Domenica, 2 Ottobre 2022

News Locali

L'iniziativa di una bar lady manduriana

Se ti molestano o subisci violenze, un cocktail ti può salvare dal bruto

Maria Mero Maria Mero © Facebook

Sei in un locale ad una serata e ricevi molestie verbali, palpeggiamenti, violenze di ogni tipo. Oggi un cocktail può salvarti la vita. Si chiama “Angel Shot” ed è il drink in codice per chiedere aiuto al personale e prevenire un abuso: a ricordarcelo è la barista manduriana Maria Mero a nome del “One Piece Bar” per cui lavora: “Non abbiate paura di chiedere aiuto”.

Chi l’avrebbe detto? Eppure è così, anche una bevanda alcolica può impedire una violenza: questa del “Angel Shot Cocktail” è una lodevole iniziativa lanciata qualche anno fa in Inghilterra e arrivata anche nel bar maruggese “One Piece Bar” cui la manduriana Mero ne fa le veci sul suo profilo Facebook. Scrive infatti così:

“Ciao a tutti, sono Maria e sono una barista, lavoro presso il "One Piece Bar" di Maruggio ed amo aggiornarmi, imparare e comunicare. Sono contro la violenza di ogni genere e molto spesso sia Donne, ragazzi o ragazze non riescono a chiedere aiuto molto probabilmente perchè sono sotto minaccia o vivono situazioni di violenza continua. Tutti sappiamo e conosciamo bene il famoso gesto della mano per chiedere aiuto, cosí come sappiamo anche che per chiedere aiuto senza farsi accorgersi di nulla bisogna chiamare il 112 ed ordinare una pizza. Oggi so anche che un cocktail dal nome "Angel Shot" potrebbe salvare la vita. Ordinando un "angel shot" starà a significare che per noi baristi è un campanello d'allarme per chiederci aiuto e di intervenire. Ovviamente io come tutto lo staff siamo contro la violenza di ogni genere e farà attenzione qualora dovessero accadere mai questi eventi”.

Quello di Maria e del suo titolare Pierluigi Saracino è quindi un appello rivolto a tutti, un modo discreto che permette di allontanare la persona che sta importunando perché basta chiedere un “Angel Shot” e sarà cura del barman o bar lady, proprio come Maria, di chiamare un mezzo e permettere un ritorno a casa al sicuro.

Originariamente questa dell’Angel Shot era partita come una campagna di prevenzione dalle aggressioni sessuali che esortava le frequentatrici e frequentatori di bar inglesi che non si sentivano al sicuro durante un appuntamento a “chiedere di Angela” al personale del bar. Diffuso anche in America arriva anche in terra messapica. Insomma anche se non bevi e ti senti in pericolo, fai ugualmente quest’ordine.

Marzia Baldari


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

Locali
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Il primo settembre è iniziato il mese di preghiera e iniziative dedicato al Tempo del Creato per l'anno ...

Locali
La Redazione - sab 1 ottobre

La giunta comunale di Manduria ha deliberato l’atto che dà il via ai lavori di abbattimento del muro di cinta del giardino dei Padri Passionisti ...

Locali
La Redazione - sab 1 ottobre

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Aiuti-ter, bar e ristoranti di Manduria trovano una notizia che può far ...

Locali
La Redazione - ven 30 settembre

Domenica mattina 2 ottobre i frati minori del Convento di San Francesco di Manduria, in collaborazione con la Pro Loco di Manduria, organizzano la sesta edizione de ...

Locali
La Redazione - gio 29 settembre

La food blogger manduriana “Tamy” diventa ospite fissa di TeleNorba. Da oggi giovedì 29 settembre ...

Nuova antenna di telefonia vicina al centro
La Redazione - mar 20 settembre

Il Comune di Manduria ha avviato le procedure per l’autorizzazione all’installazione di un nuovo impianto di telefonia multigestore di proprietà InWint Spa su cui dovrà essere ospitato l’impianto Vodafone Italia. ...

Parte la pulizia dei tombini, il programma e le strade interessate dal divieto di sosta
La Redazione - mer 21 settembre

Partiranno oggi e si protrarranno sino alla fine dell’anno i lavori di pulizia dei tombini che si trovano in diverse strade cittadine secondo un elenco prestabilito. I lavori affidati alla Gial Plast e alla ...

Il documento dimenticato nel cassetto delle Poste, una storia triste
La Redazione - mer 21 settembre

E’ una storia triste di cattivo servizio pubblico  quello che una giovane manduriana racconta ai nostri microfoni quando qualche giorno fa ha scoperto che il pacco contenente la sua tessera sanitaria, mai arrivato, era sempre ...