Personaggio

Manduria, miele e Primitivo: Giuseppe Landi tra i migliori 50 bartender

È di Manduria uno dei migliori 50 bartender d’Italia selezionati dalla giuria del Diageo Reserve World Class

Locali
Manduria mercoledì 24 febbraio 2021
di La Redazione
Giuseppe Landi
Giuseppe Landi © La Voce di Manduria

È di Manduria uno dei migliori 50 bartender d’Italia selezionati dalla giuria del Diageo Reserve World Class, nella seconda fase di una delle più importanti competizioni mondiali di cocktail. Si tratta di Giuseppe Landi, che grazie alla sua bravura è riuscito a strappare il pass per la seconda parte del torneo.

I partecipanti, suddivisi in team capitanati dai migliori esponenti del mixology italiano (da Patrick Pistolesi vincitore del Nikka Competition 2014, al pugliese Tommy Colonna premiato come Bar Manager dell’Anno dei Barawards 2020), dovranno creare una bevanda che abbia come tema “Sostenibilità e Apicoltura”. Il nostro bartender, grazie ai corsi e ai webinar forniti dall’organizzazione sul lavoro svolto dall’apicoltore e sull’importanza della vita delle api per l’ecosistema terrestre, oltre ad aver seguito le dirette di esperti di fama mondiale del calibro di Ago Perrone (vincitore del primo premio dei World’s 50 Best Bars), ha così deciso di presentare un drink che meglio identifichi Manduria, pur mantenendo un filo conduttore con il tema della gara.

«Il mio concept per World Class Italia 2021 – spiega nella presentazione del suo progetto – vuole essere un invito ad una maggiore attenzione all'ambiente, in particolare al compimento di piccoli grandi gesti green a salvaguardia delle api e non solo». Per la realizzazione del cocktail, il nostro Giuseppe Landi ha preso spunto da una ricerca dell'Università di Canberra, secondo cui gli studiosi sono stati «capaci di addestrare le api operaie attraverso acqua zuccherata al profumo di rosa e limone presente in alcuni contenitori». Il “contenitore” scelto dal bravo bartender messapico, è proprio rappresentato da Manduria, caratterizzato da «un mix di prodotti locali all'interno di un bicchiere, un vero e proprio viaggio multisensoriale che coinvolge diversi comparti dell'industria nostrana».

Lasciamo di seguito la ricetta del drink presentato dal nostro esperto di cocktail, augurandogli un grande in bocca al lupo!

Ricetta "save the queen"

45 ml Ketel One Vodka infusa al polline d'api

22.5 ml ossimele al timo

15 ml succo di limone

15 ml acqua di formaggio stagionato ubriaco al vino "Primitivo di Manduria"

1 dash essenza di rose

Top soda

Garnish: polvere d'alga bruna con chips salata di polline

 

Antonio Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti