Contrasti con la pubblica amministrazione

Mercato del martedì, «fallimento garantito»

La denuncia di Confesercenti degli ambulanti

Locali
Manduria mercoledì 05 maggio 2021
di La Redazione
Giuseppe Nuzzo
Giuseppe Nuzzo © La Voce di Manduria

«Il mercato settimanale di Manduria sta morendo, non solo per la crisi pandemica, ma anche per come viene gestito». Ad affermarlo è il delegato del settore ambulanti di Confesercenti di Manduria, Giuseppe Nuzzo che torna a parlare della crisi del suo settore appesantita dall’incapacità di chi amministra la città.  «Nonostante vi siano stati numerosi inviti a rivedere l'impostazione dell’area mercatale – dichiara Nuzzo riferendo incontri con l’assessore al Commercio, Isidoro Mauro Baldari -, il mercato di Manduria è svolto in un luogo del tutto inidoneo».  La categoria, da sempre contraria all’attuale sito così decentrato dal centro urbano, aveva proposto, in alternativa, una rimodulazione della planimetria merceologica dell’area per favorire i settori con meno attrattiva. L’idea era quella di mettere vicino all’ingresso la merce con ridotta vendita per consentire comunque il passaggio dei potenziali clienti costretti da un percorso obbligato come si usa fare negli store degli autogrill. La proposta, però, non sarebbe stata presa in considerazione dall’amministrazione.

 «Il novello profeta dello sviluppo manduriano – chiosa il rappresentante di categoria riferendosi sempre all’assessore Baldari - ha deciso che i commercianti ambulanti possono operare solo nelle aree dove per sopravvivere ci vuole un miracolo; se questa è l'idea di sviluppo, dovrebbero attrezzarci per affrontare l'ennesimo danno alla nostra categoria».

Secondo l’imprenditore, il giovane assessore avrebbe predisposto un piano di rinforzo che prevede l’arrivo massiccio dei mercanti di scarpe del Salento. Una possibilità «del tutto inverosimile» per Nuzzo il quale non crede che «gli stockisti salentini della pelletteria abbandonino aree mercatali di altre città per venire al mercato di Manduria tenendo conto del deserto che ormai lo caratterizza; nel Salento e non solo – afferma l’ambulante di origini proprio salentine - vi sono siti con affluenza di gente che consente di lavorare bene come Tricase, Martano, San Giorgio Ionico, Massafra e Monopoli», ricordando le citta con il mercato settimanale che si volge il martedì.
«L'amministrazione Pecoraro – aggiunge ancora Nuzzo -, non ascolta le associazioni di categoria, non interviene in loro aiuto se non con qualche articolo di pura propaganda ma poi, stranamente, interviene dove i mercati vanno bene. Un esempio – spiega - è rappresentato dal mercato di San Pietro in Bevagna che invece di un riordino e un maggior controllo dell’abusivismo è stato sradicato completamente».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Manduriano ha scritto il 06 maggio 2021 alle 19:14 :

    Perché l’amministrazione pecoraro non interviene riguardo agli ambulanti abusivi presenti ad ogni angolo del paese? Giusto per rispetto dei commercianti che pagano le tasse per occupare il martedì l’area mercatale. Perché non intervenire? L’assessore baldari perché non propone queste cosa? È vergognoso vedere la città piena ogni angolo di abusivi. Fate qualcosa siete stati votati per il cambiamento. Rispondi a Manduriano

  • Mino Imperiale ha scritto il 05 maggio 2021 alle 19:29 :

    L'unica cosa che rimane da fare a quel mercato è quella di farci ascoltare una volta per tutte, IO RIFIUTO APRIRE IN QUESTE CONDIZIONI, Rispondi a Mino Imperiale

  • matteo smeraldi ha scritto il 05 maggio 2021 alle 12:05 :

