Aiuti

Emergenza abitativa, il comune in cerca di alloggi per i senzatetto

Molti di loro non dispongono né hanno la disponibilità di pagare l’affitto di un alloggio per sé e per la propria famiglia

Locali
Manduria mercoledì 09 giugno 2021
di La Redazione
Case
Case © La Voce di Manduria

Sempre più manduriani si rivolgono agli uffici del Servizio sociale del comune per la loro situazione di indigenza o di bisogno. Molti di loro non dispongono né hanno la disponibilità di pagare l’affitto di un alloggio per sé e per la propria famiglia. Queste condizioni impongono un intervento immediato, specialmente in casi nei quali sono coinvolti soggetti minori, anziani, disabili e quindi particolarmente vulnerabili attesa la condizione di fragilità.

Per questo l’amministrazione comunale ha predisposto un piano che prevede una ricerca di mercato finalizzata all’individuazione di immobili da condurre in locazione passiva arredati e non arredati. E’ stato quindi fissato un atto di indirizzo che contiene i seguenti criteri per l’individuazione degli alloggi: gli immobili devono essere ubicati nel territorio comunale; i proprietari devono essere disposti a stipulare un contratto concordato con il Comune; il canone da pagare non deve superare la somma di 400 euro mensili. 

Il Comune a sua volta assegnerà in sublocazione o in concessione temporanea gli alloggi a soggetti selezionati in base alle esigenze e priorità che saranno certificate dall’ufficio sei servizi sociali.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Un manduriano ha scritto il 10 giugno 2021 alle 19:49 :

    Ma certo oltre al reddito di cittadinanza che prendono di sicuro paghiamo anche la casa. Che andassero a lavorare. Come braccianti agricoli trovano se hanno voglia. Rispondi a Un manduriano

  • M. De campo ha scritto il 10 giugno 2021 alle 10:13 :

    La comunità potrebbe anche essere disposta a sobbarcarsi questi oneri..prima però si sfrattino gli individui che da decenni occupano mezzo centro storico, vivendo da nababbi in palazzi di interesse storico ( vedi palazzo Corcioli), immobili deturpati e sottratti alla collettività. Rispondi a M. De campo

  • giorgio sardelli ha scritto il 09 giugno 2021 alle 13:12 :

    C'è l'ex municipio in piazza garibaldi il reddito di cittadinanza non li basta? anche la casa e magari na cosa ti sordi. il comune si deve adoperare ha trovare i fondi e costruire nuove case popolari chi possiede un immobile in più quello è frutto di sacrifici di duro lavoro se non attuale magari degli avi quanti sarebbero disposti a dare una casa in mano a persone che non si possono permettere di pagare l'affitto!!! Massimo massimo il Comune dovrebbe dare i soldi ai bisognosi senza impegnarsi con terzi visto la lentezza del comune a saldare alcuni debidi che dormono in tribunale Rispondi a giorgio sardelli

  • Gregorio ha scritto il 09 giugno 2021 alle 08:17 :

    Anche qua ci saranno i Furbetti??? Rispondi a Gregorio