Domenica, 2 Ottobre 2022

Cronaca

L'unico in servizio si è dovuto assentare per un trasferimento urgente

Il pronto soccorso del Giannuzzi per un'ora senza medico

Pronto soccorso del Giannuzzi Pronto soccorso del Giannuzzi

Pronto Soccorso sì, ma senza medico! Ha davvero dell’incredibile quanto si è verificato ieri pomeriggio nella struttura ospedaliera del Marianna Giannuzzi di Manduria, dove in qual pronto soccorso c’erano ben 18 pazienti in attesa di essere visitati, tra i quali anche due in codice arancione. Ma per un’ora e mezza circa, il servizio è rimasto priva dell’unico medico di turno, costretto ad assentarsi per assistere in ambulanza il trasferimento di un paziente in emergenza a Taranto.

A questo punto nel P.S. di Manduria ci si guardava in faccia per capire come risolvere la questione, mentre i pazienti in attesa, accortisi di quanto stava avvenendo, hanno iniziato a fare commenti oltre che chiedere spiegazioni al personale infermieristico a cui il servizio era affidato.

Nel frattempo, non essendo stato possibile rintracciare un medico reperibile, si è dovuto far capo al direttore del pronto soccorso, dottor Francesco Turco che, malgrado non fosse in servizio e tanto meno reperibile, ha tamponato la carenza assicurando il servizio.

Ma un fatto analogo di assenza di mancanza del medico di turno si è verificata giorni fa quando ad accompagnare un paziente con una grave emorragia a Taranto, in ambulanza c’era solo un infermiere. Una situazione davvero assurda quella di un pronto soccorso che deve far fronte ad una ampia utenza proveniente non solo da tutta la fascia orientale jonica ma anche da centri delle vicine  province.

Insomma, la carenza di medici al Gianuzzi è ormai cronicizzata, tant’è che come ieri per tutta l’estate c’è stato in servizio solo un medico per ogni turno. Talvolta risulta che per poter far fronte al gran numero di accessi si è dovuto ricorrere a medici di altri reparti che, a loro volta, sono rimasti momentaneamente senza assistenza. Insomma, una specie di coperta corta quella del personale medico al Giannuzzi, ospedale che negli ultimi decenni ha registrato un declino con scelte, più volte contestate di abolizione di interi reparti e servizi, con i manduriani che hanno invece dovuto fare da spettatori a inaugurazione di nuove strutture in altri nosocomi della provincia jonica. Visto quanto è avvenuto ieri al P.S. c’è da chiedersi se sia logico e giusto pretendere di mantenere in  piedi una struttura del genere con un solo medico per turno. 

Gianluca Ceresio


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

1 commento

  • Giuseppe
    gio 22 settembre 13:29 rispondi a Giuseppe

    Ogni nodo viene al pettine,,,CASCARANO questa è la sua smentita..Solo pubblicità Elettorale, per la poltrona e I propri Interessi...opinione

Tutte le news
La Redazione - oggi, dom 2 ottobre

Con una recente sentenza il Giudice di Pace di Lecce ha accolto il ricorso di un automobilista manduriano che si era visto contestare ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Lei di Manduria, lui di Torricella. Teresa Dimonopoli e Yari Motolese sono i loro nomi e questa sera ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

I vigili urbani di Manduria hanno circoscritto con il nastro un tratto di marciapiede di via Salvatore Gigli per impedire il passaggio pedonale ...

Tutte le news Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il sindaco di Manduria, Gregorio Pecoraro, ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook il video della polizia locale che riprende le scene di 8 “sporcaccioni” ...

Tutte le news
La Redazione - sab 1 ottobre

Il Comune di Manduria è chiamato ad esprimersi sulla realizzazione di un mega impianto fotovoltaico di circa 30 ettari ...

Furti nel cimitero, una piaga eterna
La Redazione - mer 14 settembre

Furti nel cimitero ...

Crolla il solaio un operaio morto un altro ferito
La Redazione - gio 15 settembre

A Lizzano è crollato il solaio di una palazzina di un piano in ristrutturazione di via Ariosto 5, travolgendo due operai - in quel momento a lavoro - che sono rimasti a lungo sotto le macerie.  Uno dei due è morto, l’altro ...

"Al boss della Cupola interessava il business dei rifiuti"
La Redazione - ven 16 settembre

«La cupola» era interessata al business dei rifiuti. Lo rivelano le motivazioni della sentenza con cui a giugno scorso il giudice del Tribunale di Lecce ha condannato 32 persone, quasi tutti manduriani, accusati di far parte di un'organizzazione ...