Venerdì, 12 Agosto 2022

Riflettori su ...

Festa a Li Surì, parla la mamma di un ragazzo positivo

Festa a Li Surì, parla la mamma di un ragazzo positivo Festa a Li Surì, parla la mamma di un ragazzo positivo | © n.c.

Cari lettori de La Voce di Manduria, sono la mamma di uno dei probabili positivi della festa del 22 dicembre, sintomatico fortunatamente in maniera lieve, con tutta la famiglia in quarantena dal 25 dicembre, quindi Natale e Capodanno in casa soli.

Sono diversi giorni che leggo vari attacchi verso questi ragazzi la cui unica “colpa” è stata quella di aver partecipato ad una festa, la prima festa dopo due anni nei quali il massimo del loro divertimento è stato giocare online a Fortnite.

Da premettere che per quanto ne so la maggior parte dei ragazzi positivi e di conseguenza le loro famiglie e’ vaccinata e ha green pass rafforzato. Ho letto parole tipo rimbambiti (non era proprio questa ma non credo si possa riportare su un giornale) e incoscienti, ma per quale motivo? Per aver partecipato ad una festa autorizzata da direttive ministeriali?

Non hanno compiuto niente di illegale! Lo sapete che la prima di Spiderman ha fatto sold out in quasi la maggior parte dei cinema? E se il contagio fosse avvenuto là, la colpa sarebbe stata dell’Uomo Ragno? Non voglio andare a ripetere sempre le stesse cose ma in questo periodo ognuno ha fatto cio’ che poteva, iniziando dalle gite natalizie fuori porta in paesi dove si camminava in fila indiana, fino alle ore passate nei negozi al chiuso per l’ acquisto dei regali.

Non cito le varie prenotazioni al cenone di Capodanno prima del decreto del 23/12, quando ci si preparava a ballare nei locali. Basti vedere la situazione contagi in Italia, non credo che tutti abbiano partecipato alla festa de Li Surii…

E questa estate credete che non abbia visto lo scempio che c’era sulle spiagge? Altro che distanziamento ombrelloni! Ci stiamo vaccinando per essere liberi. Lo volete capire che questa non e’ vita e se non ci ammazza il Covid ci ammazza la paura di vivere? Non diamo la colpa ai ragazzi quando noi per primi abbiamo voluto ricominciare ad avere una vita normale, magari senza una festa, ma con comportamenti molto simili.

Grazie dell’attenzione.

Ilenia


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA

17 commenti

  • palo fasi
    mer 5 gennaio 18:14 rispondi a palo fasi

    Vorrei solo sapere il numero delle persone ammassate in quei locali, ho sentito dire 800. Traete voi le conclusioni in merito circa la serietà della struttura e degli organizzatori.

  • Laura
    lun 3 gennaio 16:21 rispondi a Laura

    Condivido il suo pensiero, gentile signora,tutti quelli che dicono di fare molta attenzione facendo la morale agli altri e quindi no feste no cinema no ristorante ,sono lì stessi che poi sono sempre al supermercato che è il posto dove ci si contagia di piu

  • Loana longhi
    lun 3 gennaio 15:19 rispondi a Loana longhi

    Condivido tutto pienamente grazie per aver avuto il coraggio di dire ciò che la maggior parte delle persone vorrebbe ma non ha le palle.

  • Leonardobuccidjgroup
    dom 2 gennaio 17:02 rispondi a Leonardobuccidjgroup

    Che Mamma TOP...Finalmente!!!

  • Realtà
    dom 2 gennaio 16:35 rispondi a Realtà

    In ogni caso, RESPONSABILITA E PRUDENZA vuole che si evitino posti cosi affollati. I miei figli a casa o solo da parenti ristretti!

  • Maria
    dom 2 gennaio 14:57 rispondi a Maria

    Brava signora condivido tutto quello che dice i ragazzi come tutti noi abbiamo il diritto di vivere senza tutto il terrore che si sta seminando

    • gianluca
      mer 5 gennaio 11:47 rispondi a gianluca

      I tanti morti fanno terrore, non le attenzioni e le prudenze che bisogna avere. Poi se succede che uno si infetti pazienza, ma se vaccinato non avrà grossi danni. Serve ripeterlo visto i tanti casi a Manduria.

  • Antonio Derinaldis
    dom 2 gennaio 14:42 rispondi a Antonio Derinaldis

    Non è periodo di feste e festini. Mare?? Bhe certo .a Mare Vieterei.Siolo nelle spiagge private almeno così si mantengono le regole.

