Il sindacato scrive al comando provinciale

Vigili del fuoco contro vigili urbani: “noi lasciati da soli”

Una grave mancata collaborazione tra corpi deputati alla sicurezza pubblica, quella denunciata dalla Uil, che richiede l’intervento degli organi superiori di controllo

Locali
Manduria giovedì 08 novembre 2018
di La Redazione
Vigili del fuoco e urbani
Vigili del fuoco e urbani © La Voce

I vigili urbani di Manduria negherebbero il proprio supporto ai vigili del fuoco quando un loro intervento viene richiesto per svolgere funzioni di servizio. La denuncia è contenuta in una circolare inviata al comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Taranto, ingegnere Giampiero Rizzo, dal segretario territoriale della «Uil Pa Vigili del fuoco», Rocco Mortato. «Giungono spesso alla scrivente – si legge – lamentele secondo cui i vigili urbani di Manduria, seppure allertati dalla nostra sala operativa provinciale, o non sono in alcun modo rintracciabili o comunque non intervengono per gli adempimenti di loro specifica competenza cosa che – prosegue la nota del sindacato di categoria -, determina spesso un grave pregiudizio alla pubblica incolumità».

Richiamando la necessità del contributo del copro di polizia urbana, il sindacalista ricorda i casi «in cui si rende necessario un supporto alla viabilità o addirittura l’interdizione temporanea della viabilità al fine di completare in sicurezza gli interventi di soccorso tecnico urgente ovvero – si specifica – più in generale per altre necessità di loro specifica competenza».

Una grave mancata collaborazione tra corpi deputati alla sicurezza pubblica, quella denunciata dalla Uil, che richiede l’intervento degli organi superiori di controllo. Per questo la Uil Pa, sempre nella stessa lettera inviata ieri a Taranto, chiede l’interessamento diretto del prefetto di Taranto, Donato Giovanni Cafagna e dei commissari straordinari che amministrano la città Messapica. «Un intervento finalizzato – suggerisce il dirigente del sindacato di categoria –, al superamento di questa paradossale situazione che porta a non avere supporto alcuno per le squadre di soccorso tecnico urgente costrette a vedere allungare i tempi di completamento degli interventi con gli inevitabili riflessi che tale situazione comporta».

Attualmente, secondo quanto viene riportato sul portale internet del comune di Manduria, l’organico del corpo di polizia locale diretto dal maggiore Enzo Dinoi è composto da 24 agenti di cui 19 addetti alla viabilità, infortunistica e pronto intervento, quelli, cioè, che dovrebbero intervenire nei casi lamentati dai vigili del fuoco che a loro volta hanno un organico numericamente uguale con la differenza che devono coprire un territorio vastissimo composto da più comuni.

N. Din.

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette