Mercoledì, 6 Luglio 2022

News Locali

Il Piano del distretto socio sanitario coinvolge i comuni

Progetto “Siamo con te”, infermieri e percettori di reddito aiuteranno i caregiver

Gloria Saracino Gloria Saracino © La Voce di Manduria

Al via un nuovo progetto “Siamo con te” promosso dal Distretto socio sanitario 7 diretto dalla dottoressa Gloria Saracino (nella foto) in cui sono coinvolti l'Ambito Territoriale e i 7 Comuni afferenti, ed il 24 giugno presso l’aula consiliare del Comune di Manduria alle ore 10,00 sarà firmata la convenzione tra l’Asl, Ambito e i Comuni coinvolti.

Obiettivo principale è quello di garantire “pause di sollievo” ai caregivers dei pazienti affetti da Sla, sollevandoli temporaneamente dai gravosi impegni di cura che si trova ad affrontare quotidianamente e che spesso portano al caregiver burden.

Questa condizione indica il carico fisico ed emotivo legato alla cura, ed è spesso associato all’assistenza delle persone con patologie croniche e degenerative.

Il burden viene quindi sperimentato come un peggioramento del proprio stato di salute emotiva, fisica e come un restringimento delle proprie possibilità esistenziali, sia per l’impossibilità di una vita sociale appagante, sia per la rinuncia, spesso, ad attività lavorative, che conduce a un peggioramento dello status economico della famiglia.

In considerazione di tutto questo il DSS 7 che sempre più sta assumendo il ruolo di struttura che vuole mettersi al fianco del territorio e dei suoi cittadini, ha previsto una serie di azioni che, attraverso il progetto, diano ai familiari delle “pause” al fine di ridurre il distress psicologico e arginare il senso di isolamento dalla comunità.

Negli interventi saranno coinvolti i percettori del reddito di cittadinanza, che opportunamente istruiti e formati, garantiranno una presenza quotidiana alle famiglie affiancati dal personale infermieristico.

I caregiver avranno inoltre la possibilità di usufruire di uno spazio dedicato di supporto psicologico, da utilizzare nelle ore in cui sarà possibile grazie al progetto, allontanarsi da casa e di un punto informativo con numero telefonico dedicato per ogni comune presso i servizi sociali avendo come persona di riferimento la relativa Assistente Sociale.  

La letteratura più recente mostra come il benessere psico-fisico del caregiver sia strettamente legato a un miglioramento dello stato del suo assistito.

Spesso, questo non è una conseguenza diretta, ma un effetto cascata: un caregiver più sano a livello psico-fisico, infatti, avrà maggiori energie per prendersi cura del proprio caro, sperimentando probabilmente un maggiore senso di autoefficacia nello svolgimento delle attività quotidiane.

Appare, quindi, sempre più chiaramente la necessità di prendersi cura di chi si prende cura e attraverso il progetto “Siamo con te” si prova a rendere realtà tutto questo partendo da un piccolo primo passo.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

6 commenti

  • Francesco
    lun 20 giugno 23:15 rispondi a Francesco

    Encomiabile iniziativa per chi riesce. Nel caso di chi si trova nelle condizioni della mia famiglia... in particolare di mia madre... che non può minimamente muoversi da mio padre dipendente totalmente da lei... di me e di tutta la mia famiglia... con mio padre da assistere continuamente ... non serve a niente. Va bene per alcuni ma non per tutti. Comunque bene e buono per chi ne può usufruire.

  • Marco
    lun 20 giugno 19:53 rispondi a Marco

    Magari se la cartella pazza venisse pagata il doppio dall'eventuale dipendente Asl negligente non sarebbe male... Lo stress subito non ha prezzo... 🧟‍♂️®

  • Marco
    lun 20 giugno 19:52 rispondi a Marco

    Subito dopo le elezioni regionali del 2020 mi è arrivata una cartella pazza da parte dell'ASL che ho prontamente contestato con la Posta Elettronica Certificata PEC. Personalmente la ritengo una BRUTTA E ANTIPATICA SORPRESA POST ELEZIONI REGIONALI... Non sto dicendo mica che... 🧟‍♂️®

  • Egidio Pertoso
    lun 20 giugno 18:38 rispondi a Egidio Pertoso

    Vada per gli infermieri, personale qualificato, anche se gia' mancante nelle strutture sanitarie. Ci si deve chiedere "i cittadini con reddito sono qualificati per un compito siffatto ?";ammesso che ci sia chi, lasciando il divano, faccia qualcosa di utile nella vita ! Sembra un proposito pio ma che, come vanno le cose da noi, restera' confinato nel regno delle bufalate.

  • Erminio Pitrelli
    lun 20 giugno 13:59 rispondi a Erminio Pitrelli

    Il progetto è buono e soprattutto opportuno. Una piccola nota; perchè dedicato solo alla SLA e non anche all'ìHalzaimer e al Parkinsonismo entrambo patologie neurologiche con evoluzione degenerativa?

  • Realtà
    lun 20 giugno 13:28 rispondi a Realtà

    Buon progetto

Locali
La Redazione - mar 5 luglio

Per scarso interesse delle famiglie che non hanno presentato domande o lo hanno fatto in misura troppo ridotta per avviare il progetto, il comune ...

Locali
La Redazione - lun 4 luglio

Agenzia Regionale per le Politiche Attive del Lavoro, centro per l’Impiego di Manduria, informa che sono attive nuove offerte di lavoro per i seguenti ...

Locali
La Redazione - lun 4 luglio

Prima foto: Manduria, sottoportico di Vico degli Ebrei, centro storico nelle vicinanze delle poche sinagoghe della Puglia. Seconda foto: Trani, centro storico, ...

Locali
La Redazione - dom 3 luglio

A meno di due settimane dall’annuncio della sua nomina a capo della storica associazione ...

Locali
La Redazione - sab 2 luglio

Il suo nome è Pietro, è un ex dipendente del comune di Manduria a cui gli è stata riconosciuta un’invalidità ...

Lotto fortunato, a Manduria vincita di 124mila euro
La Redazione - ven 24 giugno

La dea bendata ha baciato un manduriano che ha centrato il biglietto vincente acquistato da una ricevitoria della città Messapica. ...

Sei ausiliari del traffico per le marine, ecco i nomi
La Redazione - ven 24 giugno

Il sindaco di Manduria con apposito decreto ha assegnato la qualifica di ausiliario del traffico a sei persone selezionate dalla S. I. S. Segnaletica Industriale Stradale srl, titolare del servizio di gestione, controllo e sanzioni dei parcheggi a ...

 I Passionisti donano due metri di terreno per allargare e rendere più sicura la strada
La Redazione - sab 25 giugno

Il comune di Manduria provvederà ad allargare la sede stradale di via Regina Margherita nel tratto compreso tra il muro di cinta dei Padri Passionisti e la palizzata della ferrovia. Per farlo occorrerà ...