Servizi a metà

Il commercio piange nelle nostre marine e il caso delle "casette" vuote

A non funzionare sarebbe il nuovo assetto della viabilità e delle aree del commercio ambulante che da quest’anno sono state stravolte

Locali
Manduria mercoledì 28 luglio 2021
di La Redazione
Via delle Perdonanze vuota
Via delle Perdonanze vuota © La Voce di Manduria

«Siamo a fine luglio ma è come se l’estate non fosse ancora iniziata». Le attività commerciali delle marine manduriane si lamentano dei pochi incassi. A non funzionare sarebbe il nuovo assetto della viabilità e delle aree del commercio ambulante che da quest’anno sono state stravolte con l’obiettivo nobile di mettere ordine all’abusivismo che, però, sta portando solo povertà e scarsi guadagni alle imprese a posto fisso. Se è vero che è stato raggiunto il risultato di dare spazio ai pedoni, è vero anche che la gente ha difficoltà a trovare parcheggio per via della zona a traffico limitato che ha ovviamente limitato anche gli spazi dove fermarsi. A perdere quest’anno, con lo sgombero del mercato serale da via delle Perdonanze, è anche il colpo d’occhio della folla che come si sa, nelle località commerciali estiva conta molto. 

La strada principale di San Pietro in Bevagna si presenta così desolatamente vuota, adatta per le passeggiate romantiche delle coppiette dirette alla rotonda, ma non altrettanto adatta per il settore commercio. Per non parlare delle tre baracche di legno e vetri che secondo l’idea dell’assessore al commercio, Isidoro Mauro Baldari, sarebbero dovute essere l’attrattiva dell’estate 2021 ma sono invece un inno allo spreco: trentamila euro per lasciarle desolatamente vuote (ed anche un po’ bruttine se paragonate con le belle casette della piazzetta principale di Campomarino (affollata, quella).  L’altra differenza tra le due località e i due rispettivi assessori comunali al commercio è che le belle casette di legno di Campomarino sono adibite alla vendita e quindi realizzate a spese di chi espone, mentre le baracche di San Pietro servono solo per mettere in mostra i prodotti con il divieto di venderli. Improponibile, infine, la permanenza all’interno per più di 5 minuti per via del caldo. Chi le ha progettate ha dimenticato di prevedere un sistema di areazione o refrigerazione.    
Qualcosa si potrebbe migliorare quando sarà concluso il piano delle strisce blu, la segnaletica completa per la Ztl ancora parziale e infine l’area mercatale prevista affianco alla pineta i cui lavori sono stranamente fermi.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Enzo ha scritto il 30 luglio 2021 alle 11:27 :

    .. ma ci pajiava ti poscja sua, c'è era cussini ?? Rispondi a Enzo

  • Domenico ha scritto il 29 luglio 2021 alle 04:18 :

    ...Seguito. Ora andrebbe ridisegnato lavorando di gusto e di ruspa magari con scadenze di licenze edilizie a termine o espropri. I competent possono trovare le soluzioni. Rispondi a Domenico

  • Domenico ha scritto il 29 luglio 2021 alle 04:13 :

    Molti vorrebbero trasformare le località balneari in centri turistici raffinati e per pochi privilegiati. Io penso che il periodo affrontato con la pandemia e le necessità derivanti, suggeriscano  una riduzione degli affollamenti, anche se ciò dovesse produrre un decremento delle attività esistenti (ipertofia gasto-commerciale). Non bisogna andare lontano per trovare dei modelli che non basano tutto su mangia e bevi di massa con una stratosferica produzione di rifiuti e l'ovvia incapacità di poterli governare. Tanti vanno a cercare di meglio altrove in vacanze lampo o più lunghe, ma poi tornano a rivivere le scene di film come Vacanze Romane ma, ancor più, La Dolce Vita di 68 e 61 anni fa. La bolgia è figlia di un posto splendido che non andava abbandonato a selvaggi egoismi. Segue... Rispondi a Domenico

  • matteo smeraldi ha scritto il 28 luglio 2021 alle 13:32 :

    sono sparite le bancarelle dei "vu cumprà" e degli abusivi in genere, che allo stato non portano guadagno, per questo la strada è deserta, ed è deserta anche perchè non ci sono macchine parcheggiate una sopra l'altra, a mio parere molto più ordinata con le famiglie che possono passeggiare senza il rischio di essere travolte. Rispondi a matteo smeraldi

    J B ha scritto il 29 luglio 2021 alle 14:12 :

