Domenica, 2 Ottobre 2022

Cronaca

La denuncia di un residente arrabbiato

Nuova furbata sulle strisce blu: cancellate col “bianchetto” e il posto diventa privato

Le strisce cancellate Le strisce cancellate © La Voce Di Manduria

Dopo le sedie e lo stendino per occupare il posto auto davanti casa, da San Pietro in Bevagna arriva un'altra furbata. A segnalarcela è un nostro attento lettore che l’ha documentata inviandoci delle foto. In una via lato mare, proprio in prossimità della spiaggia, quindi posto privilegiato per chi vi abita, qualcuno ha grattato l’asfalto cancellando del tutto le strisce blu rendendo così, magicamente libero il posto auto.

E come se non bastasse, l’autore di quella che sembrerebbe essere una furbata, ha l’abitudine di lasciare un dissuasore di fortuna per non permettere ad altri di parcheggiare in sua assenza. Nella foto-denuncia è indicata la via che noi omettiamo.

Ecco cosa ci scrive il nostro segnalatore. «Queste sono le cose che mi fanno venire la rabbia! Oltre ad aver eliminato le strisce blu – scrive - si permettono anche di appropriarsi di 2 posti auto con paletti in cemento!». Naturalmente il cittadino prima di scrivere al giornale avrebbe segnalato la stessa cosa a chi di competenza. Con questi risultati: «Questo è lo schifo nonostante i continui solleciti alle forze di polizia, nessuno fa nulla».        


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

19 commenti

  • Vincenzo
    ven 12 agosto 16:25 rispondi a Vincenzo

    Sulla spiaggia le seggiole e gli ombrelloni segnaposto, sulla strada le sedie e lo stendino segnaposto, le vie a senso unico, diventate magicamente a doppio senso di marcia, grazie all'imbrattamento della segnalazione verticale. Una passata di bianco, può servire a ribadire il diritto al parcheggio perpetuo dell'auto, fuori dalla propria abitazione. Concordo con chi esterna la propria soddisfazione col dire che la Polizia Locale non può arrivare dappertutto. Auspico di leggere almeno un comunicato col quale l'Amm.ne comunale, a seguito degli interventi mirati, per contrastare i comportamenti evidenziati partecipa la cittadinanza sulle sanzioni elevate. Però, bisogna avere contezza che una miriade di violazioni e soprusi, a danno della collettività, rendono la convivenza civile impossibile. Ritengo fuori luogo gli auspici di bassa lega esternati in qualche commento.

  • A.rr.g
    ven 12 agosto 14:38 rispondi a A.rr.g

    Perché omettere la via e il civico di questi scuallidii... Non esiste più libertà di stampa.. Siamo alla frutta.. In questo paese vanno avanti i parassiti e malfattori! Non ci sono parole!!

  • Realtà
    ven 12 agosto 13:41 rispondi a Realtà

    GREGÓÓÓÓ, ASSESSORIIIIII.....ma dove vivete????

  • alfonso
    ven 12 agosto 13:28 rispondi a alfonso

    Aldilà delle possibili ed eventuali sanzioni all'autore, qualora noto, ciò che mi spaventa è constatare ancora una volta che grazie a queste stupide iniziative, questo territorio NON CRESCERA' MAI e lo dico a ragion veduta. Quando si raggiungono certi limiti, allora siamo alla frutta.

  • domenico
    ven 12 agosto 13:07 rispondi a domenico

    Perché avete omesso il nome della via? cos'è paura, omertà? Libertà di stampa a farsi friggere. Si dice il peccato non il nome del peccatore e neanche il luogo del peccato. Poi voi per primi vi lamentate quando qualche politico non informa e poi voi ricadete nello stesso comportamento. Non ha importanza se non pubblicate, è sufficiente che leggiate. Buon ferragosto e acqua in bocca.

