Botta e risposta tra sindacati

I vigili urbani attaccano i vigili del fuoco: solo chiacchiere da bar e se parlassimo noi

Per il coordinatore provinciale Taranto e Brindisi del sindacato autonomo vigili urbani, Di.C.C.A. Sulpm, la lamentata irraggiungibilità della polizia municipale di Manduria sarebbe da attribuire al sistema di telefonia

Locali
Manduria sabato 10 novembre 2018
di La Redazione
Vigili del Fuoco di Manduria
Vigili del Fuoco di Manduria © La Voce

Dopo la denuncia del rappresentante della «Uil vigili del fuoco», Rocco Mortato, secondo la quale gli agenti di polizia locale di Manduria non interverrebbero quando sono allertati dai pompieri («o non sono in alcun modo rintracciabili o comunque non intervengono per gli adempimenti di loro specifica competenza supportare le squadre», si legge nella nota sindacale inviata al comandante provinciale del Corpo), giunge la piccata risposta del rappresentante di categoria dei vigili urbani. Per Enrico Giannini, che la firma, maresciallo in servizio al comando provinciale del comune di Brindisi, quelle raccontate dalla Uil sarebbero «notizie da bar» senza «nessun riferimento a fatti precisi e concreti ovvero relazioni scritte ed inviate nell’immediatezza dei fatti», ma «solo generiche lamentele che lasciano il tempo che trovano». Per il coordinatore provinciale Taranto e Brindisi del sindacato autonomo vigili urbani, Di.C.C.A. Sulpm, la lamentata irraggiungibilità della polizia municipale di Manduria sarebbe da attribuire al sistema di telefonia del comando della città Messapica «provvisto di avviso di chiamata e quindi quando il personale è occupato in altra chiamata, all’utente che prova ad effettuare il contatto telefonico risulta la linea libera e sembra che nessuno risponda». Se qualcuno si lamenta di questo, come hanno fatto i vigili del fuoco attraverso il loro rappresentante sindacale, secondo Giannini, «e in malafede ed ha pregiudizi». «È forse una colpa non avere una voce che risponde “il piantone è occupato in altra comunicazione, attendere prego”?», chiosa il sindacalista della polizia urbana secondo cui «la gente ed in questo caso Vigili del Fuoco, i quali dovrebbero essere a conoscenza di tale situazione – scrive - dovrebbe attendere che la telefonata precedente finisca e quindi riprovare».

Chiedendo di conoscere «le particolarità dei fatti contestati» dal sindacalista dei pompieri, riservandosi «tutti i mezzi legali per tutelare la categoria», il vigile urbano sindacalista risponde per le rime alle accuse della Uil-pompieri non risparmiando altrettante frecciate al personale dal casco rosso. «Se dovessimo utilizzare delle puerili rivalse – scrive Giannini facendo intendere di essere a conoscenza di episodi che non farebbero onore ai vigili del fuoco -, forse potremmo facilmente elencare qualche défaillance o strafalcione, questa volta concreto e reale, di qualche caposquadra o semplice vigile del fuoco».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Io.una.volta.li.ho.visti. ha scritto il 10 novembre 2018 alle 13:38 :

    Invece di criticare i vigili urbani di Manduria, pensate al lavoro che fanno! Quei poveretti grondano di sudore per tutto il giorno, e nessuno si degna di offrire loro un bicchiere d'acqua o una pagnotta...(!) per ristorarli, si tratta solo di piccole gentilezze che gratificherebbero il loro duro lavoro. Lavorano per noi, ma nessuno li coccola come meriterebbero. Prendete quindi un piccolo impegno con la vostra coscienza, e la prossima volta che ne incontrate uno mentre lavora................... (?), offritegli uno stuzzichino, un cordiale, un pasticciotto o delle caldarroste, vedrete che riempirete il suo cuore di gioia e letizia. Pensateci. Rispondi a Io.una.volta.li.ho.visti.

  • antonio.dimitri ha scritto il 10 novembre 2018 alle 12:48 :

    Io sto dalla parte dei vigili del fuoco. In varie occasioni mi sono rivolto ai vigili urbani per il problema di occupazione del mio passo carrabili. La risposta: " Non c'è disponibilità della pattuglia" oppure " la pattuglia è impegnata per un TSO" in più di qualche occasione. Ultimamente, a seguito della tromba d'aria del 28 ottobre u.s,, in data 30 ottobre ho interessato il comando della polizia municipale, con lettera corredata da foto, per una richiesta urgente di transennamento di una piccola area della mia abitazione in quanto interessata al pericolo di crollo, si sono presentati in data 8 novembre ( 10 giorni dopo la comunicazione). Per fortuna avevo provveduto in proprio a ripristinare il danno ed a mettere in sicurezza la zona! Rispondi a antonio.dimitri

  • Stanco Edeluso ha scritto il 10 novembre 2018 alle 12:36 :

    ...behhhh....se vogliamo, si potrebbe aggiungere altro...vogliamo parlare dei vigili urbani tutti bellini in divisa medagliata questa estate a San Pietro in Bevagna a chiacchierare con questo e quello sull’incrocio in piazzetta?!?!?...dopo diverse segnalazioni della gente ed anche del sottoscritto sulla presenza di un tizio alquanto losco che nel parcheggio pubblico libero nella sede dell’ex mercato ( fronte giostre) minacciava la gente che si rifiutava di pagare a lui il pedaggio....la risposta è stata, con ironia dei presenti, compreso il comandante...”lo sappiamo, denunci l’accaduto alle forze dell’ordine”. Senza parole e per paura di ripercussioni e danni all’auto, ho preferito andar via......senza parole! Rispondi a Stanco Edeluso

  • Alessandro il grande ha scritto il 10 novembre 2018 alle 09:36 :

    Bè se parlassi io chiate su chiamate segnalazioni su segnalazioni hai vigili urbani di dterreni usati come discariche abusive illuminazione pubblica mancante ma non la lampadina proprio impianto messo in sicurezza e lasciato lì a marcire da quasi un anno , adesso il loro motto è siamo impegnati con i danni della tromba d'aria come se stessero loro con la pala in mano ..oggi tutti alla giornata della memoria con la divisa della domenica..ma una giornata del lavoro quando la faranno...a Rispondi a Alessandro il grande

Altre news
Le più commentate
Le più lette