Chiedo scusa se da bambino ho usato la parola “ricchione”

Da Uomo delle istituzioni ed Ufficiale di Governo, chiedo scusa a mio figlio, espressione del mio futuro

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - mercoledì 10 novembre 2021
Alfredo Longo
Alfredo Longo © La Voce Di Manduria

Chiedo scusa per tutte le volte che da bambino ho preso in giro un disabile, per tutte le volte che da ragazzo ho usato la parola “ricchione” come un’ingiuria, per tutte le volte che ho fatto un sorrisino ebete nel vedere passeggiare un uomo (o una donna) con un’identità di genere diversa dalla mia! 

Da Uomo delle istituzioni ed Ufficiale di Governo, chiedo scusa a mio figlio, espressione del mio futuro, per essere rappresentato da persone che, senza avere neanche il coraggio di votare in maniera palese, esultano dopo aver affossato una norma che in altri paesi d’Europa è già in vigore da anni!  
Omofobi non si nasce, si diventa!  È un pregiudizio che ha radici profonde, che prende forma fin dai primi anni di vita, quando la famiglia, la scuola e la società in genere, non ti educa alla diversità, affermando il principio che ciò che è diverso è sbagliato!

Amministro con orgoglio un piccolo paese del Sud, che ha fatto dell’accoglienza un suo punto di forza, che ha aperto le braccia ai “cugini” albanesi nel 1991 ed ha attivato uno dei primi Sprar in Italia per rifugiati provenienti da ogni parte dell’Africa sin dal 2014.
Alfredo Longo, sindaco di Maruggio

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • simone.miretti1 ha scritto il 17 novembre 2021 alle 18:10 :

    A chi non è mai capitato di usarla? Crescendo si matura. Purtroppo, è un termine che ha assunto un significato dispregiativo nel corso del tempo. Potrebbe anche assumerlo la parola "gay" un domani se la si usasse in senso dispregiativo. Comunque, spero che questo discorso sia spontaneo e non sia un modo per ottenere visibilità. Buona fortuna! Rispondi a simone.miretti1

  • Antonio F. ha scritto il 14 novembre 2021 alle 12:38 :

    Sindaco, invece di sparare chiacchiere, pensa a i problemi attuali di cronaca tipo : "Il pusher arrestato rimesso in libertà il giorno dopo" o "Atti persecutori sull'anziana proprietaria di casa, arrestata coppia di pregiudicati" ....questi sono i veri problemi !!!!! Rispondi a Antonio F.

  • Gregorio ha scritto il 12 novembre 2021 alle 12:28 :

    Scusa Sindaco! Ma! chi NON ha mai usato da adolescenza questa parola!? Negli anni '60 (si può dire) era di moda a dare come un’ingiuria agli amici (chiaramente) con una certa confidenza !!! E' mò ti stà scandalizzi !!! Oddio, ..è sempre un'ingiuria per carità! - Ma moni la stà faci nù picca traggica !!! Rispondi a Gregorio

  • Giuanni cu la camisa cranni. ha scritto il 10 novembre 2021 alle 23:02 :

    Sindaco ! Per PUBBLICITÀ si fa questo e altro !! Pensa alle cose concrete , dove c’è gente che non riesce a passare a fine mese !! Rispondi a Giuanni cu la camisa cranni.

  • Giancarlo ha scritto il 10 novembre 2021 alle 18:41 :

    La chiave di lettura è il conformismo. I bambini hanno bisogno di messaggi semplici, e cosa c'è di più semplice del conformismo e dell'omologazione? Dove non trovano risposte dagli adulti, o le trovano sbagliate da adulti mal educati anche loro da piccoli, diventano cattivi verso chi è diverso da loro. Ecco perché è importante educare al rispetto della diversità. Chi sostiene che il decreto era emendabile, che si è trattato di una prova di forza, non ha capito la malafede grave di chi ha affossato la legge. Avrebbero contestato sempre e comunque. Nel frattempo, con una propaganda di falsità, hanno provato a svuotarla di due punti essenziali, l'educazione al rispetto nelle scuole, e la necessaria definizione di identità di genere (scientifica, da psicologi e psichiatri). Rispondi a Giancarlo

  • Antonio F ha scritto il 10 novembre 2021 alle 16:15 :

    Sindaco! ...tu ti la stà canti e tu ti la stà sueni !! Rispondi a Antonio F

  • Marco ha scritto il 10 novembre 2021 alle 07:55 :

    Proverbio: i bambini sono la bocca della verità. Rispondi a Marco

  • Cosimo massafra (Ferrara) ha scritto il 10 novembre 2021 alle 07:06 :

    Caro Alfredo, apprezzo ed in parte condivido la tua. Sono decenni che in Italia i politici finiscono per tagliarsi il pisellino pur di fare dispetto alla moglie, nel caso specifico Letta ha imposto una legge giusta, ma di certo emendabile, persino contro il parere di molti del suo gruppo. Bastavano pochissimi emendamenti perché venisse approvata, l'errore di Renzi nel referendum si vede ha insegnato poco. Il "braccio di ferro" funziona nelle dittature, non è adatto alle democrazie. Se ben riflettiamo non è difficile capire che ad evidente sfida al CDx da parte di Letta nel muro contro muro si è esultato per la "inutile ed insignificante" sconfitta politica e non per aver bloccato una perfezionabile legge necessaria. Un caro abbraccio Mimino Rispondi a Cosimo massafra (Ferrara)

    Edoardo Riezzo ha scritto il 12 novembre 2021 alle 08:29 :

    Bravo Mimino! Parlamentari di tutti gli schieramenti politici, anche omosessuali, chiedevano alcune opportune correzioni del testo. Alla fine la legge non è passata e, come sempre accade, si è strumentalizzato a destra e a sinistra. Che si rimettano al lavoro, migliorino la legge e la riportino, quanto prima, in Parlamento. Tuttavia, anche una legge perfetta non servirà a far cambiare la mentalità di quei cretini omofobi, per fortuna non tanti come una volta. Rispondi a Edoardo Riezzo

    M M ha scritto il 13 novembre 2021 alle 03:25 :

    Cari A. e G. vista e scevra da reati di opinione, ove vi fossero sarebbe di fatto "fascista". Non per gli adolescenti, che come lontana memoria ci ricorda, l'educazione sessuale è per la maggiore un interscambio tra coetanei, ma per i bambini preferirei una maggiore discrezionalità alle famiglie. Infine, non voglio rischiare di commettere un reato affermando che un magistrato nel momento dell'affido di un minore a coppie di uguale sesso deve ritenere su tutto prevalente la tutela del minore ed in assoluta assenza di condizionamenti ideologici, chiedersi se la sua scelta sarà accettata o subita dal bimbo, l'affido sarà un dono od una condanna? Personalmente condivido l'affido al mono genitore e per quanto concerne le coppie di ugual sesso potrei un limite minimo all'età dell'adottando. Rispondi a M M

    Gregorio ha scritto il 12 novembre 2021 alle 13:37 :

    Bravo Edoardo, condivido pienamente!! Rispondi a Gregorio

Altri articoli
Gli articoli più letti