Martedì, 4 Ottobre 2022

Il miniracconto

La polveriera

La polveriera La polveriera | © n.c.

La polveriera era un passaggio obbligato nella carriera dei giovani ufficiali di complemento. Il capitano d’ispezione li avrebbe valutati su quello e quelle valutazioni sarebbero rimaste nelle note caratteristiche, quindi era vietato sbagliare. Così, per quindici giorni almeno, nessuno delle guardie in polveriera poteva uscire oltre il limite della riservetta di cui faceva parte. I militari avrebbero guadagnato qualcosa in più in quei giorni, ma quanto? E valeva davvero la pena di farsi quindici giorni di lockdown per una miseria? Guardavano dalle altane il mondo circostante ed era molto bello. Quella polveriera in particolare era tra i monti e si poteva vedere la selvaggina pascolare ai piedi degli alberi nei boschi circostanti. La domanda era: c’era davvero esplosivo in quelle polveriere? Qualcuno scoprì che c’erano anche missili, nelle riservette interrate. Dopo quaranta anni l’ufficiale fu costretto a rimanere a casa per lockdown: e che ci voleva? Lo aveva fatto tante vote da militare e adesso gli mancava solo una scusa per restare asserragliato in casa.


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Svegliarsi per lui
La redazione - sab 27 giugno 2020

Forse era troppo presto, ma tuo marito voleva un figlio e tu accettasti di fargli questo dono. Ma che brutto il periodo della gravidanza! E che terribile esperienza che fu il parto! Però adesso lui c’era e tu ti perdevi in quel cosetto che avevi portato dentro. Adesso i rapporti sessuali ...

?Si fece furbo
La redazione - mar 30 giugno 2020

Il paese era piccolo, la gente mormorava, ma lui non si era mai accorto di nulla. A volte incontrava vecchie amiche d’infanzia, le salutava come avrebbe salutato chiunque e mai avrebbe immaginato che questo modo di comportarsi gli causasse di guai. Un giorno, tornando a casa, trovò la ...

?Buona notte Leonardo
La redazione - mer 1 luglio 2020

E dopo anni che hai combattuto con le unghie e con i denti, sempre capace di un sorriso, la morte ha ottenuto il suo tributo. Sei stato davvero coraggioso nell’affrontare la malattia ed un esempio per chi era stanco della vita, di una vita che comunque è sempre bella, qualunque ...