Piccole guide

“Ti racconto la mia città....”

Giovedì 6 e sabato 15 dicembre, gli studenti delle classi terza A,B,C,D,E della Scuola Secondaria di I° Grado “Marugj-Frank”, dell’Istituto Comprensivo “M. Greco”

Locali
Manduria sabato 08 dicembre 2018
di La Redazione
Marugj-Frank di Manduria
Marugj-Frank di Manduria © La Voce

Giovedì 6 e sabato 15 dicembre, gli studenti delle classi terza A,B,C,D,E della Scuola Secondaria di I° Grado “Marugj-Frank”, dell’Istituto Comprensivo “M. Greco”,daranno voce alla storia del proprio territorio, valorizzandone il patrimonio artistico e architettonico. I conventi degli Agostiniani, degli Scolopi e dei Francescani e i rispettivi chiostri conferiranno un’atmosfera di raffinata bellezza all’intera manifestazione. La serata sarà allietata da un concerto che vedrà l’esecuzione di vari brani natalizi e sarà arricchita dall’esposizione di manufatti. La storia, l’arte e la musica, quale connubio perfetto per descrivere la maestria degli studentie dei professionisti coinvolti.

Le due serate rappresentano il momento conclusivo di un progetto PON finalizzato all’orientamento degli studenti in uscita dalla Scuola Secondaria di I° Grado. E quale migliore occasione di orientarsi, se non partendo dalla conoscenza del proprio territorio? L’apprendimento attivo, ossia il processo dell’imparare facendo, ha permesso ad ogni allievo di esprimere le proprie peculiari potenzialità, mostrando ottime capacità di adattamento e flessibilità al lavoro proposto. Alcuni ragazzi hanno scelto il percorso formativo volto alla definizione del profilo delle “miniguide” turistiche che accoglieranno i vari visitatori, conducendoli in un viaggio alla scoperta della storia del territorio manduriano. Altri studenti hanno organizzato la manifestazione dal punto di vista propagandistico, creando cartoline, locandine e manifesti pubblicizzanti l’iniziativa. L’Arte della ceramica ha permesso, infine, ad ogni allievo di imprimere il proprio segno nell’argilla, un impronta fisica che ha reso ciascuno realisticamente consapevole delle proprie capacità e attitudini. Due serate all’insegna del gusto per il bello, un bello che arricchisce di un piacere e di una letizia che riluce da fuori, proprio come quella sublime raffinatezza che dona splendore ad ogni luogo di interesse storico e artistico.

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette