Investimento di circa 8.500 euro

Apre il cantiere per ridare il Calvario alla Città

Tempi previsti quindici giorni salvo complicazioni

Locali
Manduria lunedì 17 maggio 2021
di La Redazione
Lavori al Calvario
Lavori al Calvario © La Voce

Partiranno a giorni i lavori di sfalcio dell’erba infestante e piccola manutenzione del Calvario di Manduria. L’impresa manduriana incaricata dei lavori, la «Tarentini Gregorio», ha già allestito il cantiere mascherandolo con il telo di copertura.

I tempi previsti per completare l’opera, salvo imprevisti, sono di circa quindici giorni. I vari step, comunque, devono essere stabiliti dalla Soprintendenza ai beni archeologici e monumentali per cui potrebbero esserci dei ritardi nella tabella di marcia.

Praticamente inguardabile per lo stato d’abbandono in cui è stato lasciato per diversi mesi, l’antico monumento manduriano realizzato con cocci di cotto e ceramica e sculture su pietra calcarea e tufi, rivedrà la luce con un investimento di circa 8.500 euro tra progetto e lavori.  

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio gennari ha scritto il 18 maggio 2021 alle 08:57 :

    Vorrei chiedere a chi di competenza perché spendere soldi pubblici mettendo una ditta quando ci sta la lucentezza che sono pagati e quindi possono fare quel lavoro? Rispondi a Antonio gennari

  • Walter ha scritto il 18 maggio 2021 alle 07:42 :

    Tutti felici dell'apertura Cantiere(ok) Ma sarò più FELICE se un giorno avverrà la CHIUSURA CANTIERE Rispondi a Walter

  • Lorenzo ha scritto il 17 maggio 2021 alle 14:10 :

    Gentile A. C. capisco il valore religioso del Calvario e molto probabilmente gli occhi degli altri prelati apprezzeranno questo sacrificio fatto ( con i soldi dei contribuenti tutti anche i non credenti). Tuttavia, anche le stradine di campagna della Marina sono di nostro Signore Gesù Cristo e di Dio Padre Onnipotente ( ovviamente per chi ci crede). Con gli appelli alla tutela dell' ambiente da parte del Santo Padre ( non a caso di nome fa Francesco), mi attendo da codesta Amministrazione " sensibile" a ciò che rappresenta il Padre Eterno e Famiglia, mi attendo gara d'appalto finalizzata a rimuovere i rifiuti speciali abbandonati dai " figli del Demonio" nelle stradine della Marina. Perché se Dio esiste, questi è ovunque. Grazie, ogni tanto chiedete gli sconti quando usate i soldi pubblici Rispondi a Lorenzo

  • Ciro ha scritto il 17 maggio 2021 alle 13:44 :

    È meglio essere extracomunitario, almeno non paghi le tasse,e non ti girano le palle a sentire cifre cosi alte ...spero che splenda! Rispondi a Ciro

  • Gianni De Matteis ha scritto il 17 maggio 2021 alle 12:58 :

    Tarentini Gregorio per gli amici "minicoju" la migliore impresa in zona specializzata in restauri!! Buon lavoro e aspettiamo il risultato!! Rispondi a Gianni De Matteis

  • Antonio gennari ha scritto il 17 maggio 2021 alle 12:34 :

    Se mi danno 2000 euro a me lo faccio io.Guarda caso sempre gli stessi.Vergogna Rispondi a Antonio gennari

    pro copio ha scritto il 18 maggio 2021 alle 07:49 :

    Si sempre gli stessi a dire str.. te Rispondi a pro copio

  • Manduriano ha scritto il 17 maggio 2021 alle 09:13 :

    Con quei soldi la ditta Tarentini dovrebbe eseguire lo sfalcio ogni mese per i 5 anni di pecoraro, se dura. Esagerato quasi 9000 euro per questa cosa. Rispondi a Manduriano

    Domenico ha scritto il 18 maggio 2021 alle 07:46 :

    ma dove avete la testa? se ce l'avete. 2000 euro sono dieci giorni di lavoro di una persona considerando la paga i contributi e niente guadagni. Forse dovreste smetterla di dire cazzate in libertà. Rispondi a Domenico

    Manduriano ha scritto il 19 maggio 2021 alle 06:13 :

    caro pro copio e Domenico pensate e dite quello che volete, i quasi 9000 euro rimangono comunque una cifra esagerata per togliere l'erba. Non difendete sempre e comunque cose indifendibili. Rispondi a Manduriano

  • Antonio Ruggero ha scritto il 17 maggio 2021 alle 06:36 :

    Bella foto..... gli stiamo pagando anche la pubblicità! Speriamo che non inizi un nuovo Calvario......... Rispondi a Antonio Ruggero