Venerdì, 27 Maggio 2022

Riflettori su ...

Vi dico chi è mio padre

Vi dico chi è mio padre Vi dico chi è mio padre | © n.c.

Vorrei fare pubblicamente un ringraziamento particolare al professore Giuseppe Pastorelli, non solo perché  è  mio padre, ma perché ritengo che lui rispecchi totalmente la passione, la serietà  la professionalità  del mondo del calcio tutt' oggi molto criticato soprattutto nel nostro Paese!

Mio padre Giuseppe è da molti apprezzato e conosciuto e da molti invidiato ma anche odiato e di questo mi sono chiesta sempre il motivo. Molti "calciatori" (quasi la maggior parte nella nostra provincia), hanno conosciuto mio padre e molti continuano ad ritenerlo un mentore, una guida, un mister e la minoranza invece ha realizzato in mio padre il colpevole dei loro insuccessi, forse perché  pensavano di raggiungere sin da piccoli un traguardo impossibile e svaniti i loro sogni hanno colpevolizzato mio padre, il mister! Io dico loro che per diventare qualcuno bisogna avere la stessa passione, voglia e intraprendenza del mio papà.

Detto ciò, voglio fare un ringraziamento  speciale ai giovani ragazzi che hanno disputato un bel campionato di Eccellenza  e alla società del Manduria calcio che ha affrontato questa  sfida grazie al direttore  mister Pastorelli con intraprendenza, professionalità e tanta passione per il calcio ! 

 Orgogliosa di te, papà. 

Alessandra Pastorelli 


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

6 commenti

  • Dott. Giuseppe Tommasino
    mar 5 aprile 15:23 rispondi a Dott. Giuseppe Tommasino

    Il consiglio di amministrazione esprime sentimenti di stima affetto e riconoscenza al prof. Giuseppe Pastorelli vero pilastro del calcio manduriano con la speranza di poter sempre contare sul suo prezioso contributo

  • Giovanni Micelli
    lun 4 aprile 14:37 rispondi a Giovanni Micelli

    Tanti auguri a lei e il mister Pastorelli

  • mino
    lun 4 aprile 14:24 rispondi a mino

    ho avuto come prof. di ginnastica per un piccolo periodo di tempo negli anni 80 ed il ricordo è piu che felice. trasmette entusiasmo e gioia di fare sport. bravo prof. e competente nel fare il propio lavoro.

  • Marco
    lun 4 aprile 06:14 rispondi a Marco

    Le società sportive sono private ed è ovvio che pretendono il massimo dai propri dipendenti: dirigenti, allenatori e calciatori... Inoltre sono tutti bravi a fare l' allenatore del lunedì al bar degli sfigati, ma il calcio si gioca con i piedi, non con la lingua... 🧟®

  • Gregorio 1
    dom 3 aprile 14:58 rispondi a Gregorio 1

    Ricordati che il manduriano è amante dei forestieri !! Perciò , non farci caso delle negatività della gente !!

  • Dimaggio Gaetano
    dom 3 aprile 14:47 rispondi a Dimaggio Gaetano

    Ho conosciuto tuo padre da poco tempo,ma e' bastato quel poco per rendermi conto di aver conosciuto una brava persona.Le critiche lasciamoli a chi sta sempre seduto a guadare,perche' come dice il proverbio;chi lavora sbaglia chi non lavora non sbaglia mai.

Mandurialab: solidali con gli esercenti che lamentano misure troppo restrittive per la movida
La redazione - dom 8 maggio

Ha fatto molto discutere in questi giorni la pubblicazione dell’ordinanza del Sindaco n. 78/2022 che ha come oggetto le misure a tutela della sicurezza urbana, della salute pubblica e della disciplina ...

La propaganda di regime sulle trincee e i conflitti di Legambiente
La redazione - lun 9 maggio

Ci ritroviamo a dover ancora riflettere e commentare sul depuratore. Sono passati 15 gg. dall'ultimo consiglio comunale e abbiamo dovuto assistere dapprima ad un video circolato negli ambienti di maggioranza e non ultimo ad un incontro ...

La fogna straripa per la pendenza sbagliata
La redazione - mar 10 maggio

Sono residente in via Rodi. Ieri è stata un'altra giornata come si suol dire di m. . . a. Per poter avere la strada asfaltata abbiamo pagato di tasca nostra (il sindaco Gregorio Pecoraro negli anni '90 mi disse pure che abbiamo fatto male, ma ...