Venerdì, 9 Dicembre 2022

Gli articoli

Da un amico

A Mimmo Olivieri: "Quel vento pazzo che ti ha portato via"

Fernando Maria Maurizio Potenza 
Fernando Maria Maurizio Potenza 

Ricordo il tuo saluto fugace, il tuo goffo intercedere, il giornale portato sotto il braccio con tutto quel mondo dentro, quel mondo che non ti apparteneva e che cercavi di renderlo più bello con i tuoi racconti. Racconti umili e semplici, bozzetti su piccoli foglietti a quadretti. Già, perché nonostante tutto riuscivi a scrivere. Perché è difficile anche quando scrivi, perché scrivere è molto difficile.

Quelle difficoltà a te importanti per riuscire a trovare una piccola via di fuga e sfuggire a quei tormenti di una vita vissuta come il vento. Quel vento che ti è stato amico e non ti ha mai fatto sentire solo, quel vento per molti pazzo, che fa molto rumore ma muore in silenzio. Ciao Mi.

Fernando Potenza


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.
stai rispondendo a

COMMENTA
Prima cacciano i medici dagli ospedali e poi...
La redazione - ven 11 novembre

Prima cacciano i medici dagli ospedali e poi lamentano la lungaggine delle liste di attesa. Quando il Governo Regionale proclama di voler ridurre le liste di attesa, non dategli retta. Sono lacrime di coccodrillo! Senza risorse umane ed economiche aggiuntive ...

Il dopo lockdown per noi fragili
La redazione - sab 12 novembre

Mentre Tutto Scorre… è arrivato il tempo di fare una riflessione. Che parte da questa domanda: Perché pensi che i rapporti umani non siano cambiati dal periodo della pandemia? ...

"Da noi le donne trovano uno spazio d'ascolto"
La redazione - lun 14 novembre

Pubblichiamo di seguito l'intervento del Centro antiviolenza "Rompiamo il silenzio" in merito alla pubblicazione dell’articolo “Io, vittima di violenza delusa e ignorata” comparso su La Voce di Manduria.   ...