Immersione nelle acque di San Pietro in Bevagna

La fidanzata di "Super Sic" con Paolo De Vizzi alle vasche dei re

La spedizione della bergamasca che porta in giro il nome del grande pilota con opere benefiche, è stata ospitata dall’associazione «Il mare senza limiti»

Attualità
Manduria domenica 08 settembre 2019
di La Redazione
Paolo De Vizzi con Kate Fretti
Paolo De Vizzi con Kate Fretti © La Voce di Manduria

Le calde e pulite acque di San Pietro in Bevagna con le sue misteriose «vasche dei re», 23 sarcofagi di marmo grezzo che giacciono da 1700 anni a circa cinque metri di profondità sui fondali della marina manduriana affondò una nave diretta a Roma, hanno stregato Kate Fretti, la fidanzata di Marco Simoncelli, lo sfortunato pilota di MotoGp morto tragicamente in un incidente di gara sul circuito di Sepang, in Malesia.

Per visitare l’esclusivo sito archeologico, la giovane che è presidente di una onlus intitolata a Simoncelli che si occupa di raccogliere fondi da investire in strutture di accoglienza per bambini disabili, ha scelto una guida particolarissima: il manduriano campione del mondo di permanenza in acqua, Paolo De Vizzi, disabile per gli esiti di un incidente d’auto. Per tutta la giornata di ieri, salvo una breve pausa per un pasto fugace, la presidentessa della fondazione intitolata all’indimenticabile «Sic», attrezzata di tutto punto e munita di bombole, ha potuto ammirare l’incantevole sito e toccare con mano le grandi vasche di pregiato marmo che erano destinata ad ospitare i resti dei re di Roma. Una full immersion, nel vero senso della parola, nel corso della quale ha potuto far tesoro degli insegnamenti di De Vizzi che di lunga permanenza sott’acqua ne sa più di tutti. Nel 2016 a Santa Caterina di Nardò, ha segnato il record del mondo, tuttora imbattuto, rimanendo immerso a dieci metri di profondità, per 51 ore e 56 minuti.«Ora capisco perché tutti invidiano questi posti», ha detto Kate Fretti dicendosi «sbalordita dall’accoglienza della gente e dallo stupefacente mare».

La spedizione della bergamasca che porta in giro il nome del grande pilota con opere benefiche, è stata ospitata dall’associazione «Il mare senza limiti» di Paolo De Vizzi”. Hanno fatto parte del gruppo l’istruttore Donatello Palma, il divemaster Claudio D’Errico con sua figlia Elisabetta D’Errico. De Vizzi e Kate Fretti si erano conosciuti durante la consegna di un premio a Corigliano D’Otranto, provincia di Lecce. In quell’occasione i due si erano scambiati l’impegno di ritrovarsi per una l’esclusiva avventura.

Nazareno Dinoi


® Riproduzione riservata

Lascia il tuo commento
commenti