    Per i commercianti credo sia quasi impossibile fallire nel 21 secolo, invece che aspettare il pensionato che viene al martedi a comprare il pezzo di formaggio o un paio di scarpe alla bancarella o all'amministrazione che trovi una soluzione anche monetaria, che poi è quella che molti aspettano, si può benissimo dividere la merce e mentre si vende il martedi al mercato si può anche vendere online dal negozio fisico per chi ce l'ha o da casa per chi fà solo l'ambulante. Spero almeno che alcuni già lo facciano siamo nel 2021 non nel '800... Rispondi a matteo smeraldi

    Mimmo sammarco ha scritto il 06 maggio 2021 alle 04:37 :

    Se rimane tempo la domenica fare le fiere e la notte le vendite porta a porta..se ho capito bene un commerciante dovrebbe iniziare la mattina a lavorare e finire la notte.. Rispondi a Mimmo sammarco

    matteo smeraldi ha scritto il 06 maggio 2021 alle 13:08 :

    dove avrei scritto che un commerciante deve iniziare la mattina e finire la notte? legga bene, nel mentre fà l'ambulante al mercato parte della sua merce deve essere in vendita anche online, se al mercato non vende nulla c'è sempre la possibilità che abbia venduto online invece che imprecare contro il comune....e chiedere aiuti economici per la categoria oltretutto non sono io a dirlo ma i dati, che hanno visto un'impennata delle vendite online proprio durante la pandemia. Rispondi a matteo smeraldi

    Enzo ha scritto il 05 maggio 2021 alle 20:53 :

    Scusami Sig. Matteo! Forse sbaglio, ha riferimento - “ ..Per i commercianti credo sia quasi impossibile fallire nel 21 secolo,....” Ma comunque ti faccio lo stesso la domanda: Tu, hai la partita iva ? Dico questo perché, oggi come oggi, NON È FACILE mantenere in piedi un’attività !! Rispondi a Enzo

    matteo smeraldi ha scritto il 06 maggio 2021 alle 13:17 :

    Gentile signor Enzo si ho la partita iva ma ahimè l'unico mio prodotto è olio di oliva che non aspetto di vendere a manduria dove tutti lo producono ma lo vendo appunto online dove viene acquistato da molte parti d'italia, il mio olio di produzione propria arriva a torino, milano, ravenna, roma, ovvio non produco quantità industriali essendo piccolo imprenditore ma almeno lo vendo invece di piangere aspettando il pensionato o la cantina sociale che se lo compri....detto questo inutile continuare a manduria che io sappia nessuna attività vende online oppure sono talmente poche che non le conosco. Ogni volta che entro in un negozio trovo il proprietario con gli occhiali sulla punta del naso che legge il giornale e se ti vende qualcosa ti chiede se può evitare lo scontrino piangendo miseria. Rispondi a matteo smeraldi

    Enzo ha scritto il 06 maggio 2021 alle 18:38 :

    Okay Sig Matteo, come non detto! Il tuo discorso fila liscio come l’olio !!! Va bene , anche come battuta !!🤣👍👍

  • Giorgio ha scritto il 05 maggio 2021 alle 09:50 :

    Buongiorno Sig Giuseppe. a MANDURIA è mercato tutti i giorni. Percorrendo qualsiasi via si evince AMBULANTI con locali di qualche metro quadro, E di occupazione di Marciapiedi e manto stradale senza nessun CONTROLLO. (ANCHE IGENE-SANITARIO) MANDURIA È TERRA DI NESSUNO""" "" "" "QUI NESSUNO VEDE 😎😎😎 Rispondi a Giorgio

  • Willy G ha scritto il 05 maggio 2021 alle 09:45 :

    Questo sindaco e quindi questa amministrazione, sono il peggio che si sia mai visto... sono stati bravi solo nel chiedere i voti, girando casa casa e persino nel mercato.. una volta saliti lì sopra se ne stanno strafottendo dei problemi e dei disagi in cui versa Manduria !!! Rispondi a Willy G