  • giorgio sardelli
    dom 2 gennaio 14:42 rispondi a giorgio sardelli

    Sig. Ilenia, se la poteva risparmiare questa uscita sicuramente a sbagliare non sono stati solo i ragazzi , ci piace o non ci piace dobbiamo capire che siamo in guerra contro un nemico invisibile le istituzioni ci hanno consigliato di usare comportamenti responsabili per vincere il mostro e vero pure che fra i ragazzi e gente di tutte le età si vedono comportamenti irresponsabili manca il rispetto verso l'altro sino ad oggi ci lasciano scegliere di vaccinarci o meno di portare le protezioni però si deve avere rispetto verso gli altri che non la pensano come loro fuori di casa usare comportamenti corretti e non quelli che facilmente sono sotto gli di tutti finchè arriva la edicina giusta

  • Basta con questa storia
    dom 2 gennaio 13:41 rispondi a Basta con questa storia

    Le feste si dovevano evitare e magari i genitori impedire di partecipare ad una cosa del genere...

  • Piera Puglia
    dom 2 gennaio 13:26 rispondi a Piera Puglia

    Condivido pienamente il suo pensiero cara signora Ilenia ormai ci arroghiamo il diritto di giudicare e addirittura condannare sempre e tutti pensando di essere dalla parte della ragione. Se potessero userebbero la loro rabbia per sterminare come già fanno con le parole. Stia serena. "Non ti curar di loro ma guarda e passa"

  • Maria My
    dom 2 gennaio 12:13 rispondi a Maria My

    Ci sono stati contagi anche e soprattutto a scuola, per via di un coro natalizio. Il coro è stato diretto da un'insegnante che poi è risultata positiva al covid. Questo non lo diciamo? O a scuola i contagi non avvengono? Tutti bravi a giudicare su un'evasione giovanile, di cui io stessa ero contraria, ma come giustamente ha detto la signora, non si può cedere alla paura. La maggior parte si sono infettati nei pranzi e cene tra parenti. Finiamola con il dare sempre le colpe agli altri. E per dirla nel modo che tutti capite : CHI È SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA"! BUON ANNO A TUTTI!

    • Mary Lomartire
      lun 3 gennaio 14:10 rispondi a Mary Lomartire

      oh oh oh........che bello sparare a zero su tutto e su tutti quando non si è coinvolti personalmente vero? appena però entriamo "nel calderone" anche solo con un'unghia ci arroghiamo il diritto di commentare........A [email protected]@O però!

  • Erario fabio
    dom 2 gennaio 10:27 rispondi a Erario fabio

    Purtroppo doveva andare così signora lasciali parlare tanto non sanno fare altro

  • tony 65
    dom 2 gennaio 09:49 rispondi a tony 65

    cara vista la situazione poteva tenerselo a casa un po di colpa l abbiamo anche noi genitori non vi pare

  • Fernando Maria Maurizio Potenza
    dom 2 gennaio 09:17 rispondi a Fernando Maria Maurizio Potenza

    Non avrei trovato parole migliori per esprimere ciò che sta accadendo con questa pandemia di vaccinati. Continuano a bombardarci di falsità e paure, nonostante i vaccini ed i richiami che dovrebbero proteggerci dal virus. Così, mentre la Sanità è allo sfascio, l'economia va a rotoli e chi ci governa sperpera i nostri soldi per cose e progetti inutili e inefficaci, noi supervaccinati e tamponati, nascosti dietro una supermascherina facciamo la caccia alle streghe, senza sapere che le streghe siamo proprio noi.

Vi spiego come migliorerà la viabilità nelle marine
La redazione - ven 22 luglio

Gentile direttore, leggo il suo giornale nei limiti in cui posso avere interesse specialistico ed osservo quanto vorrà considerare. Il personale della polizia locale tutto, svolge con diligenza il proprio servizio assicurando l’intervento ...

È ufficiale: la democrazia a Manduria è morta
La redazione - sab 23 luglio

Per l’amministrazione Pecoraro e tutta la sua maggioranza, il nostro giornale non potrà riprendere e diffondere le dirette del consiglio comunale di Manduria: non per una, ma per tutte le sedute future. A poco è servita l’interpellanza ...

Quel segno della croce di Giovanni prima del turno in pronto soccorso
La redazione - lun 25 luglio

Ricordo nitidamente, circa un mese fa, l’incontro nel corridoio d’uscita del pronto soccorso. Io terminavo un turno massacrante mentre tu eri in procinto di prendere servizio, li dove ormai non ci sono più medici. ...