Venerdì, 9 Dicembre 2022

Politica

Il dibattito in città

Lo scivolone sul regolamento contenente leggi superate e le reazioni di osservatori e addetti ai lavori

Consiglio comunale Manduria Consiglio comunale Manduria

Lo strafalcione firmato dal consigliere grillino, Vito Perrucci, presidente di commissione che aveva portato in consiglio comunale, per farlo approvare, un regolamento farlocco contenente leggi e regolamenti non aggiornati e quindi inapplicabili, ed anche norme contrarie alla logica, non è passato indenne alle critiche di politici e osservatori. Il regolamento - che è stato poi ritirato grazie al consigliere del gruppo Gea, Agostino Capogrosso, a cui non erano sfuggiti gli errori spiattellandoli nel suo intervento in aula -, è quello sulla “polizia rurale” (Uso e manipolazione di fitosanitari, edilizia agraria, uso irriguo e così via).

Dopo le bacchettate in aula di Capogrosso, sulle mani del consigliere Perrucci hanno infierito ieri altri politici e addetti ai lavori. Il primo è stato l’ingegnere Antonio Curri che non risparmia critiche al presidente grillino. «Uno che si "professa strenuo difensore" delle pratiche che riguardano la tutela dell'Ambiente, come il Presidente della Commissione Consigliare Vito Perrucci – scrive Curri, già presidente provinciale dell’Ordine degli ingegneri -, dovrebbe quanto meno fare ammenda per aver portato un Regolamento così carente! Mi meraviglia il fatto – prosegue Curri -, che anche il Presidente del Consiglio abbia insistito sul ritiro dell'argomento invitando il consigliere Capogrosso a presenziare nella Commissione che discuterà l'argomento». L’attento osservatore che di politica ne mastica (è stato anche sindaco di Manduria), conclude il suo intervento con una battuta che richiama l’incidente dell’infelice fuori onda del presidente Dinoi il quale al termine di un consiglio comunale, ignorando il microfono lasciato, da lui stesso, acceso, sussurrò all’orecchio di un suo vicino di banco (ahilui andando in diretta Facebook), che bisognava aver paura del consigliere Sammarco perché “si legge le carte”. «State attenti – ironizza Curri -, che oltre a Sammarco c'è anche Capogrosso che "si legge le carte"». 

Un altro autorevole commento sull’argomento è quello dell’architetto Andrea Casto che censura l’impreparazione e l’atteggiamento del presidente Perrucci definito “ducetto”.  «Gli errori – scrive Casto -, sono tollerabili e risolvibili se si ha l'umiltà di condividere, ascoltare, mettersi in discussione, ma così non può essere per i 5 stelle e per il suo ducetto». Per Casto, «la figura meschina è figlia della sua arroganza, supponenza e del suo fare costantemente offensivo e fuori dal tollerabile e a volte addirittura dal consentito».
Più canzonatorio e altrettanto sprezzante è il giudizio del consigliere di minoranza, Mimmo Breccia che così etichetta l’autore del regolamento malfatto. «Pare che dopo la figuraccia in Consiglio Comunale –, scrive il consigliere -, Vito Perrucci, pupillo del sindaco, sia sceso dal tappeto volante sul quale oramai si aggirava per le vie di Manduria; questo personaggio totalmente sconosciuto a Manduria fino a poco tempo fa – infierisce il consigliere -, è noto ormai a tutti per il suo perenne guardare tutti dall'alto in basso, dall'alto dei suoi forse 80 voti», conclude Breccia.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

3 commenti

  • Vincenzo
    dom 27 novembre 08:26 rispondi a Vincenzo

    Mi spiace constatare che il mondo pullula di dilettanti allo sbaraglio. Qualora l'atto fosse stato adottato, privo dei principi di legalità essenziali, non solo sarebbe stato inefficace ma, per dirla alla Fantozzi, sarebbe stata una c..... pazzesca. Eppure in Comune gli addetti ai lavori avranno facile accesso a Banche Dati dedicate, su cui trovare i riferimenti normativi appropriati e vigenti. Se così non fosse, Normattiva e Documentazione Economica e Finanziaria, più aggiornata della prima, disponibili sul Web sono alla portata di tutti. Ovviamente, occorre applicarsi.

  • Gregorio
    ven 25 novembre 17:27 rispondi a Gregorio

    Questo è lo specchio di Manduria 🤣🤣🤑🤑

  • Manduriano
    ven 25 novembre 09:59 rispondi a Manduriano

    In questo consiglio c'è poca umiltà nei personaggi con incarico di assessori e consiglieri di maggioranza. Oltretutto già il sindaco è così, cosa ci aspettavamo? Ulteriore figura di m.... di questa amministrazione che orma è alla deriva su tutto. Dai, dai il 2025 arriverà e ci libereremo di questi personaggi che stanno affossando ancora di più la città.

Tutte le news
Proclamato lutto cittadino Avetrana in lutto per la piccola Viola
La Redazione - gio 8 dicembre

Avetrana in lutto per la morte di una giovanissima di appena 5 anni. Viola Buccoliero il suo nome, era ricoverata in un ospedale romano per combattere una malattia ...

Tutte le news
La Redazione - gio 8 dicembre

I due consiglieri comunali di minoranza, Domenico Sammarco e Gregorio Gentile, hanno ufficialmente aderito al Partito democratico e costituiscono ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

Implementare l’intermodalità marittima per diminuire il tasso di incidentalità sulle strade e le ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

La comunità di Uggiano Montefusco e di Manduria può tirare un sospiro di sollievo: don Giovanni Marraffa non è morto per causa violenta. ...

Tutte le news
La Redazione - mer 7 dicembre

«Chi controlla la regolarità dei lavori di bitumazione a Manduria». Se lo chiede il consigliere comunale ...

Camera, i risultati a Manduria, a Iaia il 43,39% dei voti, Breccia si ferma al 15%
La Redazione - lun 26 settembre

A Manduria i candidati e le liste all’Uninominale Puglia Taranto alla Camera hanno preso questi voti definitivi. ...

Dati nazionali, il Cd al 44%, Cs 27%, Di Maio fuori dal Parlamento
La Redazione - lun 26 settembre

Fratelli d'Italia primo partito, Movimento 5 Stelle davanti alla Lega, maggioranza assoluta per il centrodestra in entrambe le camere. La coalizione del centrodestra si attesta intorno al 44% mentre quella di centrosinistra ...

Dario Iaia eletto alla Camera dei deputati
La Redazione - lun 26 settembre

Il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Dario Iaia, è tra i primi candidati della provincia di Taranto ad avere la certezza di un posto in Parlamento. Con circa 74mila voti personali il nome dell’ex sindaco di Sava è tra i ...