Pregiudicato per reati simili

Arsenale in casa, il 59enne manduriano resta ai domiciliari

Fermato dalla Guardia di Finanza

Cronaca
Manduria giovedì 13 gennaio 2022
di La Redazione
Le armi sequetsrate
Le armi sequetsrate © La Voce

Resta ai domiciliari il manduriano di 59 anni che il 15 dicembre scorso fu arrestato perché trovato in possesso di un piccolo arsenale. 

Il Tribunale della seconda sezione penale di Taranto ha respinto la richiesta di liberazione dell’indagato presentata dalla difesa disponendo la validità delle motivazioni contenute nell’ordinanza emessa dal gip lo scorso 18 dicembre. 

L’uomo fu fermato per un controllo automobilistico mentre era a bodo della sua macchina a San Pietro in Bevagna dove abita. I militari della Guardia di Finanza al comando del capitano Domenico Pirrò, insospettiti dal comportamento dell’automobilista, perquisirono il mezzo trovandovi un coltello a lama lunga.

Il successivo approfondimento al domicilio del 59enne fece scoprire l’arsenale composto da due pistole, una a tamburo e una scacciacani, 56 cartucce a salve, tutte illecitamente detenute, altri due coltelli e nove armi “bianche” di varia tipologia, tra le quali una mazza con palla di ferro chiodata ed una mazza con catena per arti marziali. Su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, il 59enne fu posto agli arresti domiciliari per i reati di detenzione e porto abusivo di armi.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 13 gennaio 2022 alle 08:07 :

    Un plauso alle Divise perché tutta questa gentaglia, che si atteggia a bulli di quartiere, deve essere perseguitata e ingabbiata dalla Legge. Rispondi a Marco

    Irene ha scritto il 14 gennaio 2022 alle 00:56 :

    Sono d accordo .....dovrebbero fare pulizia tutti i giorni di questi parassiti della società Rispondi a Irene