    Che nel 2021 si usino ancora espressioni razziste come 'vu cumprà' è davvero agghiacciante. Che le vittime designate siano persone poverissime che tentano di sopravvivere vendendo teli da mare, è terribile. Che a pagare in realtà siano tutti, è segno di quanto il razzismo sia negativo, sempre e comunque. Rispondi a J B

    matteo smeraldi ha scritto il 29 luglio 2021 alle 17:58 :

    che ci sia gente che vive nel mondo dei sogni credendo che tutto sia una favola e molto terribile....anche se non è l'argomento dell'articolo le ricordo che il 100% dei "vu cumpra" è sfruttato e schiavizzato e che se non esistessero certi lavori sarebbe meglio per loro. Invece di dispiacersi perchè è gente povera che cerca di sopravvivere, perchè non si dispiace che sia gente povera che cerca di sopravvivere ma viene sfruttata da aguzzini senza scrupoli? per il termine "vu cumpra" che ho usato e lei dice essere razzista bhe mi dispiace per lei che ha un animo cosi delicato da scioccarsi facilmente ma io uso termini che mi sono stati insegnati in età scolastica e non certo quelli politically correct di oggi che usate voi studiosi facebookiani dell'ultima ora. Rispondi a matteo smeraldi

    prendiamociperilcul ha scritto il 28 luglio 2021 alle 17:32 :

    E allora se questo era l'indispensabile bastava regolarizzare gli abusivi.... e no si spinniunu 30.000 mila euro...ma sai quantu sontu? Puro sperpero di denaro pubblico. Sembrano le vetrate espositive di Amsterdam (a luci rosse)... che c... ma esporri nui.....Al di là della pessima idea, con quei soldi su Leroy Merlin ti davano 5 bilocali con annessi servizi e climatizzazioni. Ma queste cose perchè non vengono passate a setaccio dalla commissione e poi segnalati alla Corte dei Conti? Li farei pagare a quelli che hanno firmato la determina . Per me stanno comportando in maniera superficiale e dovrebbero farsi un esame di coscienza e dire:" Ci abbiamo provato, ma questo non fa per noi. Andiamo tutti a casa.... e no pinsamu sulu allu stipendiu".. Se è vero che fate tutto per il Paese. Rispondi a prendiamociperilcul

  • Ale ha scritto il 28 luglio 2021 alle 11:00 :

    Per quanto riguarda la confusione che anni precedenti c'era alla via per andare alla cosidetta rotondo e molto meglio adesso vi e' piu ordine, un plauso all'assesore , invece per le casette si e' sbagliato speriamo per il prossimo anno ci si migliori , per i servizi commerciale vedo e costato che sono tutti pieni quindi il guadagno c'e' , credo che bisogna potenziare i posti per le auto per avere liberta' di uscire a piedi e fare compere Rispondi a Ale

    prendiamociperilcul ha scritto il 28 luglio 2021 alle 13:23 :

    ....zza notr'anno ti auguri ku li tinimu...allora propria ntra la m.... uei cu ni truamu Rispondi a prendiamociperilcul

  • Giovanni Li Casci ha scritto il 28 luglio 2021 alle 10:48 :

    Non riuscite a tenere in ordine una spiaggia, figuriamoci valorizzare tutto il resto.. Poi quando il turismo si rivolgerà altrove forse capirete quanto siete capre.. forse Rispondi a Giovanni Li Casci

    Cosimo Palummieri ha scritto il 28 luglio 2021 alle 14:29 :

    Perfettamente d'accordo. Le spiagge, per l'inciviltà di molti, sono un cumulo di immondizia e a niente valgono i cartelli di tenere pulito, fanno sparire pure i contenitori per l'immondizia che sono pure pochi e mal riposti. Non parliamo poi dei contenitori posti sulla passeggiata a S. Pietro, sono pochi e piccoli per cui sempre traboccanti di immondizia più disparati altroché raccolta differenziata. Ma quando capiranno che più pulita vuol dire anche più turismo? Rispondi a Cosimo Palummieri

  • Massimo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 08:27 :

    Non si può pretendere di recuperare una frazione in soli tre mesi, non si può pretendere di recuperare una frazione che per decenni è stata abbandonata a se con la complicità di noi Manduriani, non si può paragonare alla vicina Campomarino dove da anni l'amministrazione ha tutelato insieme ai cittadini il territorio ed il turismo. Rimbocchiamoci tutti le maniche, evitiamo i parcheggi selvaggi, evitiamo di buttare spazzatura ogni dove, non nascondiamo mozziconi sotto la sabbia, dobbiamo pensare al bene di tutti. Rispondi a Massimo

    prendiamociperilcul ha scritto il 28 luglio 2021 alle 14:38 :

    A parer mio per incrementare il turismo a Manduria non ci riuscirebbe nemmeno Draghi..bisogna mettersi bene in testa che se vogliamo i turisti il Manduriano la deve smettere di affittare le case a 3500/5000 euro al mese senza acqua, fogna e cu lu puzzu neru spunnatu...senza parlare poi dell'arredamento che va dai mobili della nonna a quelli comprati alle cose usate...tantu c'è faci. Iniziamo da questo.Poi iniziamo a dare le colpe all'Amministrazione,che ne ha tante,e su questo non ci sono dubbi, ma lo sforzo lo devono fare tutti.E poi siamo convinti di volere il turismo?Non vi dimenticate che per organizzare il turismo i parcheggi devono essere tutti a pagamento (e lu mandurianu ddo la mettiri li tre machini a mari) spiagge organizzate con tutti i servizi (essì mo già paiari cu bou a mari) Rispondi a prendiamociperilcul

    Gregorio ha scritto il 29 luglio 2021 alle 10:46 :

    D'alto viene IL MARCIO. TUTTI SANNO TUTTI MANGIANO e nessuno controlla. Bravi andate avanti Manduria uguale terra di nessuno( affitti di bararacche e non case, venditori ambulanti senza Igene-Sanitario, parcheggi abusi, personale dei Bar-ristorante e pizzerie senza requisiti igienico-sanitario e altro) Manduria Città tutto A NERO IO NON VEDO IO NON SENTO IO ON PARLO È tutti si prendono lo stipendio Rispondi a Gregorio

    Lorenzo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 16:15 :

    Carissimo non prendiamoci per i fondelli, cominciamo prima di pagare un affitto esorbitante a chiedere qualche rispetto di legalità. A) il contrattino regolare B) copia della ricevuta di avvenuto pagamento tassa rifiuti C) copia della certificazione di avvenuta pulizia pozzo nero D) certificato di conformità dell' impianto elettrico. Poi se vi è un cancello su strada comunale con scritto passo carrabile, verificare se vi siano i numeri rilasciati da Comune, quindi pagata tassa. Ecco se tutti chiedessero queste cose normali e di legge, i prezzi scendono, eccome scendono 🤪 Rispondi a Lorenzo

    Prendiamociperilcul ha scritto il 28 luglio 2021 alle 22:29 :

    Hai perfettamente ragione. Tutte cose sacrosante in Italia. Ma non a Manduria che sembra essere a statuto speciale. Quello che dici è fantascienza... e soprattutto, ammesso e non concesso che ci sia un kamikaze che voglia iniziare questi controlli, come ben sappiamo diventerebbe anti politico e non rieleggibile (sempre perché simu a statuto speciale) e puei perdi lu stipendiu.... e invece io li darei omissione di atti d’ufficio

    Francesco ha scritto il 28 luglio 2021 alle 12:44 :

    Ok va benissimo ciò che dice Signor Massimo, ma non sprecare 30 mila euro se ancora non sei organizzato. Butta 30 mila euro ed illumina una strada, visto che San Pietro sta al buio Rispondi a Francesco

    giorgio sardelli ha scritto il 28 luglio 2021 alle 12:08 :

    però si è avviata la ZTL a San Pietro in Bevagna senza preoccuparsi dei parcheggi forse sarebbe stato meglio cominciare dai parcheggi e se non è possibile allora lascia tutto come era invece il primo pensiero è stato di fare cassa con le multe della ZTL Rispondi a giorgio sardelli

  • Antonio gennari ha scritto il 28 luglio 2021 alle 08:10 :

    Imparassero da altre zone tipo Campomarino torre lapillo e altri come si gestisce un paese invece di sprecare soldi pubblici come la Ztl a s.pietro con annesso semaforo che serve solo a fare traffico ma queste a no cose che servono per altro.... Intanto a.pietro sta morendo Rispondi a Antonio gennari

  • Lorenzo ha scritto il 28 luglio 2021 alle 07:23 :

    Quando si hanno 15/18 km di costa meravigliosa, un fiume splendido e una grande piazza come quella di San Pietro, come si fa a non avere ritorno economici nel commercio? È come avere una Ferrari e pensare di guidarla come il tre ruote della Guzzi. Acume ci vuole e velocità nel preparare una stagione anticipatamente. Non bastano le casette ( pacchiane), per dare verve ad una Marina potente, anzi troppo potente per chi la governa. Ci vogliono idee semplici e menti culturalmente capaci. Arno' fuori dai giochi è stato un grande errore di ignoranza politica. Anche se antipatico, il vero politico, dava la piazza e la Colimena da gestire e.... Sticazzi! Ma l'orgoglio eh? Ne ha rovinati più lui che il petrolio... diceva un grande. 🤪 E i parcheggi... Do' stonnu? Opinioni semplici opinioni! Rispondi a Lorenzo

  • Patrizia ha scritto il 28 luglio 2021 alle 06:55 :

    Dovrebbero fare serate di intrattenimento e iniziative di eventi.... Non solo a Manduria.. Rispondi a Patrizia

  • Walter ha scritto il 28 luglio 2021 alle 06:47 :

    Sempre più incompetenza e sprego di denaro pubblico. Solo questo si Evince da questa AMMINISTRAZIONE. MA QUANDO PAGHERANNO I DANNI DI TASCA LORO??? Rispondi a Walter