La polemica in consiglio comunale

Tassa sui rifiuti: cresce per molti, diminuisce per pochi

Diluizione dei pagamenti dimezzata

Locali
Manduria venerdì 30 luglio 2021
di La Redazione
Contribuenti
Contribuenti © La Voce di Manduria

La maggioranza verde-grillina del sindaco Pecoraro ha aumentato la tassa sui rifiuti per il 2021 dell’1,7% riconoscendo delle riduzioni sensibili per le utenze domestiche e commerciali con basso reddito. Questa agevolazione è stata possibile grazie ai fondi Covid stanziati dal governo che per il 2021 si aggirano intorno a 372mila euro. Poca cosa se si considera il gettito complessivo a carico delle famiglie manduriane pari a sei milioni di euro. 
Queste riduzioni che andranno solo ad alcune famiglie disagiate e alle attività commerciali con bilanci bassi, sono servite alla maggioranza per annunciare una diminuzione della tassa di cui beneficeranno in pochissimi mentre per la stragrande maggioranza delle famiglie il tributo aumenterà di quasi il 2 percento. Questo stratagemma è stato occasione di scontro con le opposizioni che hanno smascherato il trucco.  

Tale aumento, subito denunciato dal consigliere Domenico Sammarco del gruppo Progressista, è stato confermato durante la seduta consiliare dallo stesso Michele Matino del gruppo Gea che per giustificare i rincari ha detto che non si poteva fare diversamente dando la colpa alla Gial Plast (la società incaricata del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti) che subentrando nel contratto di appalto della Igeco, secondo Matno avrebbe operato degli aumenti. Cosa assai strana per un’azienda che subentra nel contratto e nel capitolato poter aumentare i costi stabiliti da un bando e in una gara pubblica.
Ad ogni modo il gruppo Gea, battendosi il petto e con il solito “coltello nelle carni”, ha poi votato per l’approvazione della delibera e dell’aumento insieme ai più allegri grillini e gli altri del gruppo Pecoraro-Dinoi.

Accesa è stata anche la discussione tra il capogruppo del movimento 5 stelle e il consigliere di minoranza Mimmo Breccia che ha messo in relazione l’aumento dei costi del servizio spazzatura con la mancanza di un centro di raccolta rifiuti nelle marine cercando così di rendere digeribile la discarica controllata in costruzione all’interno del parco circondato da abitazioni e a due passi dalla Masseria Marina. 
Cattive notizie anche per quanto riguarda la possibilità di dilazionare la tassa come è sempre avvenuto negli anni. L’amministrazione ha infatti portato a due le rate da pagare anziché quatto.

 

Nel comunicato stampa di seguito, la rappresentazione dello stesso argomento elaborato dai gruppi consiliari della maggioranza

 

Nel Consiglio Comunale del 28 luglio, sono state approvate le nuove  tariffe TARI per l’anno in corso. Grazie ad un celere lavoro degli uffici e alla valutazione politica della 1^Commissione Consiliare  saranno agevolate le fasce di cittadini manduriani più in difficoltà.  Per la prima volta, infatti, si è riusciti ad elaborare una tariffa modulare che prevede forti riduzioni per le fasce più deboli.

Per le utenze domestiche sono state previste riduzioni sulla parte variabile della relativa utenza nel seguente modo:

  1. Per coloro che presenteranno un valore ISEE non inferiore a € 8.000,00 si applicherà una riduzione pari al 100%;
  2. Per coloro che presenteranno un valore ISEE da € 8.001,00 a € 12.000,00 si applicherà un abbattimento pari al 70%
  3. Per coloro che presenteranno un valore ISEE da € 12.001,00 a € 16.000,00 si applicherà un abbattimento pari al 50%.

Le utenze interessate alle agevolazioni saranno quelle che presenteranno domanda entro e non oltre il 31/10/2021 apposita richiesta come da comunicazione che verra’ inserita nell’avviso di pagamento tari.

