Coordina Manduria Noscia

5 milioni contro la Sla, parte da Manduria la campagna #iostoconpaolo

Partirà oggi in tutta Italia una grande raccolta fondi da destinare alla ricerca per una cura contro la Sla. Manduria, per la sua alta incidenza di malati...

Attualità
Manduria giovedì 07 dicembre 2017
di La Redazione
Il salvadanaio
Il salvadanaio © La Voce di Manduria

Partirà oggi in tutta Italia una grande raccolta fondi da destinare alla ricerca per una cura contro la Sla. Manduria, per la sua alta incidenza di malati rispetto alla popolazione, è stata scelta come punto di riferimento del Sud Italia. Il responsabile della campagna che farà capo a Manduria, è Dario Giuliano, figlio di Leonardo, affetto da Sla, che si appoggerà al Movimento “Manduria Noscia” e alla Protezione civile Ser con sede ad Avetrana dove sono state già depositati i primi cinquemila salvadanai.

L’obiettivo è quello di raccogliere 5 milioni di euro. L’iniziativa nasce dalla provincia di Varese da parte della famiglia di Paolo Palumbo, il malato di Sla più giovane d’Italia (ha solo 20 anni), ed ha già coinvolto un pool di ricercatori, italiani e internazionali, che si sono impegnati nella ricerca del farmaco. Attualmente il Pool è rappresentato da Adriano Chiò dell’Università di Torino e della Città della Salute di Torino, da Christian Lunetta del Centro Clinico Nemo (NeuroMuscular Omnicentre) di Milano, da Nilo Riva dell’INSPE dell’Ospedale San Raffaele, Gianluca Floris dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Cagliari, Ana Calvo dell’Università di Saragoza (Spagna),Bryan Traynor del National Institute of Health (USA), Orla Hardiman del Trinity College di Dublino (Irlanda), Philip Van Damme dell’Università di Leuven (Belgio), Philippe Corcia del Centro SLA di Tours (Francia), Ammar Al-Chalabi del King’s College di Londra (Inghilterra) e Leonard Van den Berg dell’Università di Utrecht (Paesi Bassi).

Lascia il tuo commento
commenti
Altre news
Le più commentate
Le più lette