Il virus non può abbattere l'informazione e nemmeno l'amicizia

Rendo pubblico questo mio pensiero su quanto è accaduto al direttore de La Voce, Nazareno Dinoi, nonostante la sua preghiera affinchè non lo facessi. L’argomento, a mio avviso, per l’importanza dei temi trattati, merita invece la

La redazione Riflettori su ...​
Manduria - lunedì 09 novembre 2020
Covid
Covid © La Voce

Premessa - Rendo pubblico questo mio pensiero su quanto è accaduto al direttore de La Voce, Nazareno Dinoi, nonostante la sua preghiera affinchè non lo facessi. L’argomento, a mio avviso, per l’importanza dei temi trattati, merita invece la più ampia diffusione.

Maurizio Pasculli

Caro direttore apprendo, costernato, dell'insulto che il virus inverecondo ha inteso rivolgere alla tua persona. Innanzitutto, in considerazione della stima e dell'amicizia che, da diversi lustri, ci lega, mi preme esternarti il mio affettuoso auspicio che questa sgradevole parentesi abbia il suo positivo decorso nel breve volgere di pochi giorni.

E non appaia questo mio pensiero melensa retorica. Ciò detto, mi consentirai una personale considerazione circa la tua scelta di rendere pubblica la sfida che la vita ti chiama ad affrontare. Una decisione che rispecchia il tuo stile, inconfondibile. Zero compromessi, niente mezze misure. Ma soprattutto nessuna mezza verità.

La deontologia e l'onestà intellettuale imporrebbe tale atteggiamento a chiunque ricopre ruoli pubblici e di rilevanza , come il tuo, capaci, potenzialmente ,di determinare l'orientamento del comune pensare. Ahimè non sempre è così. Spesso demagogia ed ipocrisia hanno il sopravvento. Peraltro questa tua volontà di condividere questo tuo frangente esistenziale non facile, rappresenta, a mio modestissimo parere, un potente è valido tramite per sdoganare il perfido virus.

Il contagio può interessare chiunque, come accade, storicamente, per ogni pandemia, e non può e non deve esser considerato un'onta della quale vergognarsi e, pertanto, da tener nascosta. Un atteggiamento, come è consequenziale dedurre, che può generare effetti perniciosi favorendo il propagarsi dei contagi più di quanto già non avvenga. Anche per questo va evidenziato quello che, per i più, è un atto di coraggio, ma per chi, come me, ti conosce fa, semplicemente, parte del tuo modus operandi. Anche per questo ti rivolgo il mio personalissimo grazie, certo d'interpretare il pensiero della pletora dei tuoi affezionati lettori.

Con affetto.

Maurizio Pasculli

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • C.F. ha scritto il 11 novembre 2020 alle 16:58 :

    In bocca al lupo Direttore! Rispondi a C.F.

  • Leonardo Erario ha scritto il 09 novembre 2020 alle 17:06 :

    Forza Reno, manesciti cu sani !! Non puoi farci mancare l'unica "voce" manduriana (capisci a me 😉)... Rispondi a Leonardo Erario

Altri articoli
Gli articoli più letti