Venerdì, 7 Ottobre 2022

News Locali

Il racconto della protagonista

Il documento dimenticato nel cassetto delle Poste, una storia triste

Cassetto Cassetto © La Voce Di Manduria

E’ una storia triste di cattivo servizio pubblico  quello che una giovane manduriana racconta ai nostri microfoni quando qualche giorno fa ha scoperto che il pacco contenente la sua tessera sanitaria, mai arrivato, era sempre stato nella sede centrale delle Poste. «Sono scioccata e sono stata anche presa in giro», si sfoga la donna riportando l’accaduto.

Ha aspettato più di un mese in attesa del suo pacco quando ha deciso di recarsi direttamente nella sede centrale delle Poste manduriane per verificare che fine avesse fatto il suo documento: «perché vivo in campagna e sapevo già che i tempi sarebbero stati lunghi – ci spiega -, ma quello che ho scoperto è assurdo».

La manduriana aveva regolarmente avanzato l’istanza di richiesta della tessera sanitaria sul sito dell’Agenzia delle entrate e avviato la procedura per la spedizione a carico delle Poste, ma a più di trenta giorni a mani vuote la donna ha iniziato a preoccuparsi: «Avevo fretta perché dovevo compilare dei dati per l’iscrizione all’università – chiarisce -, e non potevo perché non avevo ancora ricevuto il documento».

Spazientita la studentessa decide quindi di recarsi direttamente nella sede spedizioni delle Poste dove le sarebbe stato detto che la sua richiesta non era mai stata ricevuta e che «il pacco per loro non esisteva». Le viene consigliato di rifare la procedura e tornare in sede con la ricevuta dell’istanza fatta. «Ho eseguito dubbiosa – spiega -, ed ho rifatto la domanda e sono tornata in Posta con la ricevuta».

Ma tornando scopre l’incredibile: «Arrivata vengo accolta da una signora scontrosa che dopo aver ascoltato la mia vicenda mi deride letteralmente in faccia – racconta la giovane -, dicendomi che non potevo lasciare a loro la ricevuta con i miei dati sensibili, così in bella vista». A questo punto, la donna ci dice che umiliata era pronta ad andar via nonostante avesse ribadito alla dipendente di aver semplicemente eseguito quello che altri suoi colleghi le avevano detto di fare. Ma mentre si dileguava per tornare a casa, avrebbe incontrato il postino e finalmente l’arcano si risolve: «Conoscevo l’uomo delle spedizioni fortunatamente – conclude -, e l’ho invitato ad indagare. Gli è bastato aprire un cassetto per trovare il mio pacco con la tessera sanitaria dove qualcuno chissà perché lo aveva accantonato un mese prima».

Marzia Baldari


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

5 commenti

  • Immacolata Mariggiò
    sab 24 settembre 00:13 rispondi a Immacolata Mariggiò

    Esiste un sito che indica la procedura per le segnalazioni di irregolarità e malfunzionamento di Posteitaliane. Parlarne tra cittadini non basta, a mia opinione é fondamentale segnalare i disservizi di cui si é vittima, una segnalazione dopo l'altra fanno sí che arrivino ispezioni dall'alto e le cose poi cambiano. Il sito é questo..... https://www.posteitaliane.it/it/sistema-di-segnalazione-delle-violazioni.html#:~:text=Attraverso%20il%20Portale%20Whistleblowing%20puoi,e%20delle%20regole%20di%20comportamento

  • Cosimino Di Marzio
    gio 22 settembre 17:20 rispondi a Cosimino Di Marzio

    Queste cose fanno riflettere molto, questi sono i servizi di poste italiane eppure i servizi adesso se li pagano profumatamente ma a qualità zero proprio

  • Renna Gregorio
    mer 21 settembre 20:07 rispondi a Renna Gregorio

    La stessa cosa è successa a mia moglie...guarda caso si tratta proprio delle tessere sanitarie sue e dei miei figli, ancora ad oggi mai arrivate....

  • Alex Manfredi
    mer 21 settembre 18:09 rispondi a Alex Manfredi

    Dovete denunciare queste situazioni agli organi competenti.

  • Nessuno
    mer 21 settembre 15:56 rispondi a Nessuno

    Buongiorno non sei unica vicino porticella la posta la buttano per terra ho sugli scaloni con tutto il sopralluogo che hanno fatto eppure ci sono le cassette posta con relativi nomi ancora oggi si ripete la storia e davvero un disservizio è vengono pagati

Locali
La Redazione - gio 6 ottobre

Ha inizio oggi una nuova collaborazione del nostro giornale con un professionista del benessere. E’ il fisioterapista manduriano ...

Locali
La Redazione - mer 5 ottobre

La proprietà del progetto di impianto per l’energia rinnovabile denominato "Ripizzata" di potenza pari a 16. 958 MW da ...

Locali
La Redazione - mar 4 ottobre

Tutti i settori dell’amministrazione comunale superano abbondantemente la sufficienza ma solo uno ottiene il massimo mentre il più scarso ...

Locali
La Redazione - mar 4 ottobre

Il servizio dialisi del Marianna Giannuzzi dovrebbe essere potenziato per sopperire alla chiusura del centro privato di Torricella. «Ma ...

Locali
La Redazione - mar 4 ottobre

L’ingegnere responsabile del settore Lavori pubblici del comune di Manduria, Claudio Ferretti, ha nominato ...

Il Colombino di Miola vola a Torino, ecco dove trovarla a Manduria
La Redazione - sab 24 settembre

Miola, Le Delizie e Jonical: sono queste le tre pasticcerie manduriane che producono Il Colombino di Manduria, il dolcetto tipico messapico tutelato dal catalogo Slow Food e presente proprio in questi giorni, grazie all’attività ...

E’ giusto l’uso dei cellulari a scuola? Cosa ne pensano gli addetti ai lavori
La Redazione - sab 24 settembre

È giusto proibire l’uso dei cellulari a scuola? Se si ritiene «soddisfatta» di questo la rettrice del liceo Malpighi di Bologna, Elena Ugolini, la cui decisione di vietarlo nel suo istituto ha fatto ...

A Torino il Colombino, il dolce a chilometro zero che piace anche agli stranieri
La Redazione - dom 25 settembre

Sono tre i maestri pasticceri manduriani che in questi giorni stanno presentando il Colombino di Manduria alla 14esima edizione di «Terra Madre Salone del Gusto», a Parco Dora di Torino dal 22 al 26 settembre. ...