Sporcizia e irregolarità diffuse

Blatte e latte scaduto, chiuso bar del centro

A Manduria, operazione della Guardia di Finanza e Dipartimento di igiene della Asl

Cronaca
Manduria sabato 09 novembre 2019
di La Redazione
L'ispezione della Gdf e Asl
L'ispezione della Gdf e Asl © La Voce di Manduria

Erano andati in un bar del centro cittadino per un controllo fiscale e una verifica sulle slot machine ma hanno trovato ben altro: sporcizia e prodotti scaduti. Così l’altro ieri i militari della Guardia di Finanza della compagnia di Manduria al comando del capitano Giuseppe Lorenzo, hanno interrotto la propria attività di controllo ed hanno chiamato il Servizio igiene alimenti della Asl di Taranto che ha inviato il proprio personale. Risultato: il bar è stato fatto chiudere e la licenza momentaneamente sospesa con tanto di denuncia nei confronti della sua titolare.

Quando le fiamme gialle sono entrate nell’esercizio ed hanno chiesto la documentazione relativa ai due videopoker in funzione in un angolo del bar, la loro attenzione è stata subito attirata dalle condizioni igieniche degli arredi e dell’intero ambiente. Una più approfondita ricerca con i tecnici del dipartimento di igiene, ha permesso poi di scoprire la presenza di numerose blatte sugli arredi, le attrezzature e sul bancone dove si somministravano le bevande ai clienti. Scarafaggi e sporcizia anche all’interno degli armadi e nel frigobar. Ispezionando un congelatore a pozzo poi, i militari e il personale dell’ufficio igiene hanno trovato confezioni di latte scaduto oltre a condizioni pessime dell’elettrodomestico corroso dalla ruggine e sporco.

Al termine dei controlli congiunti tra Sian e Guardia di Finanza, l’attività è stata sospesa e la proprietaria denunciata. All’imprenditrice vengono contestate violazioni alla legge sulla disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande. In particolare l’articolo 5 della legge 283 del 1962 che vieta di «insudiciare prodotti invasi da parassiti, in stato di alterazione o comunque nocive, ovvero sottoposte a lavorazioni o trattamenti diretti a mascherare un preesistente stato di alterazione». Oltre alla chiusura temporanea del locale i proprietari saranno sanzionati amministrativamente per somme da valutare successivamente.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti