Martedì, 16 Agosto 2022

Politica

La vicenda tra Pecoraro e Ordine degli architetti

L’architetto che non piace al sindaco perchè critica troppo

Andrea Casto Andrea Casto © La Voce di Manduria

L’amministrazione comunale di Manduria, a differenza di tante altre in Puglia e in Italia, non sfrutterà lo strumento messo a disposizione gratuitamente dal Consiglio Nazionale degli Architetti che offre un bagaglio progettazione di altissimo livello e a basso prezzo, come hanno già fatto le città di Taranto, Brindisi e Lecce. Motivo? Il tesoriere dell’Ordine degli architetti, architetto Andrea Casto, referente di zona del progetto, critica pubblicamente, sui social, in qualità di segretario del movimento politico Azione Messapica, l’attività dell’amministrazione Pecoraro.

Per questo sarebbe franata la ghiotta opportunità accolta invece da diverse amministrazioni pubbliche italiane e recentemente anche dal il Ministero dell’Istruzione che ha sottoscritto con il Consiglio Nazionale degli Architetti un protocollo di intesa finalizzato all’utilizzo della piattaforma ConcorsiAWN.it  per la realizzazione di un "Concorso per la costruzione di 216 nuove scuole mediante sostituzione di edifici su alcune aree individuate.  

Dopo diverse interlocuzioni e incontri avuti tra l’architetto Casto, il sindaco Pecoraro e la segretaria generale, Eugenia Mandurino, nei giorni scorsi, quando tutto era pronto per la firma della convenzione, il primo cittadino, scavalcando il suo interlocutore locale, avrebbe chiamato personalmente il presidente dell’Ordine lamentandosi con lui per il comportamento dell’architetto manduriano. Nel corso della telefonata, il sindaco avrebbe sostanzialmente fatto sapere che non era interessato all’accordo non perché non fosse vantaggioso per l’ente ma per il referente locale troppo critico nei suoi confronti. Il sindaco, inoltre, avrebbe fatto intendere la possibilità di un suo ripensamento a condizione che l’architetto Casto ridimensionasse il suo comportamento eccessivamente critico nei confronti della sua amministrazione.        

Il presidente dell’Ordine, da parte sua, avrebbe invece confermato la fiducia nei confronti dell’architetto Casto informandolo correttamente e tempestivamente dell’inopportuna ingerenza del politico che Casto interpreta  come «una vergognosa intimidazione».


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

6 commenti

  • senza cuore
    sab 2 luglio 19:57 rispondi a senza cuore

    tutti buoni e volenterosi che si offrono per fare del bene. Mi sembra la Charitas ! L'ordine degli architetti vuole partecipare, sempre a fin di bene, alla revisione del piano regolatore, al PNNR e a tutto quanto fa fatturato. Per carità niente di male che ci si proponga, gli affari sono affari. Tutti hanno diritto di provarci. Come si dice: piatto ricco mi ci ficco. Basta non prendersi in giro, siamo stufi di tanta bontà e disinteresse. Un pò di cattiveria non guasta. Per dire!

  • Vincenzo
    sab 2 luglio 15:36 rispondi a Vincenzo

    Dell'architetto Casto, mi è capitato di leggere qualche intervento sulla V.d.M.. Ho apprezzato la competenza, frutto di analisi, esternata con morigerata riflessione. Purtroppo si è a Manduria e occorre rifarsi al ben noto detto che così recita: non c'è più sordo di chi non vuol sentire. La supponenza di chi amministra è il certo viatico per lo sfacelo totale. A tutti i Manduriani l'augurio di tempi migliori. Anche se, venir fuori da certe situazioni, altamente degradate e compromesse, sarà un'impresa ardua e complicatissima.

  • Vincenzo
    sab 2 luglio 13:44 rispondi a Vincenzo

    Dell'architetto Castro, mi è capitato di leggere qualche intervento sulla V.d.M.. Ho apprezzato la competenza, frutto di analisi, esternata con morigerata riflessione. Purtroppo si è a Manduria e occorre rifarsi al ben noto detto che così recita: non c'è più sordo di chi non vuol sentire. La supponenza di chi amministra è il certo viatico per lo sfacelo totale. A tutti i Manduriani l'augurio di tempi migliori. Anche se, venir fuori da certe situazioni, altamente degradate e compromesse, sarà un'impresa ardua e complicatissima.

  • Realtà
    sab 2 luglio 12:44 rispondi a Realtà

    Ma non é che qualcuno si viole candidare alle prossime elezioni comunali?

  • manduriana
    sab 2 luglio 09:27 rispondi a manduriana

    Sindaco dia la possibilità alle persone competenti di aiutarla.....vedrà che Manduria piano piano inizierà a volerle bene

    • Cittadino illustre
      sab 2 luglio 14:23 rispondi a Cittadino illustre

      Esatto, ecco perché non vuole avere a che fare con il signor Casto, che ricordo è colui che si oppose fermamente contro la proposta del MAESTRO ARNO' di far fare GRATUITAMENTE il progetto di un restalyng di piazza "tubi" ad un architetto di Milano suo amico.

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 16 agosto

L'associazione ambientalista manduriana, «Azzurro Ionio», ha avviato una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per finanziare un ricorso ...

Tutte le news
La Redazione - oggi, mar 16 agosto

«Vi racconto il mio coming out», si chiama Leonardo Caldarola, ha 17 anni, vive a Manduria e sarà ...

Tutte le news
La Redazione - lun 15 agosto

Opere d'arte di breve durata, il tempo di un bagno, a volte sino all'arrivo dell'onda lunga che cancella il lavoro di ...

Tutte le news
La Redazione - lun 15 agosto

Sulla spiaggia di lido dei Cavalieri a Campomarino sta avvenendo la nascita di piccole tartarughe marine che ripaga ...

Tutte le news
La Redazione - dom 14 agosto

Tuffarsi dal ponte del fiume Chidro, oltre che pericolosissimo perchè l'acque è bassa, è anche stato espressamente vietato dalla ...

Interpellanza dei Progressisti per rimediare agli errori del piano parcheggi nelle marine
La Redazione - dom 10 luglio

Il gruppo politico dei Progressisti, a firma del capogruppo Domenico Sammarco, ha presentato una interpellanza al presidente del Consiglio e al sindaco di Manduria per chiedere modifiche al piano dei parcheggi a ...

Capogrosso: «Ci sarebbero tutti i presupposti per la revoca della concessione della discarica»
La Redazione - mer 13 luglio

Il consigliere comunale del gruppo Gea, Agostino Capogrosso, potrebbe aver trovato la soluzione al temuto ampliamento della discarica La Chianca. «Ci sarebbero tutti i presupposti per la revoca immediata ...

I consiglieri compatti per respingere l’ampliamento della discarica Manduriambiente
La Redazione - gio 14 luglio

La quarta commissione consiliare Ambiente convocata ieri dal presidente Agostino Capogrosso, del gruppo Gea, ha approvato all’unanimità una risoluzione che impegna l’amministrazione comunale ad esprimere ...