica a metterci la faccia nel denunciare lo scempio su manduria.dovremmo fare qualcosa di concreto e protestare davvero.vabbè adesso ci sono le ferie poi san gregorio con le feste di natale,decideremo nei prossimi anni come organizzare una piccola protesta giusto per coscienza.scherzi a parte questa situazione è dovuta al fango buttato su manduria,accusata di collusione mafiosa MA SENZA MAFIA . intanto migliaia di tonnellate di mer.. arrivano sul nostro bel paese messapico lo scioglimento del cosiglio comunale e tutto il resto è troppo. Rispondi a leo

    Alessandro il grande ha scritto il 22 luglio 2019 alle 07:42 :

    Caro Leo noi dobbiamo ringraziare la franzoso anche per il depuratore che ci stanno facendo ,anzi suo padre che con le sue influenze politiche ci ha fatto un depuratore sulle nostre coste che serviva più a Sava e non a manduria..se lo doveva fare a torre ovo il depuratore..perciò caro Leo prima di parlare informati come stanno realmente ma realmente le cose non girare intorno al problema ipocrisia assurda e poi la franzoso prende 14 mila euro al mese..e sta facendo campagna elettorale perché ha remato sempre contro Manduria a favore di Sava io li manderei tutti a casa.. Rispondi a Alessandro il grande

Le più commentate
Le più lette