  • Stanko
    ven 12 agosto 11:43 rispondi a Stanko

    Non preoccuparti. Mo il sindaco scrive. Che lui è bravo a scrivere. Lui sa scrivere con la penna,con la tastiera del pc,con lo smartphone...pure con le dita sulla sabbia sa scrivere. E a vedè comu è bravu! E scrive che denuncia gli atti vandalici e che noi cittadini dobbiamo segnalare. Peccato però che poi quando fai una segnalazione a i vigili manco ti cacano. E lui scrive... Purtroppo la verità è che ormai il messaggio che è passato sia FATE QUEL CA..O CHE VOLETE TANTO NESSUNO CONTROLLA e fin quando non si muove quacuno andremo sempre di male in peggio. E il sidaco scrive...scrive...scrive.... ce ma fà! Li piaci cu scrivi.

    • Greg pec
      ven 12 agosto 13:52 rispondi a Greg pec

      Io la butto lì... Perché il nostro sindaco non si dimette e scrive un libro?

  • Che Vergogna
    ven 12 agosto 11:39 rispondi a Che Vergogna

    Incredibile... Spero in una sanzione bella tosta per questo genio

  • Gregorio
    ven 12 agosto 10:48 rispondi a Gregorio

    Pecoraro,,,,vediamo quando Pesi..Qui dovrebbe scattare denuncia Penale!!!! Perseguibile x legge🤔🤔🤔🤔🤔

  • Viaggiatore
    ven 12 agosto 10:09 rispondi a Viaggiatore

    Mamma mia, certo che questi paesi sono abbandonati da Dio. Poveretti quelli che ci vivono tutto l'anno.

    • Manduria Libera
      ven 12 agosto 16:07 rispondi a Manduria Libera

      Statti a casa tua viaggiatò,nessuno ti ha invitato e nessuno ti costringe a rimanere…”cari” turisti del nord o barasi e napoletani che siate, l’anno prossimo fate una bella cosa andate da qualche altra parte ca qua sulu fastidio date…

      • giovanni
        sab 13 agosto 13:49 rispondi a giovanni

        è arrivato chicchirichì. ma che Manduria è la legione straniera?

  • Vincenzo
    ven 12 agosto 09:12 rispondi a Vincenzo

    Nel Far West, il diritto era un'opinione opinabile. In mancanza dello sceriffo, ci si faceva giustizia a colpi di revolver, meglio se Smith & Wesson. Siamo sulla ridente riviera di S.P.in B., nota località balneare della Città di Manduria. Qui in assoluta assenza di controlli, per contrastare le violazioni al codice della strada e i reati perpetrati in violazione dell’art. 673 del codice penale, c'è chi, irreprensibilmente, fa valere i propri diritti a colpi di pennellessa. C’è da augurarsi che l’emulazione non si traduca in un incremento di vendite di prodotti destinati al nobile (?) fine, con grande soddisfazione dei negozianti.

  • Adolfo mastrovito
    ven 12 agosto 09:05 rispondi a Adolfo mastrovito

    Ma secondo sti furboni o sapientoni per ogni stupida cazzata che fa il cittadino le forze dell'ordine dovrebbero stare a loro disposizione, ma andate a ............

  • Francesco Fanuli
    ven 12 agosto 08:45 rispondi a Francesco Fanuli

    A R R E S T A T E L I

  • Willy G
    ven 12 agosto 08:25 rispondi a Willy G

    Quelli sono operativi solo quando devono ritirare lo stipendio... poi sono irreperibili!

  • Cricoriu
    ven 12 agosto 07:54 rispondi a Cricoriu

    Con un ammenda da 10000 euro gli passerà sicuramente la fantasia.... Ripeto sempre ci no acchia Lu spustatu Ca li entula all'aria gli stendini li seggi e li paletti....

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Furti nel cimitero, una piaga eterna
La Redazione - mer 14 settembre

Furti nel cimitero ...

Crolla il solaio un operaio morto un altro ferito
La Redazione - gio 15 settembre

A Lizzano è crollato il solaio di una palazzina di un piano in ristrutturazione di via Ariosto 5, travolgendo due operai - in quel momento a lavoro - che sono rimasti a lungo sotto le macerie.  Uno dei due è morto, l’altro ...

"Al boss della Cupola interessava il business dei rifiuti"
La Redazione - ven 16 settembre

«La cupola» era interessata al business dei rifiuti. Lo rivelano le motivazioni della sentenza con cui a giugno scorso il giudice del Tribunale di Lecce ha condannato 32 persone, quasi tutti manduriani, accusati di far parte di un'organizzazione ...