Prodotta dal Teatro lirico sperimentale di Spoleto

Il delitto di Avetrana diventa un’opera teatrale

C’è anche il delitto di Avetrana (l’omicidio di Sarah Scazzi per il quale sono state definitivamente condannate la cugina e la zia, Sabrina Misseri e Cosima Serrano)

Cultura
Manduria venerdì 09 agosto 2019
di La Redazione
Sarah Scazzi nel 2007
Sarah Scazzi nel 2007 © La Voce

C’è anche il delitto di Avetrana (l’omicidio di Sarah Scazzi per il quale sono state definitivamente condannate la cugina e la zia, Sabrina Misseri e Cosima Serrano) tra i “tanti fatti di cronaca” dai quali è “liberamente tratta” l’opera il “Re di donne” prodotta dal Teatro lirico sperimentale di Spoleto. Dove andrà in scena, al Caio Melisso, il 6, 7 e 8 settembre.

Lo spettacolo è affidato al compositore britannico John Palmer, con la regia di Alessio Pizzech e la direzione di Vittorio Parisi mentre autrice del libretto è la giornalista e autrice Cristina Battocletti. Interpreti i cantanti del Lirico sperimentale accompagnati dall’Ensemble strumentale.

“L’intreccio morboso che lega i personaggi che vivono in una città di provincia della Toscana - spiega il Teatro spoletino - esploderà in un cruento femminicidio”.

“L’opera non è solo polvere e passato ma anche creazione contemporanea collegata con la cronaca” ha detto all’ANSA il direttore del Teatro, Claudio Lepore.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • rita pisa ha scritto il 10 agosto 2019 alle 20:38 :

    Che schifo facciamo più pubblicità a stare alati mentali...vergogna a chi è venuta una simile idea Rispondi a rita pisa

  • Romina Perrone ha scritto il 10 agosto 2019 alle 10:44 :

    Sono completamente disgustata per questa iniziativa. Nn ci sono parole. Rispondi a Romina Perrone

    Francesco Parmigiani ha scritto il 10 agosto 2019 alle 15:12 :

    E' una Porcheria bella e buona. Che Schifo di fine che sta facendo il Teatro. Rispondi a Francesco Parmigiani