Per le utenze non domestiche si applicherà una riduzione pari al 30% della parte fissa e parte variabile della tariffa per l’anno 2021 in favore di quelle categorie economiche interessate alle chiusure obbligatorie. Ulteriore riduzione sarà prevista in favore di coloro che hanno subito perdite di fatturato e riconoscimento del contributo a fondo perduto.

Approvazione delle modifiche al regolamento tari come dal d.lgs 3 settembre 2020 n.116

Con l’approvazione delle modifiche al regolamento TARI avvenute sempre nel corso dello stesso consiglio comunale, si è confermata la possibilità per le UTENZE NON DOMESTICHE che produrranno rifiuti urbani di conferire gli stessi al di fuori del servizio pubblico, attestando l’attività di recupero.

Tale attività porterà all’esclusione all’applicazione della relativa tassa rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti.

Pertanto per i titolari di UTENZA NON DOMESTICA che decidono di uscire del tutto dal servizio pubblico per almeno 5 anni, avviando per i propri rifiuti urbani al recupero per il tramite di imprese autorizzate, beneficeranno dell’esenzione dell’intera quota variabile della tariffa.

Al contrario, se decidono di restare nel servizio pubblico e comunque dimostrano di aver avviato al recupero determinate quantità di rifiuti urbani con oneri a proprio carico, beneficeranno della riduzione della quota variabile della tariffa in modo proporzionale alla quantità di rifiuti urbani avviati al recupero.

I Gruppi Consiliari di Maggioranza

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Poveri noi ha scritto il 01 agosto 2021 alle 13:08 :

    Ma con che coraggio aumentano, Manduria e piiena di rifiuti ovunque e il cittadino onesto è stancato di questio scempio, e subire aumenti e vedere diminuire la tassa magari a chi la butta 8n mezzo la strada Rispondi a Poveri noi

  • matteo smeraldi ha scritto il 01 agosto 2021 alle 05:53 :

    C'è da dire che questa non è una magagna/invenzione del comune di manduria e non credo centri la gialplast visto che anche il comune di taranto voleva fare la stessa cosa. aumentare la tari del 1,6% e nel frattempo aiutare, abbassandola, le famiglie disagiate e le attivita in difficoltà utilizzando proprio i fondi covid, qui il video https://www.facebook.com/PDTaranto/videos/836399827263607/ anche per taranto nel video si parla di GEA ne comincia a parlare intorno al terzo minuto, non l'hanno votata per mancanza di due consiglieri. Ora va bene che il comune di manduria è quello che è ma dietro a questi aumenti/aiuti credo ci sia unicamente il gruppo GEA. Guardate il video e raggiungete le vostre conclusioni. Due coincidenze fanno una certezza come si dice. Rispondi a matteo smeraldi

  • FDB ha scritto il 31 luglio 2021 alle 20:23 :

    La vergogna sta nel fatto che ad un aumento della tassa non corrisponde un miglioramento del servizio. Che è sotto gli occhi di tutti, soprattutto da chi viene da altre località. La sfacciataggine, inoltre, della compressione in due sole rate del tributo, la dice lunga sull'avidità dell'Amministrazione di incassare in un periodo in cui anche il Governo ha provveduto ad una maggior dilazione delle sue entrate. VERGOGNA. Rispondi a FDB

  • Antonio ha scritto il 30 luglio 2021 alle 18:45 :

    Quando non si è capaci di amministrare fate un passo indietro e lasciate ad altri il compito di alleviare le sofferenze altrui.Intanto la puzza avanza imperterrita e legate e le finestre si chiudono.Possano i responsabili di questa jattura soffrire come noi e pagare il fio di questa responsabilità Organizziamo tutti compatti una manifestazione per svergognare questa amministrazione inadempiente ed incapace.Interpelliamo l'Arpa ad intervenire e denunciare i responsabili.Intanto il traffico dei mezzi che trasportano i rifiuti aumenta di ora in ora lasciando una scia di cattivi odori.Ogni giorno transitano autocisterne con liquidi puzzolenti che vanno a scaricare sulla via per San Cosimo.Manduria è il centro dei rifiuti.VERGOGNA !!!!!!!! Rispondi a Antonio

  • Willy G ha scritto il 30 luglio 2021 alle 16:36 :

    in poche parole non pagheranno i finti poveri che non dichiarano niente (con isee basso) i finti disagiati e compagnia varia ...mentre la prenderanno in quel posto i soliti fessi !!! Rispondi a Willy G

  • Cittadino2 ha scritto il 30 luglio 2021 alle 15:08 :

    Pagate e muti!!! Siete favorevoli alla patrimoniale? Benissimo, chi più HA più PAGA.......mi sembra più che giusto! Rispondi a Cittadino2

    Manduriano ha scritto il 31 luglio 2021 alle 15:46 :

    Sei completamente fuori strada… Rispondi a Manduriano

  • Gregorio ha scritto il 30 luglio 2021 alle 14:09 :

    Col cambio della IGECO alla GEALPLAST, è peggiorato il servizio ed è aumentato le tariffe!!!!! Mahh Rispondi a Gregorio

  • manduriano ha scritto il 30 luglio 2021 alle 12:53 :

    IO NON ME LA PRENDO CON QUESTI, MA CON CHI LI HA VOTATI E ADESSO SI RICREDE...QUANDO SI AFFERMAVA CHE PECORARO AVESSE GIA' ALLE SPALLE TANTA ESPERIENZA E CHE I NUOVI CANDIDATI INVECE FOSSERO DEI PRINCIPIANTI. CREDO CHE QUESTA SIA LA PEGGIORE CLASSE POLITICA DEGLI ULTIMI 50 ANNI ...GRILLINNI E COMUNISTI INSIEME...MADONNA MIA C'è SQUALLORE...MA C..... NA COSA BONA L'HONNA FATTA O NOOO??? Rispondi a manduriano

  • giorgio sardelli ha scritto il 30 luglio 2021 alle 12:10 :

    Sicuro che le aziende che vogliono cancellarsi per almeno 5 anni ovviando per aziende private lo possono fare? Credo che le campagne saranno più intasate di rifiuti come mai viste prima, questo non ha testa e non ha coda come il fatto di tassare i rifiuti in base al reddito come se i rifiuti li creano i redditi e non le persone e che legge è che l'utente privato si deve soccombere la tari di altri con reddito basso Rispondi a giorgio sardelli

  • Manduriano ha scritto il 30 luglio 2021 alle 11:47 :

    Che squallore questa amministrazione. Coerenza zero, andare incontro ai cittadini mai anzi sempre il contrario. Perché non più in 4 rate? Certo che questo gruppo Gea è davvero ridicolo. Questi erano i personaggi che dovevano cambiare e migliorare la città. Questi i risultati. Fate davvero pena! Rispondi a Manduriano

  • Enzo ha scritto il 30 luglio 2021 alle 10:20 :

    Rifiuti alle Marine ?? CAPU ROTTA E CU...(biipp) SCKASCIATU !! Si effettua TROPPO INDIFFERENZIATO , più controlli da parte del Comune !! Controlli NON sulla BOLLETTA ma , sulla SPAZZATURA !!!! Rispondi a Enzo

  • Lorenzo ha scritto il 30 luglio 2021 alle 08:03 :

    Se ci fosse la vera raccolta differenziata e poi il relativo riciclo dei rifiuti con vendita della carta, ferro, vetro ci sarebbe una riduzione delle tariffe come prevede la legge. Altro che fare sconti con i soldi degli italiani. Facile eh? Impegno politico, piattaforme ecologiche, libretto informativi ovunque e cestini comunali divisi x tipologia di rifiuto. Ecco la rivoluzione culturale e civica. Invece solito sistema di sovvenzione. Mi spiace non si vuole crescere. Opinioni Rispondi a Lorenzo