Già stella Michelin nel 2019

La stella verde Michelin allo chef del "Casamatta" di Manduria

Vince così questa nuova sfida enogastronomica con una cucina di grande carattere dai sapori mediterranei che prepara con le materie prime dell’orto dell’antico Castello

Locali
Manduria giovedì 25 novembre 2021
di La Redazione
Pietro Penna
Pietro Penna © La Voce Di Manduria

Il ristorante “Casamatta” del Vinilia Wine Resort di Manduria si aggiudica la stella verde Michelin per risparmio e produzione di energia e attenzione allo spreco.

Lo chef Pietro Penna (già stella Michelin nel 2019) vince così questa nuova sfida enogastronomica con una cucina di grande carattere dai sapori mediterranei che prepara con le materie prime dell’orto dell’antico Castello.

La scrupolosa selezione della stella verde Michelin è legata al costante confronto con i produttori locali per un’esperienza di gusto a tavola ricercata, racconto di una Puglia che eleva la terra fino alle emozioni. Il riconoscimento green della guida, infatti, premia i ristoranti all'avanguardia nel campo della sostenibilità, responsabili e consapevoli delle conseguenze etiche e ambientali dell’attività.

Il ristorante manduriano è l’unico della provincia di Taranto a meritarsi il riconoscimento verde Michelin. Ecco gli altri: Carovigno (BR) – Già Sotto l’Arco; Conversano (BA) – Pashà; Lecce  – Bros’; Lecce– Primo Restaurant N; Ostuni (BR) – Cielo;
Peschici (FG) – Porta di Basso; Putignano (BA) – Angelo Sabatelli; Savelletri (BR) – Due Camini; Trani (BT) – Casa Sgarra; Trani (BT) – Quintessenza.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Vacanziere ha scritto il 25 novembre 2021 alle 13:20 :

    Peccato che illustri cittadini non sono partecipi del degrado paesaggistico soprattutto la la incantevole marina di San Pietro e specchiarica e torre colimena abbandonate con ruderi sulla spiaggia da decenni.illustri cittadini di Manduria come il rinomato chef. Aiutateci a palazzo a scardinare l'indifferenza e ignoranza.grazie Rispondi a Vacanziere

    Cosimo Palummieri ha scritto il 26 novembre 2021 alle 07:46 :

    Hai ragione. Sono nato a Manduria e purtroppo devo dire che nonostante l'alternarsi dei sindaci, sono oramai decenni che quella zona è lasciata a se stessa, anzi ora vogliono addirittura inquinare il mare con gli scarichi nello stesso. Quella zona è denominata i Caraibi della Puglia ma se continua la non curanza delle autorità e la maleducazione dei villeggianti depositando rifiuti di ogni genere in qualunque angolo, ben presto sparirà dalla cartina geografica. Rispondi a Cosimo Palummieri

  • Francesco Sergi ha scritto il 25 novembre 2021 alle 09:28 :

    Una riconferma che completa un percorso di grande professionalità e passione. Un ulteriore stimolo in prospettiva di nuovi obiettivi. La Puglia continua a far parlare di sé, Manduria è di fatto polo attrattivo in campo enogastronomico, Pietro PENNA si conferma tenace e scrupoloso condottiero. Grazie per ben rappresentarci. Rispondi a Francesco Sergi