Organizzato dal'Uds

Rischio Covid, sciopero degli studenti a Manduria

Con l’hastag #facciamocisentire, gli studenti hanno protestato per i viaggi nei pullman con 60, 70 passeggeri ammassati come sardine

Cronaca
Manduria venerdì 23 ottobre 2020
di La Redazione
Nei pullman come sardine
Nei pullman come sardine © La Voce

Questa mattina il movimento studentesco Uds (Unione degli studenti) ha organizzato una giornata di protesta nazionale contro le cattive misure di sicurezza adattate per combattere il Covid a scuola e per i disservizi nei trasporti pubblici. Numerosi pendolari che frequentano gli istituti manduriani hanno disertato le lezioni.

Con l’hastag #facciamocisentire, gli studenti hanno protestato per i viaggi nei pullman con 60, 70 passeggeri ammassati come sardine.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • C.F. ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 12:54 :

    Li ho visti io coi miei occhi, alla conicidenza degli autobus, mentre mi trovavo a passare vicino alle palazzine sulla via per Uggiano. Con la maschera sì e no il 5-10%, gli altri che se ne fottono. Ecco, contro questi comportamenti si dovrebbe intervenire con una durezza che gli faccia passare tutta 'sta fantasia, altro che "facciamoci sentire". E non oso immaginare l'inferno che passano i poveri cristi alla guida di queste bombe infettive... Rispondi a C.F.

  • Francesco ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 20:10 :

    La sera ti ferragostu a San Pietru nusciunu è fattu scioperi??? Rispondi a Francesco

  • Pietro Scrimieri ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 11:36 :

    Sicuramente hanno ragione. Ma dovrebbero pure non fare COMUNELLA nei punti di ritrovo, movida, discoteche e quant'altro. Qua si dimostra la VOLONTÀ x lo studio! Meno male che non sono tutti così! Rispondi a Pietro Scrimieri

  • Lorenzo ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 10:34 :

    Nessuno questa estate ha scioperato nelle masse serali e notturne nei pab e in spiaggia a bere e ballare fino all'alba compreso ferragosto? Ah il virus era in ferie. Rispondi a Lorenzo

    leonardo ha scritto il 23 ottobre 2020 alle 20:42 :

    CONCORDO CON LE TUE PAROLE CHE DICEVO ANCH'IO GIA DA SETTIMANE IL PROBLEMA è CHE SIAMO ANCORA ALL'INIZIO DELLE RESTRIZIONI . IL BLOCCO TOTALE è ALLE PORTE SICURO AL 100X100 HANNO UN PROGETTO DI IMPOVERIRE LA GENTE PER MEGLIO MANOVRARLE CON LA SCUSA DELLA ''pandemia'' inesistente arriveranno giorni bui con obblighi durissimi che norlmalmente la gente non accetterebbe. con una vera pandemia si vedrebbero persone morte per le strade invece i morti ci saranno con la dura repressione col coprifuoco che la gente rifiutera'. questo è cio' che attendono. le proteste-sommosse per reprimerci duramente.spero di sbagliarmi. Rispondi a leonardo

    Lorenzo ha scritto il 24 ottobre 2020 alle 10:12 :

    Caro Leonardo, lo stress da convid porta, a pensare il peggio e forse hai anche un pochino ragione, tuttavia il menefreghismo di rispettare le regole è consolidato in tutti i campi altrimenti Manduria e le Marine non erano ridotte così. Non mollare Rispondi a Lorenzo