Venerdì, 27 Maggio 2022

Cronaca

Accusate di furto e di aver speronato l'auto delle forze dell'ordine durante un insgeuimento

Operazione dei carabinieri di Manduria, quattro persone in carcere

Carabinieri Manduria Carabinieri Manduria | © La Voce di Manduria

Piena attività dei carabinieri ieri mattina a Manduria dove le sirene delle autopattuglie si sono fatte sentire a lungo. Si trattava dell’operazione di trasferimento nel carcere di Taranto di quattro persone di Sava e Lizzano che erano state già fermate e poste ai domiciliari perché accusate di furto e resistenza a pubblico ufficiale. Con la loro auto, rubata a Taranto, avevano speronato più volte la macchina dei carabinieri nel corso di un pericoloso inseguimento.

«Molto grave il fatto commesso ed elevata l'inclinazione a delinquere» per non meritarsi la misura restrittiva in carcere anziché ai domiciliari come era stato precedentemente stabilito. Per queste ragioni ieri il gip Fulvia Misserini ha spedito in cella i quattro giovani fermati mercoledì dai carabinieri con l'accusa di furto aggravato, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di Andrea De Padova di 18 anni e Christian Urbano di 31 anni entrambi di Sava e Luigi Ninni, 27 anni di Lizzano, tutti pregiudicati. Il quarto è un lizzanese incensurato di 21 anni. A difenderli, gli avvocati Armando Pasanisi per Urbano, Bruno Pozzessere per Ninni, Rosario Frascella e Biagio Leuzzi per De Padova e Luigi Danucci per l'incensurato.

Tutti e quattro erano stati arrestati dopo un rocambolesco inseguimento. Prima due e dopo qualche ora gli altri, i quattro indagati avevano da poco cercato di impadronirsi della colonnina che raccoglie le banconote di un distributore di benzina della Q8 di Grottaglie, quando sono stati intercettati dai militari di un'auto civetta dei carabinieri di Manduria che hanno dato l'allarme iniziando un inseguimento concluso con la cattura. Per compiere il colpo, finito molto male, i quattro banditi avevano rubato a Taranto un'auto, un'Alfa Romeo Giulietta e un camion con il quale avevano tentato di sradicare la colonna del self service legandola al traino del camion con una corda che si è poi spezzata.

Individuati dai carabinieri mentre si allontanavano dalla stazione carburanti con la corda spezzata ancora legata alla parte posteriore del camion, è iniziato un pericoloso inseguimento notturno sulla strada che collega Grottaglie con Carosino, con ripetuti speronamenti all'auto dei carabinieri. Dopo circa quattro chilometri la Giulietta è stata costretta a fermarsi per la foratura di due pneumatici. Così le forze dell'ordine sono riuscite a bloccare i primi due mentre gli altri che erano alla guida del camion sono stati presi da altre pattuglie. Questi ultimi due erano riusciti a dileguarsi fuggendo a piedi nelle campagne, ma sono stati poi fermati davanti alle proprie abitazioni dove i carabinieri che li avevano riconosciuti li stavano aspettando. L'intera scena del tentato sradicamento della colonna porta banconote, fallito per la rottura della corda, è stata ripresa dalle telecamere del servizio di sorveglianza della stazione di servizio. Di particolare gravità, nel far decidere la convalida dell'arresto con l'appesantimento della misura restrittiva in carcere richiesta anche dal pm, è stata ritenuta l'azione violenta dello speronamento tentata più volte dai malviventi per sfuggire alla cattura. «Elemento questo - osserva la giudice Misserini - sintomatico di una particolare inclinazione a delinquere» e di «un disprezzo verso la vita e l'incolumità».

N.Din.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

2 commenti

  • Marco
    dom 15 maggio 13:35 rispondi a Marco

    E la guida senza patente del CAMION ?? O non era un camion?

    • Roberto M
      lun 16 maggio 12:08 rispondi a Roberto M

      giusto non l'hanno considerata quello è anche un reato😒

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Oggi pomeriggio si aprirà la nuova edizione della rassegna “Forum in Masseria”, nella Masseria “Li ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Non ci stanno ad essere relegati ai controviali di via XX Settembre, a Manduria, e non in Piazza dove si svolge la festa di San Cosimo: a ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Video e audio di Mimmo Breccia di La voce di Manduria ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, ven 27 maggio

Manduriambiente non può più accogliere rifiuti perché la capienza è esaurita. La direzione dell’impianto ...

Focolaio Covid al Giannuzzi, ricoveri sospesi in medicina
La Redazione - ven 22 aprile

Un focolaio d’infezione da coronavirus è scoppiato nel reparto di medicina dell’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria. Erano 25 sino a ieri, tra pazienti e personale sanitario, i positivi al Covid. Dall’altro ieri il ...

Rapina a mano armata, vittima un altro benzinaio
La Redazione - sab 23 aprile

Banditi ancora scatenati a Manduria. L’altro ieri a ricevere la visita dei rapinatori armati è stata la stazione di servizio Conversano sulla via per San Pietro in Bevagna. I malviventi che viaggiavano a bordo di un’auto, si sono fermati ...

Scossa di terremoto in Bosnia avvertita anche a Manduria
La Redazione - ven 22 aprile

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita alle 23. 07  in tutta la Puglia. L'epicentro del sisma, di grado 5,6  che è stato sentito nettamente in tutta la regione, è in Bosnia, al ...