L'idea della dottoressa Moscogiuri

Da ex asilo Bianchetti, a farmacia ospedaliera

Questa mattina alle ore 10, il sindaco della città messapica, Gregorio Pecoraro, consegnerà simbolicamente le chiavi dell’immobile alla Asl

Locali
Manduria giovedì 14 gennaio 2021
di La Redazione
L'ex asilo Bianchetti
L'ex asilo Bianchetti © La Voce di Manduria

Finalmente la farmacia ospedaliera del Marianna Giannuzzi di Manduria, potrà avere una sede decentrata e sicuramente più idonea rispetto a quella attuale. Questo grazie al Comune di Manduria che ha deciso, in accordo con i vertici della Asl e con la Soprintendenza ai beni monumentali e archeologici di Taranto, Lecce e Brindisi, di cedere in comodato l’uso degli storici locali dell’ex asilo Bianchetti. 

Questa mattina alle ore 10, il sindaco della città messapica, Gregorio Pecoraro, consegnerà simbolicamente le chiavi dell’immobile Bianchetti, situato sull'omonima via proprio a ridosso del presidio ospedaliero, direttamente nelle mani della direttrice del Dipartimento farmaceutico della Asl ionica, la manduriana Rossella Moscogiuri, che da tempo sollecitava tale occasione. Alla cerimonia sarà presente anche la direttrice sanitaria del Giannuzzi, dottoressa Irene Pandiani che rappresenterà la direzione generale dell’azienda sanitaria. La delegazione aprirà il lucchetto chiuso da anni e prenderà visione dei locali oggetto di interventi non recenti di ristrutturazione e consolidamento durante i quali furono portati alla luce strutture ipogei diventati di interesse archeologico e quindi di competenza della soprintendenza.
Dopo le opportune modifiche e adeguamenti dei locali, l’ex asilo dovrebbe diventare farmacia dedicata all’utenza esterna mentre quella attuale resterà ad uso esclusivo interno. 
A crederci e a sollecitare tale scelta, è stata la direttrice del dipartimento farmaceutico, Moscogiuri, impegnata da tempo nel processo di efficientamento delle farmacie territoriali, preoccupata anche di rendere maggiori servizi all’utenza.
Attualmente il deposito e «lo spaccio» dei farmaci, sia ad uso ospedaliero che per l’utenza esterna, è situato in un unico ambiente ricavato negli scantinati dell’ospedale. La recente riconversione del presidio in ospedale Covid, ha reso inaccessibile la struttura modificando così il sistema di distribuzione all’utenza, servizio questo affidato ai volontari della Croce Rossa.
I locali in questione sono confinanti con il perimetro ospedaliero per cui sarà possibile creare un accesso che permetta un collegamento diretto con il presidio e una facile intercomunicazione tra deposito ospedaliero e spaccio per l’utenza esterna che accederà dall’ingresso di via Bianchetti.
Nazareno Dinoi

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luigi stano ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 19:20 :

    Conosco e stimo la dott.ssa moscogiuri e conosco il dott. Pecoraro, credo che ambedue in tempi rapidi forse eccessivamente, abbiano convenuto su scelte che su cui sì poteva anche ragionare ed ascoltare anche altri oltre che le loro personali visioni. Tutto poteva diventare :una pinacoteca, un centro culturale con un grande giardino al servizio della città ecc, bastava sognare un'attimo, ma la realtà ci riporta una struttura al servizio di quella sanità che merita quello ed altro per come serve ottimamente manduria Rispondi a Luigi stano

  • Marco miceli ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 12:54 :

    Complimenti vivissimi alla dott.ssa moscogiuri.....spero solo si possa cambiare anche la dirigente della farmacia giannuzzi visto che quella in carica non ha alcun tipo di tatto verso i pazienti malati. Rispondi a Marco miceli

  • cittadino ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 07:22 :

    E I DISABILI COME ACCEDERANNO? Rispondi a cittadino

    matteo smeraldi ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 16:24 :

    per questo nell'articolo è scritto che devono adeguare i locali faranno una salita a scivolo spero qualcosa di amovibile e di una lunghezza adeguata per avere meno ripidità possibile e non uno scivolo di cemento..., comunque, vuoi vedere che il sindaco essendo commercialista ha tra i suoi clienti qualche imprenditore edile? Bocca mia taci, anche so lo so che li ha 😁 Rispondi a matteo smeraldi

    Walter ha scritto il 14 gennaio 2021 alle 18:51 :

    Sig Matteo Sante parole anche se non fa più notizia, ma normale assegnazione🤑 Rispondi a Walter