Tratto in salvo dai vigili del fuoco

Taglia da 1500 euro per scoprire chi ha gettato Django nel pozzo

L'animale rischiava di annegare

Cronaca
Manduria mercoledì 24 novembre 2021
di La Redazione
Il cane salvato
Il cane salvato © La Voce

Un professionista manduriano che preferisce restare anonimo, ha deciso di mettere una taglia offrendo 1.500 euro a chi porterà prove inconfutabili utili all’individuazione dello o degli sconosciuti che l’altro ieri avrebbero gettato un cane in un pozzo nelle campagne di Avetrana. 

Django, questo il nome del meticcio, è stato fortunatamente tratto in salvo dai vigili de fuoco del distaccamento di Manduria allertati dai volontari dell’associazione “Argo& Friends” di Avetrana a loro volta intervenuti sul posto su richiesta di alcuni contadini richiamati dai latrati del randagio. 

L’animale esausto che ha rischiava di annegare, potrebbe essere caduto accidentalmente nel pozzo oppure, come sospettano gli animalisti, potrebbe essere stato buttato intenzionalmente. Quest’ultimo inquietante sospetto sarebbe avvalorato dal fatto che l’apertura della cavità era stata parzialmente chiusa con dei massi. 

«Spero non sia così e che si sia trattato di un terribile incidente, ma se davvero qualcuno si è macchiato di una simile atrocità, vorrei che il suo nome venisse a galla per denunciarlo», afferma l’anonimo autore della taglia. 

Chiunque avesse notizia in merito è pregato di segnalarlo alla redazione de La Voce di Manduria che provvederà con discrezione a contattare il professionista.

Lascia il tuo commento. (Quelli con indirizzo email falso non saranno pubblicati)
commenti
I commenti degli utenti
  • NINO ha scritto il 25 novembre 2021 alle 09:17 :

    OVUNQUE CI SONO DECINE DI TELECAMERE BASTA GUARDARE CHI è PASSATO QUEL GIORNO NEI DINTORNI Rispondi a NINO

  • Leo ha scritto il 25 novembre 2021 alle 05:58 :

    Spero di non sapere mai chi sei. Rispondi a Leo

  • Irene schito ha scritto il 24 novembre 2021 alle 16:42 :

    Bastardo ,spero solo che capiti ad un componente della tua famiglia.Nn meriti di esistere ,essere immondo Rispondi a Irene schito

  • Marco ha scritto il 24 novembre 2021 alle 15:07 :

    Anonimo?? Per fare la denuncia dovrà fornire i dati personali questo anonimo professionista...🧟 Rispondi a Marco

  • Nicola ha scritto il 24 novembre 2021 alle 09:23 :

    Solo un bastardo di un essere umano può compiere simili atrocità, spero vivamente che simile esperienza capiti all'autore del gesto o magari a qualche suo più vicino famigliare. La terra sarebbe un paradiso se non ci fosse il genere umano. Rispondi a Nicola

Le più commentate
Le più lette